15.12.06

Consumo Consapevole



Mi sono letto con attenzione l'ultima polemica nata sul blog di Igort.
Alcuni lettori si lamentavano del fatto che l'ultima edizione di "5 è il numero perfetto" edita con Repubblica-Espresso fosse non solo più economica ma anche più ricca come contenuti e accattivante come forma editoriale rispetto all'edizione Coconino e a quella (recente) della Rizzoli.
Altra ragione della lamentela di questi lettori è che Igort, secondo loro, aveva caldeggiato l'edizione Rizzoli alla sua uscita, invitando tutti a comprarla pur sapendo benissimo che entro breve sarebbe arrivata la versione da edicola, economica nel prezzo e pregiata nei contenuti.

Ecco, dopo essermi letto tutto quanta la discussione (quello che ne è rimasto dopo l'intervento moderatorio di Igort), ho deciso che i lettori indignati non solo hanno torto ma dimostrano pure di non essere consumatori consapevoli.

Mi spiego meglio...

Questo mese è uscita la terza stagione su DVD di Nip/Tuck, una serie che adoro e di cui ho già comprato i precedenti cofanetti appena questi sono usciti, cioè senza aspettare l'edizione economica.

Questo terzo cofanetto non si discosta dai precedenti come prezzo ma lo fa nella confezione che adesso è, in tutto e per tutto, identica a quella della versione economica.
Non ci vuole molto a capire che la casa produttrice abbia deciso di eliminare le differenze tra la versione "inedita" e quella "economica" per doversi evitare il costo di produrre due edizioni diverse.
In questa maniera, quando decideranno di mandare la terza stagione di Nip/Tuck in collana economica, non dovranno far altro che riprezzare la vecchia edizione e il gioco è fatto.
Ottimo... ma sapendo che tra pochi mesi uscirà un'edizione economica del tutto identica a quella a prezzo pieno, perché io -oggi- dovrei comprare la terza stagione di Nip/Tuck?

E infatti non l'ho comprata.

Ho esercitato l'unico potere rimasto al privato cittadino (quello di decidere come spendere i suoi soldi) e ho lasciato il prodotto sul bancone.
Ho preso questa decisione in virtù dell'esperienza maturata con le molte fregature già prese con i DVD ma anche con altri prodotti.
Ricordate il caso della collana "I Meridiani"?
Volumi venduti a 49 e passa euro in libreria e poi disponibili in edicola a meno di 10... roba da sbattere la testa al muro.

Ecco, il punto con la Coconino è lo stesso.
Il lettore di fumetti deve entrare nell'ordine di idee che il mercato sta cambiando e che domani, quel volume che ha comprato a prezzo pieno in una libreria specializzata, magari verrà allegato a qualche quotidiano o ristampato in una edizione economica per libreria di varia e venduto a un prezzo inferiore e magari con dei contenuti extra.
E non c'è un cazzo che lui possa fare per impedirlo perché è nel pieno diritto dell'editore fare operazioni simili.

Se voglio un volume SUBITO, lo comprerò appena esce pagandolo quello che costa.
Se invece non ho questa urgenza, posso aspettare e vedere come si evolverà la cosa.
Magari verrà allegato con Repubblica o magari lo ristamperà qualche casa editrice di spicco in una collana economica... e se questo non dovesse succedere, c'è sempre l'edizione originale che, sicuramente, mi starà ancora aspettando nei magazzini della casa editrice che lo ha dato alle stampe.

E' un mondo crudele che cela un cuore selvaggio.
Il consumo consapevole è l'unico modo per uscirne vivi.