13.12.06

Ossa


Incredibile come molte belle serie finiscano su una rete televisiva di merda come Rete 4.
"Band of Brothers", "24", "Law & Order" e adesso questo "Bones".

Tratta dai romanzi di Kathy Reichs (che non ho letto ma che conto di recuperare quanto prima) e interpretata da quel cinghialone di Angel (al secolo Davide Boreanaz) e dalla strana ma affascinante Emily Deschanel.
La serie, in america già arrivata alla seconda stagione, parla delle vicende di un agente FBI e di una antropologa forense, alle prese con casi intricati.
La serie è ragionata intorno a una struttura piuttosto classica (poca continuity, tensione sessuale tra i due protagonisti, episodi autoconclusivi) ma è caratterizzata da dialoghi freschi e brillanti e da una regia interessante che, senza gli effettacci "zoom" alla CSI, non si mette paura nel mostrare gli aspetti più disgustosi della morte e della decomposizione.

Questo "Bones" non è eccezionale come altre serie dell'ultima generazione (da Nip/Tuck a Battlestar Galactica, passando attraverso Deadwood, Firefly, The Shield, Lost, Soprano, 24 e via dicendo) ma è apprezzabile proprio nella sua semplice classicità e nella solida qualità dei suoi script.

Consigliata.

p.s.
su Rete 4 la danno al lunedì.