30.3.07

Apple Store Blues.





Domani apre l'Apple Store a Roma.
Il primo in Europa (non tenendo conto di quello a Londra).
A giudicare dalle foto, sembra un mini-store per nulla impressionante e privo di quelle areee per lezioni e cazzeggio che rendono lo shop di Londra tanto affascinante.
Oltretutto è davvero in culo al mondo.
Sono discretamente deluso.
Ma un giro, se mi regge, vado a farcelo lo stesso.

26 commenti:

Silvia ha detto...

Si... Figurati se non ci vai... XD

Qsjesus ha detto...

to i macchisti come i ducatisti ... pero' i ducatisti comprano solo accessori ducati perchè sono malati, non costretti come i macchisti ...

perchè parlo di "latri" ? =)

RRobe ha detto...

Non intendo aprire una polemica sull'eterna lotta tra Mac e Pc.
Facciamo così, diciamo che il Mac è meglio e chiudiamola qui.

Prof. Falken ha detto...

io so che spazi per lezioni ecc ci saranno anche li.. anzi sono già in programma..

S3Keno ha detto...

Credo che me lo filerò davvero poco questo Apple Store in culonia: i miei pusher continueranno ad essere Ottokin (che tra l'altro per poco ci finiva a lavorare dentro, lì a Ponte di Nona) e il fedele Macintown in zona Eur.
Oltrettutto preferisco l'ambiente informale e familiare (ma sempre professionalissimo) di un negozio "piccolo" che 'sti megastore. Ma è solo questione di gusti e abitudini.

RRobe ha detto...

Non lo so.
Lo Store di Londra è davvero bellissimo.
Questo sembra un negozietto e di "mega" non mi pare che abbia nulla.

Arsenico Lupen ha detto...

Io invece adoro questo nuovo store, non vedo l'ora di andarci e spendere tutti i miei soldi in macchintosh!!!!!!

S3Keno ha detto...

bene, aresinico... e già che ci sei, appena esci passa da IKEA che è proprio lì, OK?

Arsenico Lupen ha detto...

Certo io vado spesso da IKEA, ho comprato i mobili della casa e si risparmia davvero tanto...

S3Keno ha detto...

ma si, lo so, dicevo così per scherzare...

andrea ha detto...

"Non intendo aprire una polemica sull'eterna lotta tra Mac e Pc.
Facciamo così, diciamo che il Mac è meglio e chiudiamola qui"

come sei diplomatico :D :D :D

Qsjesus ha detto...

PS: ho notato che manca una parte all'inizio di quello che ho scritto.
sarebbe dovuta apparire così:
Ho sempre immaginato i macchisti come i ducatisti ... pero' i ducatisti comprano solo accessori ducati perchè sono malati, non costretti come i macchisti ...

perchè parlo di "latri" ? =)

cmq niente polemica, è solo che mi pare che chi ha il mac si adagi su quello che ha senza ribellarsi e chiedere qualcosa di più ... infondo a parità di prestazioni gli oggetti apple costano molto di più .. tutto qui

RRobe ha detto...

C'è da discutere sui prezzi.
L'Imac ha un prezzo ultra competitivo, se tieni conto che a casa ti porti pure il monitor.

Sui portatili... siamo lì.
Anzi, il MacBook, a parità di prestazioni-qualità-materiali, ha un prezzo più basso di un Vaio (che è la categoria di portatili PC corrispondenti).

veritas_aequitas ha detto...

sigh.
domenica scorsa ero all'AS sulla quinta strada... che tristezza :(

Gabriele - il Gabbrio- ha detto...

mah...al di là delle prestazioni e dei prezzi, devo dire che quando vado nella biblioteca della mia università e sfodero il mio MacBook bianco tra il grigiume e l'anonimato dei portatili degli altri, qualche ragazza incuriosita mi chiede: "ma cos'è?"

col Mac si cucca di più!!! :D

Cesare ha detto...

x RRobe

"Non intendo aprire una polemica sull'eterna lotta tra Mac e Pc.
Facciamo così, diciamo che il Mac è meglio e chiudiamola qui."

Quello che hai scritto è una contraddizione in termini, visto che i Mac (da più di un anno ormai), SONO dei PC.

STESSO hardware, insomma.

E' una lotta che, quindi, non ha più motivo di esistere: i Mac sono stati ASSIMILATI dalla piattaforma PC.

Non che fosse una novità: era ampiamente prevedibile, visto che già da un po' di anni avevano perso la leadership prestazionale.
Comunque ciò che li differenziava dai PC erano ormai soltanto pochi elemento: piastra madre, processore e chipset. TUTTO il resto era tecnologia riciclata pari pari dai PC.

In conclusione: i PC da anni ormai si sono rivelati superiori (ma soltanto dei fanatici seguaci di Steve Jobs potevano negare questo evidentissimo fatto) ed Apple è stata costretta a piegarsi, buttando via quel poco che era rimasto della sua architettura originale.

Questo per riportare un po' di storia informatica recente.

Che poi Apple abbia un certo fascino nessuno lo nega, ma è anche una questione di gusti. Anzi, per molti Apple rappresenta il brand "fico". Un must have, insomma.

P.S. Non esistono soltanto i Vaio, che costano un patrimonio.

Inoltre i PC si possono anche assemblare.

Insomma, possibilità di risparmiare ce ne sono diverse.

Con Apple, invece, non c'è nessun'altra possibilità che acquistare quello che offre.

RRobe ha detto...

C'è sempre un fazioso di picciari che spunta :asd;

RRobe ha detto...

p.s.
il pargone non l'ho fatto a caso con i Vaio.
I Vaio sono gli unici PC che, per qualità di prestazioni.assembblamento-qualità dei materiali, possono reggere il confronto con i Mac.
E costano di più.
Quanto al fatto che un Mac sia un PC... sì: come una Xbox 360 è un Mac della vecchia generazione (nel suo corpicino battono un paio di processori G5, no)?

Quello che fa di un Mac un Mac è (e lo è da sempre) il suo sistema operativo.
Poi c'è la qualità estetica-componenstistica dei suo computer... ma è di controno.
Senza un Mac , non fai girare MacOsX.
E la chiave del discorso è tutta qua.

Qsjesus ha detto...

ok scusate ho scatenato un casino .. non volevo .. uff

Cesare ha detto...

Caro rrobe, definirmi un "fazioso picciaro" è una caduta di stile non indifferente, oltre che dimostrazione dell'applicazione di una banale logica booleana del tipo: "se non sei con me sei contro di me".

Io ho riportato dei FATTI che qualunque informatico che sappia fare il suo mestiere può tranquillamente confermarti, visto che la storia dell'informatica non è soggetta a sbalzi d'umore o a fanatismi di parte. Le leggende metropolitane le lasciamo alla gente comune, che può ricamarci sopra quello che vuole.

L'esempio dei Vaio che continui a riportare continua a essere privo di significato: stai elencando dei parametri che PER TE sono fondamentali, mentre per milioni di altre persone no.

Ribadisco che coi PC hai AMPIA possibilità di scelta e puoi benissimo spendere di meno.

Non puoi pretendere che tutti gli acquirenti di un computer appiattiscono le loro esigenze e si conformino alle tue...

Quanto al fatto che un Mac sia un PC: beh, è ESATTEMENTE così, e spero te ne farai una ragione.
Inoltre sei male informato anche sulla XBox360: NON è un Mac della "vecchia generazione". E' di gran lunga diverso sia dai Mac che dai PC.
Coi Mac ha qualche affinità dovuta al fatto che i suoi TRE (e non due, come erroneamente affermavi) core DERIVANO (nota bene la parola: non l'ho messa certo a casa) dal G5 di IBM, ma sono stati AMPIAMENTE modificati (non ti sto a elencare tutte le differenze perché non mi sembra il momento e il luogo: documentati e controlla tu stesso).

Alla fine poi riporti la frase che Steve Jobs pronunciò quando annunciò (poco più di un anno fa ormai) di essersi calato le braghe e di avere fatto il patto col diavolo (Intel ovviamente), abbandonando l'architettura PowerMac e passando dunque a quella PC in toto.

Frase, comunque, facilmente smentibile: non è certo il s.o. che fa il Mac, ma la sua interfaccia grafica. E sai perché? Perché il s.o. la cara Apple l'ha COPIATO da due s.o. esistenti, Mach (un microkernel) e FreeBSD (altro kernel Unix-like), che ha "fuso" creando Darwin.
Nulla che, appunto, non fosse già AMPIAMENTE noto e funzionante.

Gli ha appiccicato la sua bella interfaccina grafica, Aqua, e ha spacciato il tutto come roba sua. Dico spacciato perché i due s.o. di cui sopra (compresi accessori, tool e applicazioni) sono roba open source, quindi sviluppata dalle comunità A COSTO ZERO.

E ancora sbagli di grosso quando affermi che senza un Mac non puoi far girare OS X: è possibilissimo ed esistono degli hack che permettono di farlo girare su PC da quando OS X per x86 è stato rilasciato.

Infine, torni nuovamente sull'estetica e la componentistica, su cui vale quanto ho scritto sopra: non puoi appiattire i gusti della gente ai tuoi gusti. I gusti sono un fattore meramente SOGGETTIVO, e dovresti saperlo. Non si dice per caso "de gustibus"?

Bene, spero che il tuo buon senso ti impedisca di continuare ancora su un campo che chiaramente NON è il tuo.

RRobe ha detto...

Cesare, ti spiego: i mio tono è scherzoso, il tuo serio, aggressivo e scassaballe.
Il tuo papiro non mi interessa leggerlo.
Uso il MacOsX e sono felice.

Anonimo ha detto...

A vedere le foto mi è venuto subito in mente l'Apple Store di Beverly Hills... nel centro commerciale, nulla a che vedere con gli altri Apple Store.
Concordo nel dire che è un po triste, senza aree lezioni, "cafe virtuale", un semplice negozio dove vai, acquisti ed esci.
Forse è una loro poltica per i centri commerciali... chissà!

C.

PS: la querelle MAC/PC mi sembra insulsa e sterile.

Cesare ha detto...

RRobe, che il tuo fosse un tono scherzoso è tutto da dimostrare, visto che dai tuoi messaggi traspare tutt'altro.

Che il mio fosse aggressivo... idem. Prova a rileggere quello che hai scritto e le relative risposte.

Che sia uno scassaballe, ecco, su questo hai pienamente ragione, visto che la mia maniacale precisione a tanta gente non va giù, e conseguenza logica di ciò è che gli sto malamente sulle palle.

Che tu non abbia letto il mio "papiro" non ci crede nemmeno il papa, visto che al mio precedentemente messaggio hai provato a rispondere cercando malamente di argomentare, e poi, visto che questo è il tuo blog, hai tutto l'interesse a leggere quello che ci scrive la gente.

Dunque, cortesemente, non offendere l'intelligenza dei tuoi interlocutori con questi tentativi di metterci una pezza sopra: non attacca proprio.

Sulla tua ultima frase concordo: OS X è un bel s.o., e tanta gente è felice di usarlo.

Detto ciò, scusami per averti insozzato "casa" perché non era mia intenzione, come non lo era quella di essere offensivo nei tuoi confronti, semmai dovessi pensarlo.
Semplicemente, e lo ripeto, sono un tipo MOLTO preciso, e visto che con queste cose ci lavoro da ben 25 anni, mi sono sentito in dovere di precisare come stanno realmente le cose (è sempre bene parlare soltanto di ciò che si è sicuri di sapere).

Ciao e buona serata

Cesare

x Zio Tibia: sempre per la banale logica booleana di cui sopra, si fa troppo presto a classificare la gente come "amici" o "nemici". Se per te è sufficiente scrivere qualcosa "contro" (notare le virgolette) qualcuno per classificarlo come suo nemico, beh, che dire: sei messo proprio male.

RRobe ha detto...

Il tono di tutta questa discussione è stata ironica e tra amici sin dall'inizio.
Così come ironico era il mio primo intervento.

Ti piacciono i PC, Cesare?
Buon per te.
A me piacciono per i giochi ma ormai ho abdicato in favore delle console e WOW gira bene anche su Mac.
Ora pensi di buttare ulteriormente il tuo tempo o cambi registro?

Prof. Falken ha detto...

mi sai che hai stuzziacato l'ennesimo nerdone.

dal tono direi ingegnere, posso sbagliarmi.

Cesare ha detto...

x RRobe: no, mi piacciono i computer in generale.
Più precisamente, mi piace usarli per risolvere i miei problemi (che sono in grado di risolvere ovviamente).

Non sono "schierato" con nessuno, insomma: non c'è motivo di provare dei sentimenti per dei pezzi di ferraglia.
I sentimenti li riservo a cause ben più nobili.

Insomma, per me sono soltanto strumenti, e ognuno ha pregi e difetti di cui bisogna prender coscienza nelle valutazioni che si fanno.

Quanto ai giochi: non sono certo dominio delle console. Console, computer, arcade, ecc. offrono forme d'intrannimento diverse. Ognuna merita di esistere perché porta con sé emozioni e sensazioni diverse.


x Prof. Falken: cos'è, invidia del pene?

Mi sembra a dir poco lapalissiano che ognuno nel proprio campo di competenza abbia adeguate conoscenze.

Preferiresti essere operato da un chirurgo che s'è comprato la laurea e che non sa nemmeno che forma abbia un bisturi?

Comunque ti sei sbagliato: non sono un ingegnere, ma un dottore.
Non sarebbe cambiato nulla perché trovo comunque ridicolo che si debba offendere una rispettabilissima categoria qual è quella degli ingegneri, soltanto per il "piacere" di remare contro e offendere qualcuno a cui si sta antipatici.
Mi sembra alquanto infantile come comportamento.
Se poi lo fai soltanto per aprire bocca o per "difendere" qualcuno, è anche peggio.

Poi lo sappiamo tutti che non è il pezzo di carta che fa l'uomo, ma i fatti.

E i fatti sono che quello che continuo a pensare e le mie valutazioni non sono certo cambiate dopo che ho conseguito la laurea.



Comunque, sì, direi che se è tutto chiaro sarebbe il caso di darci un taglio.