26.3.07

Mancano ancora due mesi...


...ma io sto già fremendo!

“Adeso che siamo arrivati alla battaglia finale della seconda stagione, bramerei nell’avere oggi qui, non dico tanto, ma un diecimila lettori in più!”
Un lettore anonimo da Internet.

No, caro lettore, niente affatto!
Se siamo già segnati a passare nell’indifferenza, qui siamo già abbastanza per dire che siamo stati una perdita grave.
Se invece siamo segnati a ricevere l’acclamazione, quanti meno saremo, tanta maggiore gloria per ciascuno. Perciò ti prego, non augurarti un sol lettore di più.
Noi non siamo bramosi d'oro, ma se è peccato aver sete di gloria, noi siamo le anime più peccatrici di quante vivono su questa terra.
No, caro lettore, che non ti venga in animo il desiderio d'un sol uomo in più a leggere il nostro fumetto!
Neanche a costo di dannarci l'anima ci sentiremo disposti a rinunciare sia pure ad un millesimo di gloria che noi ritenessimo di dover spartire con un sol uomo in più di quanti siamo! Per favore, non lo desiderare. Anzi, vai a proclamare a ogni lettore che se ci sia qualcuno in mezzo a loro che non si senta di prendere parte a questo scontro, se ne vada a casa: riceverà il suo bel lasciapassare e gli saranno messe nella borsa le corone per il viaggio di ritorno. Non vogliamo affrontare la battaglia con nessuno ch'abbia paura di affrontarla con noi.
Chi a questo giorno sopravvivrà ed avrà la fortuna d'invecchiare, ogni anno, in maggio, radunerà i vicini intorno a sé e, rimboccandosi le maniche ed esibendo le sue cicatrici dirà: "Queste sono le ferite che ho ricevuto in quella seconda stagione. I vecchi sono facili all'oblio, ma lui avrà obliato tutto il resto, non però la memoria di quel giorno, anzi infiorando un poco quel ricordo per quel che ha fatto lui personalmente, i nostri nomi gli ritorneranno vivi alla mente, Bartoli, Recchioni, Cremona, Carnevale, Barletta, Dell’Edera, Fortunato, Farinelli, Venturi, Gianfelice, Rosenzweig, Fontana, Bertolatti, Gualdoni, Manunta, Fuso, Pontrelli, Turini, Longo...
E tra i boccali colmi, il brav'uomo tramanderà a suo figlio questa nostra vicenda; e la seconda stagione, da questo giorno alla fine del mondo, non passerà più senza che insieme a lei non s'abbia a ricordarsi anche di noi;
di questi noi felicemente pochi... di questa nostra banda di fratelli.
Perché chi oggi verserà il suo sangue sarà per noi e per sempre, nostro fratello... e per quanto sia umile di nascita, questo giorno lo nobiliterà; e quei lettori che ora dormono ancor nei loro letti, si dovranno reputare sfortunati per non essere stati qui quest'oggi, e si dovranno sentire sminuiti perfino nella essenza d'uomini quando si troveranno ad ascoltare alcuno ch'abbia con noi combattuto in questo maggio glorioso!
E ora, alle armi... che John Doe prevalga!



(un piccolo estratto dai ricchi redazionali di JD 48).