17.4.07

Il Giallo Mondadori: Hard Freeze


Dan Simmons, in Italia, è conosciuto principalmente per la sua produzione fantascientifica e, in particolare, per la sua saga di "Hyperion" e per quella recente di "Ilium".
In realtà Simmons è anche un grandioso scrittore horror ("Il canto di Kalì", "I figli della paura", "L'estate della paura") e di thriller (il suo "lungo una strada peridolosa" è stato uno dei mattoni su cui io e Lorenzo abbiamo costruito John Doe).
In Italia, la collana dei Gialli Mondadori, ha pure presentato due romanzi d'azione/hard boiled:
"Hard Case" (Il Giallo Mondadori 2837) e recentemente "Hard Freeze" (Il Giallo Mondadori 2922)
Il protagonista di questi due romanzi è Joe Kurtz, un Marlowe del terzo millennio, dai modi spicci,la pistola facile e l'attitudine a finire in casini di epiche proporzioni.
Questo ciclo di romanzi di Simmons non mette in luce la sua abilità nel costruire trame solide e credibili, o la sue qualità di scrittore raffinato, o la sua capacità di creare personaggi profondi e sfaccettati... a dirla tutta, anche la collocazione nei "Gialli" della Mondadori è perlomeno discutibile (dubito fortmente che gli amanti del giallo all'inglese potranno aprezzare quest'uscita), ma tutto questo non è importante.
I romandi della serie di Joe Kurtz sono divertenti e godibili e hanno la qualità di rinnovare, senza snaturare, tutta la tradizione hardboiled di gente come Spillane, Hammett e Chandler, adattandola al gusto, alle tematiche e alle tempistiche moderne.
Non un'operazione di sterile recupero stilistico, quindi, quanto un lavoro di ricerca per tornare alle origini del genere.
Storie avvincenti (anche se sgangherate), personaggi duri e tagliati con l'accetta, situazioni sopra le righe, donne bellissime e pericolose e tanto piombo.
Non è il meglio che Simmons sa offrire, sia chiaro, ma è abbastanza.
Conigliatissimi.

2 commenti:

rae ha detto...

*scrib scrib*

simmons è uno dei pochi autori che mi prende a prescindere.

anche il ciclo di Ilium, in cui ha rripete paro paro tanti concetti e idee presi da hyperion, riesce ad appassionarmi.

Anonimo ha detto...

ho letto "l'estate della paura" quando avevo circa 15 anni...ed è tuttora uno dei libri più belli che ho letto!!
quest'anno lo hanno ristampato..

dale