23.4.07

Ma è una burla o sono rincoglionito io?

Mi scrive, da mesi ormai, tale Roberto Riccio, chiedendomi con insistenza donazioni di disegni o quanto altro che poi verranno messi all'asta in beneficenza per la costruzione di un pozzo in Tanzania.
Ok, nessun problema. Non mi interessa, declino l'invito e bon.
Però lui non smette di scrivermi, anzi.
Ora, con una puntualità degna dello spam del Viagra, ricevo una mail (o più) a settimana da questo Riccio che mi chiede tavole e disegni.
Le mail sono testi generici scritti in maniera da sembrare personali (cosa che trovo un filo sgradevole) e sono dannatamente insisistenti.
Io ho dato roba mia da dare in beneficenza solo un tre/quattro anni fa e non ricordo più nemmeno a chi: ricordo solo che non mi aveva fatto impazzire la scarsità di informazioni ricevuta una volta mandato il materiale e mi ero ripromesso di non farlo più.

Domanda n.1: ma queste mail arrivano anche a qualcun altro di voi?
Domanda n.2: sono io lo stronzo che trova queste mail piuttosto fastidiose (t'ho scritto che non mi interessa, non ho risposto al secondo appello, non ho risposto al terzo... ma smettila no?) oppure è lecito averne le scatole piene di 'sto pozzo in Tanzania e delle tavole a fumetti che ci vogliono per costruirlo?

Se la risposa ala seconda domanda è "sì" non fatevi scrupolo a dirmelo.
Ho scambiato la mia coscienza per un paio di giochi per il Nintendo SuperFamicon e fatico sempre a distinguere il bene dal male.

34 commenti:

Anonimo ha detto...

la mail arriva anche a me, credo sia una cosa abbastanza seria ma non ho approfondito perchè, almeno per il momento, non penso di fornire materiale a nessuno...
comunque lo spam continuo è effettivamente un pò fastidioso...
Un saluto
Matteo

emo ha detto...

le ricevevo anche io.
ho declinato la prima volta l'invito per due semplicissimi motivi (a - scrivo e non disegno, quindi... b - anche se fosse, non sono minimamente conosciuto, ergo...).
nonostante questo, ho ricevuto un'altra serie di mail, alle quali rispondevo sempre di aver già declinato una volta, poi si sono fatte più insistenti e - sempre cordialmente - ho risposto come avevo risposto la prima volta.
non ne ho più ricevute.

Qsjesus ha detto...

io ricevo solo spam del viagra... secondo me la mia ragazza ha parlato :(

Anonimo ha detto...

>b - anche se fosse, non sono minimamente conosciuto...

questo, ovviamente, è un altro motivo anche per me :-)
Matteo

Andrea ha detto...

guarda,la beneficenza è un argomento strano...se la si fa o conosci veramente bene il progetto e le persone che ci stanno dietro oppure chiudu gli occhi e speri che non ci lucri sopra nessuno...risale all'altro ieri una raccolta fondi che ho messo su insieme alla mia ragazza e ad altre persone per aiutare una onlus che si occupa di bambini con malattie rare...
è andato tutto bene fino al momento in cui abbiamo scoperto che i "volontari"di questa onlus sono stipendiati...ma i volontari non dovrebbero essere volontari e basta?con al massimo un rimborso spese?bah...e il direttore della onlus?chi controlla quanto decurta per se dai fondi come stipendio?mah...che tristezza...scusa,forse sono andato OT

Randall ha detto...

Ho scambiato la mia coscienza per un paio di giochi per il Nintendo SuperFamicon e fatico sempre a distinguere il bene dal male.

Spero fossero giochi meritevoli, almeno. Tipo Zelda o Chrono. :D

Ironico Buonista ha detto...

Io fossi in te gli avrei gia' bloccato l'indirizzo internet, sei stato anche fin troppo paziente!

RRobe ha detto...

In realtà non enso d'essere stato pazient o che.
Ero proprio in dubbio se ci fosse il trucco o meno.
Gli ho mandato nuovamente una mail e ora spero di essermi chiarito.

Ironico Buonista ha detto...

Il discorso e' questo Rrobe, se tu gia' hai risposto una volta e questo ha continuato a bombardarti di email con uguali richieste mi sembra che ti ha importunato... La tua pazienza l'hai dimostrata nel dargli retta fino ad ora. Secondo me non c'e' cosa piu' odiosa che lo spam insistente anche quando c'e' un no categorico dalla parte del destinatario di tale email.

foolys ha detto...

io ho spedito due volte le illustrazioni, la prima volta sono stato aggiornato poi sull'asta e tutto, la seconda ancora nn so, ho avuto anke delle mail "dirette" con lui, però continuo a nn sapere realmente come vanno le cose...ad esempio, qualche mese dopo la prima "donazione", ho trovato il mio disegno su ebay, fra l'altro con i credits tutti sbagliati, e la causale non era benefica. ora, penso per non essere maligno, che magari l'acquirente dell'asta per beneficenza abbia pensato poi di rivendersi le cosa acquistate, cosa possibilissima, però mi ha un pò stranizzato...bu...

Starsky ha detto...

Effettivemente, l'unica beneficenza sicura è quella di cui si hanno tutte le informazioni, possibilmente conoscendo qualcuno degli organizzatori che possa farti da garante.
Per esempio, se proprio ti scappa di voler donare delle tavole, c'è un'associazione benefica di cui (se non erro) si occupa la tua collega Paola Barbato.
Per il resto, fai benissimo ad essere diffidente. Anzi, visti i tempi che corrono, è un tuo sacrosanto diritto.

Anonimo ha detto...

anche a me non e' piaciuto il modo di fare....e anche io sono un filo infastidito......




marco turini

neikos ha detto...

Mah, del signor Riccio e di sto pozzo in Tanzania se ne sente parlare da un bel po' ormai e il tizio in questione ha anche imperversato per un po' su un paio di forum di disegnatori.
Beneficienza o no mi è parso che le cose siano condotte, anche in questo caso, in maniera poco trasparente, da qui più di un dubbio riguardo le reali intenzioni dell'iniziativa.

RRobe ha detto...

Allora non sono rincoglionito.
O almeno, non sono il solo ad esserlo.
Meno male.

asbadasshit ha detto...

>Io ho dato roba mia da dare in beneficenza solo un tre/quattro anni fa e non ricordo più nemmeno a chi: ricordo solo che non mi aveva fatto impazzire la poca trasparenza della cosa e mi ero ripromesso di non farlo più.<

AHEM!!!

Hytok ha detto...

Boh, qui c'è qualche info.

RRobe ha detto...

Dai che te lo dissi che non m'aveva fatto impazzire come il responsabile aveva condotto la cosa :asd:

Starsky ha detto...

AHEM!!!

Ok ragazzi, preparate birra e patatine, se litigano questi due, avremo uno spettacolo come non si è mai visto da quando hanno inventato internet.
:)

RRobe ha detto...

Hytok dice:
"qui trovate qualche info"

E io clicco e leggo...


Nel primo si sono potuti ammirare diversi capolavori , ovvero i disegni raffiguranti il fumetto , peraltro eseguiti attraverso l’utilizzo della matita, dell’inchiostro a china nonché mediante l’impiego della tecnica riguardante la commistione di colori .

Esposti su appositi pannelli all’interno del cortile del suddetto edificio , affissi alle pareti laterali delle stanze situate a sinistra finanche in quelle del frontespizio , hanno costituito per i visitatori un’eterogenea chiave interpretativa .

Infatti , la trattazione delle tematiche rappresentate assurge ad una varia gamma di soggetti e significati. L’itinerario espositivo prosegue nel prospiciente Palazzo D’Amico con l’allestimento di tavole raffiguranti disegni sempre incentrati sul fumetto delle più note firme italiane.


Brrr... sorvolando su queste inezie, sembra che si tutto vero.
Fastioso e molesto magari (oh, io l'ho trovato così), ma vero.

Anonimo ha detto...

anche a me arrivano! mandai dei disegni lo scorso anno, nonostante io non sia conosciuto, chiedendo però dettagli sul venduto (tipo ricevute) e foto come testimonianza che le mie opere fossero veramente utilizzate per tale scopo! Non ho mai ricevuto nulla!E' da 2 mesi che ricevo mail ogni 6/7 giorni...non volevo ricascarci, poi ero quasi intenzionato a madargli qialcosa ma meno male che ho letto il tuo intervento....
Marco

Luigi Serra ha detto...

A quanto pare è tutto vero. Anche io gli ho mandato qualcosa. In effetti pero' non ho mai saputo se sia riuscito o meno a raggiungere lo scopo. Non mi è mai arrivata nessuna notizia. Credo che sia talmente impegnato che non riesce a stare dietro a tutto.

asbadasshit ha detto...

Beh, le persone possono anche stare sulle palle o essere sgradevoli o quel che vuoi. Ma la gestione dei soldi raccolti è appannaggio sempre, solo ed esclusivamente della sottoscritta (in quanto presidente di un consiglio direttivo e responsabile di un registro contabile pubblico). Non per mettermi a fauci con te, Roberto, ma "scarsa trasparenza", considerato che qualcuno potrebbe ricordare che la donazione era per la mia associazione, non suona proprio bene.

RRobe ha detto...

Via i coltelli e mani ben in vista, tutti quanti.

Premesso che non sapevo che fosse tua responsabilità diretta e ricordanti che ne abbiamo già parlato (all'ultima Lucca, se non erro), rapidamente:
dopo aver mandato le cose (se non sbaglio era del materiale su JD mio e di Emiliano), non ricevetti più nessuna nuova o e-mail o informazione sull'esito della cosa.
Tanto è vero che mi andai a cercare da solo come fosse andata l'asta su ebay (era andata bene, tutto era a posto e tutti erano contenti).
Questo intendevo per "scarsa trasparenza", non che ci fossero sospetti di alcun genere.
Probabilmente avrei fatto meglio a scrivere "scarse comunicazioni" ma non è mai tardi per editare.

asbadasshit ha detto...

Ok, a posto. Difettiamo molto spesso un po' tutti in eleganza (parlo dell'associazione) e finiamo con l'essere spicci e sbrigativi proprio con le persone che ci aiutano di più. Colpa della fretta, delle troppe pressioni e anche degli eccessivi carichi di responsabilità.

Biecamente quindi approfitto per ringraziare gli ultimi donatori in ordine di tempo: Moreno Burattini (anche per disegni di Donatelli e Chiarolla), Boselli, Soldi, Spadavecchia, Verni, Perconti, Casini.

Ovviamente potrei aggiungere che le aste sono in attivo e che ogni donazione è benvenuta, ma sono una vera signora e tacerò.

Avion ha detto...

Rispondo ad andrea sulle ONLUS.
Il fatto che siano enti NON a scopo di lucro non significa che se uno ci dedica TUTTO il suo tempo non debba ricevere uno stipendio per mantenersi. In genere si tratta di poche persone, comunque, e per il resto si tratta di volontari.
Occhio, comunque, alla definizione ONLUS, che può includere soggetti molto diversi tra loro:
http://it.wikipedia.org/wiki/Organizzazioni_non_lucrative_di_utilit%C3%A0_sociale

Avion ha detto...

mi ha tagliato il link :(
vabè, basta cercare onlus su wikipedia.

Andrea ha detto...

per Avion:concordo con quello che hai detto...la onlus in questione non si è dimostrata onestissima...però un conto è che siano stipendiati i dipendenti e chi si occupa di questo a tempo pieno-e questo è più che ragionevole-un conto è che siano stipendiati i volontari "generici"...
Quello che mi ha disgustato in particolare è stato il rendermi conto che questa onlus distingue tra casi(in questo caso bimbi con malattie rere)di serie A e serie B...a seconda della pietà sulla quale si può fare leva e su quanti fondi si riescono a raccogliere...si punta quindi più su questi ultimi in quanto possibile fonte di maggiore guadagno...

questo non ha davvero niente di umanitario...

preacher ha detto...

quante tavole occorrono per costruire un pozzo in tanzania?
e siamo sicuri che costruire un pozzo in cartapesta possa servire?

Anonimo ha detto...

Ecco, lo sapevo che ci cascavo!
Gli ho pure fatto una tavola a tema!
Ma avevo già fatto una tavola per una associazione (seria) che si occupa di aiutare e togliere dalla strada le donne costrette a prostituirsi e quando mi ha scritto il Riccio non ho avuto dubbi più di tanto...Forse sono io che sono tropo ingenuo...come al solito, l'Ultima Burba!°___°
E sì che anch'io sono sempre il solito "cagadubbi"...
Vabbè...ciaooo
leo

Starsky ha detto...

Uhm, sei un disegnatore, fai una tavola a tema piuttosto che regalarne una già esistente, citi l'ultima burba e ti firmi leo...
Non sarai quel leo?
Puoi confermare anche con un semplice GH!

RRobe ha detto...

Ok, se il Leo è quel Leo, mi emoziono come l'ulltimo dei fan.

Anonimo ha detto...

...si possono fare mostre sotto gli occhi di tutti, possono intervenire personaggi per tranquillizzare...ma alla fine chi lo sa dove vanno i soldi???
ci volgiono ricevute,carte con numeri-timbri-firme...a quel punto si può veramente dire "OK i soldi ricavati dalla vendita di tutte le tavole sono finiti la..." altrimenti sono solo parole...
per questo motivo non manderò mai più nulla a persone del genere senza certezze di questo tipo!
marco

sergio gerasi ha detto...

Sì, anche a me sono arrivate. L'anno scorso e pure quest'anno.
Dato che ho un cuoricino di panna montata, ahimè, ho mandato un paio di tavole in entrambe le occasioni.

L'anno scorso non ci ho minimamente pensato, dopo la bella asta di beneficenza organizzata dalla Barbato che, a quanto ne so , era più che vera e andata piuttosto bene.

Poi quest'anno, dopo la 25ma mail di Riccio, già che dovevo andare in posta a pagare delle multe ho pensato bene di togliermi il pensiero e ho spedito.

Però quantomeno mi ha promesso delle foto di quello che farà con i soldi raccimolati.

Vedremo.

Giuseppe Di Bernardo ha detto...

Sì, scrive anche a me e molti autori de l'Insonne. Alla maggior parte del gruppo non è piaciuto lo stile. Ci siamo interrogati sulla faccenda, e siamo giunti alle vostre stesse conclusioni: sicuramente è tutto regolare, ma l'insistenza e il fatto che dopo la prima asta (almeno a me) non siano arrivare comunicazioni sulla buona riuscita della faccenda, ci ha fatto storcere un po' il naso.
Racconto questa cosa, perchè nel caso ci leggesse, forse potrà migiorare il suo approccio ;)