25.4.07

Stephen Hunter e "The Shooter".



Stephen Hunter è uno scrittore bravissimo.
Vincitore di un pulitzer per il giornalismo e autore di romanzi a mezza via tra l'harboiled con forti echi western e la fantapolitica, Hunter è uno dei scrittori più notevoli delle ultime generazioni di scrittori americani di genere.

In Italia Longanesi ha pubblicato solo due suoi romanzi: "Giocarsi la pelle" e "Il Cavaliere Pallido".
Il secondo, in particolare, è un romanzo magnifico.
Gran parte dell'opera di Hunter è suddivisibile in due filoni: i romanzi dedicati a Earl Swagger (soldato prima e tutore della legge, dal grilletto facile, poi) e quelli dedicati a suo figlio Bob Lee Swagger, ex-cecchino dell'esercito degli Stati Uniti e cane sciolto poi.

Il film "The Shooter", in sala in questi giorni, è l'adattamento del primo libro dedicato a Bob Lee Swagger, ed è davvero un buon film con uno script solido che erde qualche colpo solo nel finale, una buona la regia (di Antoine Fuqua, lo stesso del bel "Training Day" ma pure del brutto "King Arthur"), un montaggio efficace e interpretazioni convincenti.

In poche parole... consigliati sia i libri che il film.