7.4.07

Una buona e una cattiva notizia.



Partiamo dalla cattiva:
qualche tempo fa ha circolato voce che io e Lorenzo stessimo preparando una nuova serie per l'Eura.
Non è così, almeno per quello che mi riguarda.
Il mio impegno con l'Eura, per i prossimi mesi/anni è, e rimarrà, quello su John Doe.
Magari ci saranno storie su LS o SK (l'Eura ne ha davvero un mucchio in magazzino), ma non una nuova serie che mi coinvolga.

Ora passiamo alla notizia buona:
c'è qualcosa di nuovo in pentola.
E quando dico nuovo, per una volta non sto usando un'iperbole.
Non ve ne parlerò adesso e non credo che lo farò per parecchi mesi ancora, ma alla prossima Lucca (se tutto fila come deve) magari ci potrebbe essere una presentazione ufficiale del progetto (che comunque non vedrà la luce prima della primavera del 2008, ci vuole tempo per fare i giornaletti, che credete?).

E' un periodo davvero strano.

24 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma come, non dovevi scrivere una serie di fantascienza a 4 mani con Lorenzo? Ne avevi parlato a Mantova se non sbaglio.

RRobe ha detto...

Eh, appunto.
Non la faccio.

Slum ha detto...

Domande a raffica:
Scelta tua o dell'Eura?
L'hai messa nel cassetto o nel cestino?

Quando hai affermato "nella mia fantascienza non ci sono astronavi", detto da uno che crede nella Forza, eri sobrio?

Starsky ha detto...

AAARGH!!!
Mi piace molto il genere e aspettavo con ansia la nuova serie. Questa è una vera martellata alle parti basse. :(

Spero che almeno il nuovo progetto compensi questa perdita...

RRobe ha detto...

Per Slum:
- scelta mia. Non posso scrivere tutto.
- Nel cassetto. Ma è un cassetto grande.
- ero sobrio. Ma per quanto ami SW, non saprei scriverlo.

Slum ha detto...

RRobe ti faccio davvero i miei complimenti! Perchè pur avendo voglia di leggere le tue cose capisco beinissimo che oltre alla quantità è importante la qualità. E te stai dietro a JD, Garret, Battaglia, ai corti di Lancio e SK, al cinema e al libro che vuoi scrivere e chissà quant'altro.
Veramente tanta roba ed aggiungerne altra forse sarebbe pericoloso per la qualità!
Cmq
io la serie fantascientifica l'aspetto per chissà quando ;-)

Anonimo ha detto...

Secondo me, sia chiaro secondo me, me è andata così: Recchioni è appena stato a Modena, e guarda caso in questa ridente cittaduola, anche se egli non lo hai mai nominato, vi è la sede dell'editore conosciuto come Panini Comics.
Probabilmente, ma vado a braccio, Recchioni si è ivi incontrato con qualche baldo figuro nella tipologia di Francesco Meo, personaggio oramai assai altolocato, che per Panini segue superprogetti speciali tipo collane allegate ai quotidiani e, per lo appunto, progetti di autori italiani.

Tra l'altro Panini, proprio nella figura di Meo, è in qualche modo strettamente collegata alle Edizioni BD, o Alta Fedeltà che dir si volgia, del signor Marco Schiavone. Ergo si è creato un precedente post-Garret.

Dietro le quinte si profila un grande progetto, italiano et nuovo anch'esso. Con Recchioni, ovviamente. Dopodichè: (a) la Panini in grande fermento esclusivista detta la condizione che Recchioni di cui sopra non debba lavorare ad altre nuove serie che non sia la loro, ad esclusione di quelle già in corso. (b) Recchioni si rende conto della appetibilità di questo progetto italiano et nuovo, si fa i suoi calcoli economici et autoriali, capisce che deve direzionare le proprie energie esclusivamente verso di esso, ne parla con il socio Bartoli e si libera dei nuovi eventuali coinvolgimenti Eura.

Ora, come direbbe un magistrale Dennis Hopper ad un altrettanto magistrale Christopher Walken in una memorabile scena di "True Romance" che è Storia con la S maiuscola della recitazzione nel cinema contemporanneo: "Puoi forse dire che sto mentendo?"

Davide ha detto...

occhio che Hopper non fa una bella fine nel film....

Randall ha detto...

Progetto nuovo?
Per me comincerai a scrivere su Topolino.

RRobe ha detto...

Adesso devo dare un bcio all'anonimo e sparargli?
Dio quanto amo Walken in quella scena.

Comunque: bella e fantasiosa ipotesi.

Hytok ha detto...

Slum, dimentichi Dylan Dog.

RRobe ha detto...

Per Slum: i corti di LS e Sk, li ho mollati da tempo. E' l'Eura che non li programma (avrà almeno un 200 pagine in archivio).
Battaglia e Garrett sono "finiti".
Garrett sta nella sua "seconda fase" e sta approcciando ora la "terza"... ma non è più un tipo di impegno diretto.
Battagli... è inutile che mi metta a lavorare sulla storia seguente quando Leo non ha ancora finito quella attuale.

Per il futuro, gli impegni sono i seguenti:

John Doe fino a conclusione.
Dylan Dog e Diabolik fino a quando mi vorranno.
Un progettino eversivo, provocatorio e totalmente indy.
Questa cosa nuova e grossa.
Un'altra cosa di un certo impegno per i mercati internazionali.
Completare il libro (che sta procedendo bene).

Slum ha detto...


mica cotiche :-D

Hytok ha detto...

Fantafumetto:
Dopo un esordio in una mini di 6 albi su Moon Knight, ed un anno su Astonishing X-Men, RRobe scriverà e coordinerà il nuovo megaevento Marvel del 2010!

madmac ha detto...

scusa l'ot, ma deduco dal fatto che se l'Eura ha in archivio mille tue storie brevi (e chissà quante altre) e non le pubblica, eventuali proposte di questo tipo da parte di autori esordienti difficilmente vengono prese in considerazione. puoi dirmi qualcosa a riguardo?

p.s.: nella lista delle cose da fare ricorda di mettere i suggerimenti per il book degli sceneggiatori... magari prima di Lanciano :D

RRobe ha detto...

No. L'archivio dell'Eura non preclude la programmazione.
Ci sono mille ragione per cui una storia non venga programmata rispetto ad un'altra.

Marco S ha detto...

"Ergo si è creato un precedente post-Garret."

conosco diversi anonimi che si esprimono con questa proprietà di linguaggio. e per fortuna ho smesso di frequentarli. scommetto 10 a 1 che questo è uno di loro: a volte ritornano.

Starsky ha detto...


Dietro le quinte si profila un grande progetto, italiano et nuovo anch'esso. Con Recchioni, ovviamente. Dopodichè: (a) la Panini in grande fermento esclusivista detta la condizione che Recchioni di cui sopra non debba lavorare ad altre nuove serie che non sia la loro, ad esclusione di quelle già in corso. (b) Recchioni si rende conto della appetibilità di questo progetto italiano et nuovo, si fa i suoi calcoli economici et autoriali, capisce che deve direzionare le proprie energie esclusivamente verso di esso, ne parla con il socio Bartoli e si libera dei nuovi eventuali coinvolgimenti Eura.

Ricostruzione molto intrigante che non mi sento di escludere.
Però andrebbero considerati alcuni elementi.
1) Non è detto che abbia incontrato Meo (o solo lui). La Panini è una casa editrice dinamica composta da diverse figure professionali.
Inoltre Panini può produrre di tutto: fumetti umoristici alla Rat-man, personaggi marvel interpretati da autori italiani, e anche miniserie similbonelli come Arkain. Io non escluderei un summit con MML e altre due-tre persone.
2) Non è detto che qualcuno della Panini gli abbia imposto l'esclusività. Potrebbe essere stato Rrobe a ragionare sul tempo disponibile da dedicare ai vari impegni.
3) Anche se tutta questa ricostruzione fosse vera o verosimile, non ci sarebbe assolutamente nulla di male.
4) Roberto sarà pure un fumettista con i controcazzi ma non si sa tenere un cecio in bocca :asd:

Slum ha detto...

E' giusto essere cristallini nella vita!

asbadasshit ha detto...

>4) Roberto sarà pure un fumettista con i controcazzi ma non si sa tenere un cecio in bocca<

Straquoto, anche se io avrei usato una metafora meno elegante...

RRobe ha detto...

Ma la mia zia Modenese come la inquadrate nel contesto della vostra ipotesi di complotto?

Rossano ha detto...

Io apprezzo più un autore che ogni tanto molla una chicca ai propri aficionados che un autore abbottonato come un muto, pure timido, che magari tratta le sue cose come il terzo o quarto segreto di fatima... invece, spero che qualsisi progetto editoriale, non precluda la strada a nuovi autori. J.Doe, come Dante, oltre a dare impulsi allo sviluppo artistico di nuovi e talentuosi disegnatori, ha permesso loro di essere scoperti e visti crescere... cosa un po' difficile, visto il panorama editoriale di qualche anno fa, decisamente avido di palcoscenici.

Cassidy ha detto...

Lascio a(l) tempo e al RRobe il momento di svelare le carte i piani i pacchi e i contropaccotti.
come sempre massimo rispetto e buon lavoro!

Dario ha detto...

Semplice, tua zia è marco marcello lupoi, caso risolto.