4.4.07

Vampire del cazzo.


In genere sono donne.
I genere sono convinte di avere la verità in tasca e che il paziente che si trovano davanti è un idiota che mai, prima di allora, ha avuto a che fare con un ago.
In genere non sentono una sola parola di quello che gli dici e ti trattano come un bambino di due anni.
Ora... io ho delle vene delle braccia incasinate.
Ho fatto una tale quantità di prelievi e trasfusioni, messo una tale quantità di flebo, agocanule, butterfly e via dicendo... che beccare la vena giusta non è una cosa semplice.
Ma se ti dico che le vene del braccio sinistro sono più difficili e che non conviene farmi il prelievo nell'incavo del braccio (dove, oltretutto, fa più male e il segno rimane per più giorni), ma più in basso, a metà del braccio vero e proprio., dove le mie vene funzionano... ma perché non mi devi stare a sentire?
Perché devi guardarmi con un sorriso acondiscendente e poi fregartene il cazzo di quello che ti ho detto?
Questa mattina mi ci sono messo di punta: ho spiegato tutto all'analista, come faccio di solito.
Lei mi ha sorriso, annuendo e non sentendo una parola, esattamente come fanno di solito.

Primo buco.
A vuoto.
Secondo buco.
A vuoto.
Terzo buco.
A vuoto.

"Adesso mi stai a sentire, stronza?"
"Ma lei mica mi si può rivolgere in questa maniera, sa?"
Certo che posso, danata vacca ebete in camice bianco, il braccio è il mio e adesso fai il prelievo dove ti dico, porcaputtana!
Alla fine, al quarto tentativo, infilando l'ago esattamente dove le indicavo e tenendo una smorfia di disapprovazione sul volto per tutto il tempo, la stronza ce l'ha fatta e io me ne sono andato vittorioso.
A cinque metri dal laboratorio analisi mi son sentito male ma questo è un'altro discorso.

Viva le infermiere, gli infermieri e i paramedici, cazzo.
Almeno loro sono gente che, in linea generale, sanno fare il loro lavoro perché lo fanno tutti i giorni, con frequenza, su pazienti di ogni tipo e certe volte in situazioni davvero difficili.
E capita pure che, ogni tanto, ti stiano a sentire.

Dio come mi girano le palle.

8 commenti:

madmac ha detto...

delusione, pensavo fosse il titolo di un porno

dario dp ha detto...

come ti capisco...
ma non sono solo donne...

ancora mi ricordo il prelievo in arteria fatto praticamente al buio da quell'imbecille di dottore... cazzo mi ha fatto più male della biopsia al midollo :\

veritas_aequitas ha detto...

ma almeno la tua vampira era come quella della foto? :P

Slum ha detto...

Saresti stato un vero figo se te lo levavi da solo il sangue! Così te ti spolpavi il braccio e lei rimaneva shockata tutta la vita!

Randall ha detto...

E di solito sono pure cesse!

asbadasshit ha detto...

RRobe santo subito!
"Ascolti, sull'avambraccio le vene mi si spezzano subito, dia retta."
"Ce n'è una bellissima poco sopra il polso."
"No, signora, guardi, la prenda sul braccio o in mezzo al gomito."
"Stia tranquilla, non le farò male."
"Sì, mi farà male ma non importa, non è questo il punto. Vada sul braccio."
Otto vene spezzate dopo (su entrambi gli avambracci) finalmente mi ha piazzato la flebo a metà braccio. A due mesi di distanza ho ancora i segni.
E sono anni che vado avanti così.
Siamo compagni di vena, va'.

Melo! ha detto...

hai tutte le ragioni di questo mondo!
io ho le vene in ottima salute invece, ho fatto un bel po di prelievi e mai avuti problemi..

Riccardo ha detto...

Fai tanto la fighetta ma ti dimentichi di dire che queste vampire del cazzo, come le chiami tu, si fanno anche 40 ore di straordinari al mese senza essere pagate. Il tutto all'enorme stipendio di 1400 euro al mese. E dopo avere fatto l'università. Una volta ho sentito un coglione che diceva che il suo stipendio di 1900 euro era meritato perchè ha un posto di responsabilità essendo alle spedizioni internazionali di un'azienda... Ma andate a cagare... responsabilità... noi rischiamo i tribunali ogni giorno per colpa di merde che cercano di arrichirsi andando dagli avvocati. Poi caro Randall.. forse sarai abituato ad avere in casa la cessa di tua sorella