16.5.07

Agenda.




"Milano.
Sono ancora soltanto a Milano."


Ultimamente mi sembra di essere in tour.
Da quando i miei referenti editoriali si sono diversificati, non faccio altro che prendere treni e andare a zonzo.
Bello.
Ma anche stare a casa con la mia donna, grattandomi la pancia e guardando serie televisive, non mi dispiacerebbe.
Animo da rocker de noantri, fisico da lanciatore di graffette e aspirazioni da pantofolaio.

Comunque sia, il programma per il futuro è questo:
domani sera torno a casa e, se tutto va come previsto, e la mia intenzione è quella di godermi la mia donna, la mia mamma, gli amici e il cane, andare a un mucchio di concerti e a un paio di matrimoni, finire un paio di videogame, vedere quante più serie televisive possibili e leggere quanti più libri e fumetti possibili, restare in forma decente.
E scrivere tanto ma davvero tanto.
Ho lavori arretrati e disegnatori pazienti a cui dedicarmi con attenzione, cose nuove da iniziare e cose vecchie da finire.

Per quello che riguarda strettamente il blog... sto preparando un paio di cose interessanti che vedrete nei prossimi giorni:
una roba a proposito di editoria e fumetti (la cena con Altieri e DiMarino mi ha dato davvero di che pensare) e che spero dia vita a una discussione interessante e la, a lungo promessa,"guida scellerata per gli aspiranti sceneggiatori".

A conti fatti, questo blog, nato come sfogo delle mie paure e depressioni... si sta trasformando in un qualcosa di diverso, a mezzo via tra l'intrattenimento, l'arena, la tavola rotonda e della sana attività onanistica.
Meglio così.
Vuol dire che la mia controparte aveva ragione a deridermi di tutto quell'inutile piagnisteo.

Un saluto dal vostro affezionato RRobe di quartiere.
Restate affamati.