18.5.07

Mistica, feticismo, retorica e cazzate varie.



"Questo è il mio fucile.
Ce ne sono tanti come lui ma questo è il mio.
Il mio fucile è il mio migliore amico.
È la mia vita.
Io debbo dominarlo come domino la mia vita.
Senza di me il mio fucile non è niente.
Senza il mio fucile io sono niente.
Debbo saper colpire il bersaglio.
Debbo sparare meglio del mio nemico che cerca di ammazzare me.
Debbo sparare io prima che lui spari a me.
E lo farò.
Al cospetto di Dio giuro su questo credo.
Il mio fucile e me stesso siamo i difensori della patria, siamo i dominatori dei nostri nemici, siamo i salvatori della nostra vita e così sia finché non ci sarà più nemico ma solo pace. Amen."

-preghiera del corpo dei Marines-

"La katana è l'anima del samurai"
-il libro dell'hakagure-

"Il design di una cosa non è come quella cosa appare o si percepisce, ma come quella cosa funziona."
-Steve Jobs-

Lo ammetto, sono un feticista degli strumenti di scrittura.
Il mio portatile è più che un computer.
E' il mio revolver a sei colpi, la mia katana, il mio fucile.
E' il contenitore della mia anima.
Lo tengo pulito, lo tengo aggiornato, lo tengo affilato, lo tengo affamato... e lo tengo sempre al mio fianco.
Propio come un bushi fa con la sua spada.
Seguo la via dei meifumado attraverso i sei sentieri e le quattro vie e lo faccio con un computer portatile al fianco.
E intimamente me ne bullo una cifra.