28.6.07

Cose andate perse.


Ci sono state un sacco di cose che mi sono piaciute poco nei commenti seguiti alla polemica Bottero/Schiavone.
Ma la cosa che mi è piaciuta di meno in senso assoluto son certi commenti che ho letto da parte di amici più che decennali, sia nei mie confronti, sia nei confronti di qualche altro amico ugualmente più che decennale. Nulla di professionale, solo questioni personali che mi hanno lasciato deluso.
E allora mi sono messo a riguardare vecchie foto, alla ricerca di quello che è andato perso.
La profonda riflessione che ne è nata è la seguente: ma come cazzo andavamo conciati 10 anni fa? L'unico che è rimasto uguale come allora è Stefano. Qualcosa vorrà pur dire, nel bene e nel male.

Bertelè, Recchioni, Leomacs, Cajelli. Lo stand era quello della scuola di fumetto di Milano.


Cajelli e Recchioni. sullo sfondo si nota Palumbo.


Sempre Cajelli e Recchioni. Lo stand era quello della Downcomix.


La Scuderi, Farinelli, Leomacs.


Leomacs e il sottoscritto. Un mucchio d'anni fa.


Cajelli.


Betta, S3keno, Bertelè nel primo stand della Factory.

Eisner che loda un albo Factory ("Simbolo" di Cajelli e Bertelè).

p.s.
Ottokin e Walter ringraziatemi: non sono riuscito a trovare delle vostre foto del periodo.