8.6.07

Guida Scellerata per Aspiranti Sceneggiatori (parte prima)


Partiamo da un presupposto.
Se volete davvero intraprendere la carriera di sceneggiatore fumettistico, dovete partire con l'idea che fallirete.
Perché è quello che, al 90% dei casi succederà.
E questo non dipende dalla vostra capacità o dalla disponibilità del mercato, dipende solo dall'assenza di una figura professionale importante nel mondo del fumetto: quella del "lettore redazionale".
I curatori di ogni testata e casa editrice sono gente impegnata. Orrendamente impegnata. Devono portare avanti le loro testate, devono stare dietro ai disegnatori, devono rileggere le sceneggiature degli sceneggiatori con cui lavorano, devono badare alla scadenze, alle scalette, alla programmazione... il tempo di mettersi a leggere, con cura, le sceneggiature che gli vengono mandate da totali sconosciuti, non lo troveranno mai.
Quindi, mettetevi il cuore in pace. A meno che voi non siate quel caso su un milione che permette al sogno di restare in vita (come Paola Barbato, ad esempio), non avete alcuna possibilità di farcela.
Chiudete questa pagina adesso. Aprite Google e cercatevi un lavoro più credibile.







Perché cazzo siete ancora qui, si può sapere?
Come dite? "Se ce l'hai fatta tu, ce la può fare chiunque?"
Vero. Ma io non ce l'ho fatta.
Io non sono nato come sceneggiatore ma come disegnatore. E ci sono voluti anni per riuscire a far capire che le storie che avevo in mente erano migliori dei pupazzi che disegnavo.
Voi sapete disegnare? Se sapete disegnare, anche maluccio, fate quello. E nel contempo raccontate le vostre storie.
Un sacco di gente ha iniziato così.
E' più facile far leggere una storia disegnata che una sceneggiatura. Ci vuole meno tempo.
Se proprio non sapete tenere una matita in mano, trovate qualcuno che la tenga per voi. Cercate un disegnatore di belle speranze, attaccatevi a lui come una tenia e fatevi portare a strascico.
Dite che vi sentite vagamente parassitari? Bene! E' questa la condizione naturale dello sceneggiatore di fumetti.
Andare a spasso sulle spalle dei giganti: pensate a Jodorowsky e il resto vi verrà facile.

Se non avete alcun disegnatore a cui rivolgervi, abbiate almeno l'accortezza di mandare la vostra roba a qualcuno che ha il sentore della vostra esistenza (rileggetevi il topic LA CENA DEI CRETINI a tal riguardo).

Se invece volete proprio intraprendere la strada più dura, quella in cui consegnate i vostri file word così come sono, nudi e crudi... aspettate la prossima puntata.