5.6.07

Chi tocca il giallo, MUORE!


Degli impicci del mondo dei manga in Italia, ne so poco. So che ci sono e che sono piuttosto feroci e che certe volte diventano piazzate pubbliche (l'ultima quando è stata? A una Lucca di due anni fa?).
Però è più una roba che avverto come un "rumore di fondo": non conosco a fondo i "players" e non so bene che tipi di rapporti leghino una casa editrice con l'altra.
A dire il vero, la cosa non mi interessa manco tanto... però a leggere una notizia del genere, uno rimane basito:

L'ennesimo vigliacco attacco a d/visual
Nella serata di oggi, 1 giugno 2007, l'amministratore di d/visual, Federico Colpi, e' stato dapprima pedinato all'uscita di un appuntamento di lavoro e quindi assalito da due sconosciuti armati. Solo la sua presenza di spirito gli ha consentito di sfuggire all'agguato, ma i due assalitori sono riusciti a dileguarsi prima dell'arrivo delle forze di polizia.
E' solo l'ultimo atto di una continua escalation di attacchi a d/visual e a Dynamic Planning che si sono susseguiti nelle ultime settimane. Ancora una volta e' stata sporta denuncia contro ignoti alla polizia di Totsuka, gia' messa in allerta dalla scorsa settimana dopo una serie di telefonate minatorie anonime.
d/visual non e' nuova a fatti simili, che anzi sembrano la fedele ripetizione di cose gia' accadute cinque anni fa e che quindi sospettiamo essere frutto dell'azione delle medesime persone e dei medesimi mandatari. Ribadiamo il nostro assoluto impegno a continuare la nostra attivita' nella massima autonomia di azione e di parola, ben consci che questo significa farsi numerosi nemici in un ambiente dominato dall'ipocrisia come quello dell'editoria italiana. Parafrasando Jinmen di "Devilman", essere odiati significa anche essere forti, e quindi temuti. Siamo orgogliosi dei successi raccolti da d/visual in un arco di tempo tanto limitato e promettiamo al pubblico che simili gesti di intimidazione avranno come unico effetto quello di spingerci ad offrire iniziative e sorprese sempre piu' interessanti e coinvolgenti!


Il messaggio è pescato dal sito della D-Visual e la notizia è rimbalzata su Comics Blog.
Ma che è? La Yakuza Vs. Go Nagai?
A leggere certe cose viene da pensare che al confronto, il settore dei fumetti italiani sia fatto da amabili agnellini!

16 commenti:

andrea ha detto...

mmmm... come suona strana questa cosa, un'attacco così al direttore (?) di una casa editrice che pubblica 4 testate in croce, con vendite stra esigue. Mah!

Emanuele "∞" Vulcano ha detto...

A quanto ho potuto capire di seconda mano, le notizie relative a Colpi hanno sempre del sensazionale, e a quanto si dice non sempre a ragione.

Così quando appaiono notizie come queste c'è sempre chi le prende con scetticismo -- anche se magari sono vere come pare in questo caso.

Emanuele "∞" Vulcano ha detto...

(Mi scuso per l'abbondanza di pare e a quanto si dice... ma è tutto di seconda mano :( )

Anonimo ha detto...

la cosa veramente strana è che (se non ho capito male ) l'attentato è avvenuto in giappone ma nel comunicato si fa cenno ad un ambiente dominato dalla ipocrisia quale quello dell'editoria italiana!?!?!?

Che Bottero abbia pagato qualcuno della yakuza per fare fuori Colpi?
Che Bonelli sia legato a doppio filo con la mafia giapponese?
Che la Panini e la CIA usino gli uomini gialli per eliminare possibili concorrenti (mmmh... forse questa non è tanto campata in aria)?

werther

Niccolò ha detto...

ed io che pensavo che nel mondo del fumetto italiano si viaggiasse tutti con il coltello tra i denti.
Giuro che non lo penserò più.

Anonimo ha detto...

bottero ha pagato bonelli, che nasconde foto compromettenti su panini e planeta, e tutti quanti sono andati e hanno riempito di mazzate bovini.

poi passavano di lì e Colpi è stato un benefit incidentale.

alessandro bottero

Anonimo ha detto...

La polizia di Totsuka??

madmac ha detto...

minchia che storia, sembra un manga. solo che manca la tettona

Thomas Magnum ha detto...

Montatura? Boh.
Se così non fosse viene da pensare che è assurdo che uno rischi la pelle per delle sovracopertine con la stampa a caldo e la verniciatura UV...

priccio ha detto...

alla prossima lucca burchielli si farà esplodere dentro lo stand della BD gridando "firenze akhbar"

:-)

Baldassarre ha detto...

a me sembra un esagerazione... e poi se mi "tendessero un agguato"(datemi pure del vigliacco) col cavolo che continuerei a "Ribadire il nostro assoluto impegno a continuare la nostra attivita' nella massima autonomia di azione e di parola"
mi ritirerei subito :)

Comunque ribadisco che ci credo poco :)

ROB101 ha detto...

GOOOLDRAAAAKEE!!!!

S3Keno ha detto...

Ah ah ah, che cazzatona!!!
Ha ragione Werther, su... è una notizia preparata a tavolino (e pure male) nella speranza che facesse un po' di eco nel web, tanto per trovarsi il nome dell'azienda su Google!!!
"E' stata sporta denuncia contro ignoti alla polizia di Totsuka, gia' messa in allerta dalla scorsa settimana dopo una serie di telefonate minatorie anonime"... e poche righe sotto: "Ben consci che questo significa farsi numerosi nemici in un ambiente dominato dall'ipocrisia come quello dell'editoria italiana"... cioè, che significa?
Che l'ipocrita editoria italiana (una specie di consorzio, quindi) ha ingaggiato e spedito questi due assalitori armati a Totsuka?!?
Dio cosa non si inventa la gente.
Almeno scrivessero cose verosimili.

Gemini ha detto...

Che Colpi sia stato aggredito ci credo, ma che sia colpa di qualcuno qua in Italia, la vedo dura a crederci.
P.S. Vendite esigue la D/Visual??? Sta cippa!!! I manga vendono un botto e i DVD di Goldrake, sembrano andare molto bene, a sentire qualcuno che si è informato presso dei rivenditori.

Baldassarre ha detto...

ma se anche vendessero tantissimo non si giustifica comunque un agguato!
Allora alla bonelli che gli dovrebbero fare gli altri editori...

Anonimo ha detto...

una volta ci hanno provato anche con Bonelli ma lui spara troppo veloce....e comunque queste faide da piccolo mercato delle pulci hanno veramente un gusto stoppaccioso

werther