11.7.07

Dylan Dog Color Fest & XL






Dal Giornale di Sergio Bonelli:
L’8 agosto esce finalmente nelle edicole italiane il primo numero del Dylan Dog Color Fest, la nuova collana annuale dedicata alle avventure dell’Indagatore dell’Incubo. Un volume antologico che raccoglie quattro storie inedite, per un totale di 128 pagine, totalmente a colori e stampate su carta bianca e di grande qualità, scelta apposta per esaltarne l’aspetto cromatico. Una pubblicazione che nasce con il dichiarato intento di dare a sceneggiatori e disegnatori anche di estrazione “non bonelliana” la possibilità di misurarsi con l’investigatore di Craven Road. E, cosa altrettanto importante, di farlo con quella libertà creativa che solo un’albo antologico come questo può offrire e, per di più, nello splendore del technicolor. All’interno di questo primo numero, quindi, è possibile ammirare all’opera artisti già conosciuti al pubblico dylaniato, come Giampiero Casertano, Bruno Brindisi, Tito Faraci e Giovanni Di Gregorio, ma anche firme insolite come quella di Giovanni Gualdoni e Roberto Recchioni per i testi e Davide Gianfelice e Massimo Carnevale per i disegni. A Carnevale, poi, va la menzione d’onore di aver colorato personalmente la propria storia (scritta da Recchioni) che, oltretutto, sarà pubblicata, in due puntate e in grande formato, all’interno dei numeri di agosto e settembre della rivista XL, supplemento mensile di Repubblica dedicato a musica, spettacolo, fumetti. Sempre a proposito di colori, vi segnaliamo che tre dei quattro racconti del volume portano la firma del rinomato Studio Tenderini, lo stesso che ha pitturato a computer l’episodio 250 della serie regolare. Un albo che ha raccolto grandi consensi tra gli appassionati, oltre che per la suggestiva storia di Tiziano Sclavi e per gli affascinanti disegni di Bruno Brindisi, anche per l’innovativa colorazione ideata da Emanuele Tenderini e dal suo staff di giovani talenti (se l’avete persa, vi consigliamo di recuperare l’intervista che Brindisi e Tenderini hanno rilasciato al nostro sito riguardo questo albo). Tornando alle novità introdotte dal Dylan Dog Color Fest, dobbiamo citare il fatto che la copertina del volume è stata realizzata dalla guest-star Gabriele Dell’Otto, un illustratore che si è guadagnato fama e fortuna in America lavorando sulle cover delle principali serie di supereroi. Nei prossimi anni il testimone delle copertine del Color Fest (e anche quello relativo ai contenuti dell’albo) passerà nelle mani di altri autori che forniranno, di volta in volta, ai lettori la loro visione personale dell’Indagatore dell’Incubo.



Nota a margine:
La copertina di XL dovrebbe essere dedicata a Dylan e disegnata da Stano. Da quanti anni era che un personaggio dei fumetti non otteneva una copertina su un giornale popolare senza dover apparire nella sua trasposizione filmica? L'ultima copertina "a fumetti" che ricordo era quella di Max del 1993, sempre con Dylan Dog.

25 commenti:

Riccardo Torti ha detto...

Inutili i vari complimenti a tutti! Non vedo l'ora di avere quest'albo tra le mani.
Invece una domanda un po retorica. Dell'Otto sbaglio o sa fare di meglio, molto di meglio?

neikos ha detto...

Ogni volta che vedo una tavola del Dyd di Massimo Carnevale mi commuovo.

Robe, quanto vuoi per inviarmi via mail tutte le tavole dell'episodio in anteprima? :asd:

joel ha detto...

bello bello ma quel "COLOR FEST" arcobaleno é orrendo!

Randall ha detto...

In effetti...
Comunque il fatto di aver anche solo citato Demian dopo tanti numeri merita un applauso. ;)

millefate ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
foolys ha detto...

la grafica lascia a desiderare, lo ammetto, ma non vedo l'ora di averlo fra le mani...
e anche io ricordo solo quell'ormai vekkio Max...

Thomas Magnum ha detto...

Yeah!
Da ex dylaniato lo riprenderò con gioia. Da exXL (ho preso solo i primi 3 numeri e quello in omaggio a Lucca l'anno scorso) idem.
Da Carnevalofilo sto smaniando per gustarmi ogni singola vignetta.
Da wannabe ti invidio (ma è un'invidia sana, almeno per ora) e mi complimento.
Da grafico rabbrividisco davanri a quel Color Fest degno di una guida tv.
Da estimatore di Dell'Otto concordo con Torti.
Da appassionato lettore parte il countdown per l'8 agosto.

ps: rrobe se hai un secondo mi rispondi al commento sul post Contenuti Speciali 50 - expanded? Grazie anticipazie.

IL GABBRIO ha detto...

Ok, ok...tu posta pure tutte le anteprime che vuoi...intanto, io, muoio nell'attesa di agosto!!!

Cassidy ha detto...

ma sarà allegato a xl o sarà all'interno? tutto ciò influirà sull'aquisto...

Gianfranco ha detto...

Penso sara' all'interno, tra le pagine che normalmente dedicano alla sezione fumetti. Bello tutto, non vedo l'ora che esca.. peccato per il logo "color fest", il nome non mi dispiace perche mi riporta a 15 anni fa, il logo invece e' bruttino!

-harlock- ha detto...

Non vedo l'ora. Oltre che per il lavoro tuo e di Carnevale, anche per gustarmi il lavoro di Davide!

L'immagine di Dell'Otto è come sempre ottima ma quel logo è agghiacciante.

Daniele ha detto...

Fremo da mesi, cazzo. Ormai ci siamo, via...

"L'ultima copertina "a fumetti" che ricordo era quella di Max del 1993, sempre con Dylan Dog."

Errore. Comprati "Mucchio" di gennaio 2007 ;-)

S3Keno ha detto...

Giusto, Daniele.
Quella con il prete pedofilo col l'erezione sotto la tonaca, no?
Ad ogni modo "Il Mucchio Selvaggio" - il cui diretùr è appassionato di fumetto - ogni tanto lo fa. Anche QUESTO mese, con Bart Simpson.
E anche con lo stesso Dylan Dog: in copertina nel numero di Luglio 2005.

DIFFORME ha detto...

UAAAHHH-AAAHHH-UUUHHHHH!!!!
ma che è quella "cosa" messa sotto il logo "dylan dog"(di per se già obsoleto)?!?!
è un fake, giusto?
forse un provocazione artistica?
o un sabotaggio?!?
ma lo pagano pure l'autore di quello scempio?

per il resto leggeremo, i disegni postati promettono bene...

Nonno Metallo ha detto...

"Il mucchio selvaggio"? azz, ancora esiste?

non è che gira anche Popster, magari? Iesus, i ricordi...

Il Firmatore ha detto...

c'are dylan dog anche sulla copertina uno dei primi numeri di Noir....

Fabio... ha detto...

Com'è che si chiamava?
"word art"?

Parlo di dieci anni fa, facevo le scritte colorate in word e mio padre me le stampava con la stampante ad aghi sulla cartacontinua... :asd:

RRobe ha detto...

In effetti ce ne sono state (anche se non definirei Mucchio e Noir come riviste popolari).

Perissi ha detto...

Bruttissima copertina!

rae ha detto...

voglio il premio cagacazzi dell anno dicendo che le lame dei mostri sono veramente fatte male.

smoky man ha detto...

l'aspetto anche io (ed era da tempo che non aspettavo un DD) ;)
ne ho parlato anche sul mio blogghe...
Grandi nomi da cui ci si aspetta grandi cose. Bruttina la grafica di copertina, specie il logo della testata... mi piace la cvr di Dell'Otto anche se avrei preferito un'immagine + corale e non solo DD-centrica ;)

smok!

KoTa ha detto...

Complimentissimi a tutti, sia alla scuderia Bonelli che a quella Eura.
Non vedo l'ora di vedere i lavori di Davide e Massimo, e di leggere le tue storie Rrobe.

p.s.: Complimentissimi per il 50 di JD, è stupendo, ed invidio troppo Accardi perchè ha avuto la fortuna di disegnare un numero così pieno d'azione...veramente, il numero che mi sarebbe piaciuto disegnare.
Bella!

senility ha detto...

"...stesso che ha pitturato a computer ..."

che tenerezza!

ausonia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
ausonia ha detto...

il logo è orribile. quel "color fest"... mammamia. sembra davvero "pitturato a computer".......... tremendo. ma cosa aspettano ad assumere un nuvo grafico? qualcuno gli dica che siamo nel 2007, per favore.