25.7.07

Esperimenti di un fancazzista...

Comic Life è nato come un programma "gioco" ma grazie agli aggiornamenti si sta evolvendo in uno strumento che potrebbe diventare presto professionale.
A conti fatti, nella sua ultima incarnazione, rende possibile impaginare un fumetto in un tempo realmente ridotto e con risultati praticamente professionali.
Avendo la voglia di sbattersi e curare le cose per benino, sono sicuro che si potrebbe usare per lavorare sul serio.

Io, ovviamente, la voglia di sbattermi non ce l'ho... ma questo non significa che non mi diverta a cazzareggiare con questo programma.
Oggi poi m'è balzata alla mente un'idea malsana: vedere se era possibile fare un fumetto senza mettere mano a nulla. Niente disegni, niente roba fatta espressamente, solo Google, Comics Life e la camera integrata del Mac (non una macchinetta fotografica digitale che a fare le foto, scaricarle e poi sistemarle è troppo sbattito). Ho bandito persino Photoshop e la tavoletta grafica.

Sono partito dalla base di una mia vecchia storia e poco più di un'oretta dopo ho partorito questo:
Cliccateci sopra per ingrandirle.
Poi mi sono rotto e ho lasciato perdere.
Ora, sia chiaro: lo vedo da solo che il risultato è grezzo... ma io non mi sono nemmeno preso la briga di capire bene come funzionano gran parte delle funzioni di CL. Ho solo aperto il programma e pasticciato.
Se questo software continuerà a venire sviluppato in questa maniera, mantenendo la sua estrema flessibilità e facilità d'utilizzo, a breve chiunque potrà fare fumetti più che dignitosi, pur non avendo capacità di disegno.
Ovviamente a patto che questo chiunque sia dotato di una macchinetta fotografica digitale, qualche conoscenza di Photoshop senso della narrazione, conoscenza delle grammatiche fumettistiche, un pizzico di talento e qualche idea.




No, Donne Arrabbiate... per voi non c'è speranza comunque.