4.7.07

Meno male che ci sono gli amici...

Visto che sono prigioniero in casa fino a quando una tac e una eco non diranno che posso sospendere la cura di antibiotici che sto facendo, i miei amici vengono a trovarmi. Qualcuno porta un fumetto, qualche altro un film... Betta m'ha portato la discografia completa di De André in un megacofanetto ultralusso con tutti gli album e altra roba.
Bello cazzo! De André è uno dei pochi cantautori italiani che mi piacciono ma non mi sono mai applicato per avere davvero TUTTO quello che ha fatto in maniera organica e ordinata. Una splendida occasione per risentirselo tutto da capo!

Ora però, diciamocelo, De André non è certo un allegrone. Persino le sue canzoni più divertenti sono comunque venate di una triste ironia che potrebbe spezzare le reni anche a Pollyanna.
Quindi, come se non bastasse il cattivo umore, le difficoltà nel riprendere a scrivere con continuità, la vaga e negata depressione e gli acciacchi... adesso ho pure 450 MB di splendida musica che canta di miserie, povertà, amor perduti e quanto altro. E il bello è che non riesco a smetterla di sentirla.

Meno male che ci sono gli amici.
Marco, se mi leggi, portami i Cinderella.