23.8.07

Caro amico ti scrivo...



Ciao, Frank.
Ti ricordi di me? CI siamo visti tanti anni fa, in quel di Roma.
La prima volta tu mi hai detto: "Hi!"
E io ho risposto: "gnnnfghhhhh".
Che ci vuoi fare... l'emozione gioca brutti scherzi.
Specie quando sei un ragazzetto che stringe la mano al suo idolo fumettistico.
La seconda volta che ci siamo visti io ti sono venuto contro in una discoteca romana.
Io ho detto "Scusi..."
Tu non hai detto niente ma io ho letto nei tuoi occhi un monologo interiore a base di piombo, pioggia e vendetta.

Mi hai anche firmato un tuo albo (Daredevil 168, l'albo orginale) e ci ha scritto: good wish!

Ecco, quella dedica è stata di buon augurio e io ritengo di avere un debito con te, non fosse altro per la roba che ti ho rubato in tanti anni di disonesta carriera fumettistica.
Oggi voglio saldare quel debito.
Frank, stai a sentire un amico: lascia perdere con questa storia.

In primo luogo: TU NON SEI UN REGISTA.
Non importa cosa possano averti detto i tuoi nuovi amici e non conta nemmeno il fatto che ti hanno portato sul set di "Sin City" a far finta di aver voce in capitolo.
Tu non sei un regista e anche i tuoi amici lo pensano.
Dici che sono ingiusto?
Allora spiegami una cosa:
perché non ti hanno chiamato a girare uno dei trailer che accompagnano "Grindhouse"? Tutti gli altri amici registi li hanno chiamati, anche quelli scarsi. A te no.
E' una cosa che dovrebbe farti riflettere.

E non ti stai chiedendo perché Rodriguez ha affermato che non sa quando e SE tornerà a girare un secondo "Sin City"? Ma non aveva detto che voleva farne ben quattro?
E' gente di cinema, Frank. Aprono la bocca e gli danno fiato.
Vai a chiedere al tuo amico Allred che fine ha fatto il film su "Madman" che avrebbe dovuto girare Tarantino.
Oppure chiedi a Tarantino stesso a che punto è con "Inglorious Bastard".

Secondo punto:
Forse hai fatto confusione ma guarda che "Spirit" NON è un tuo personaggio.
E' vero: lo hai copiato un sacco di volte, sin dagli albori della tua carriera... ma non è un personaggio che hai creato tu.
Tu hai Sin City, i coatti spartani e via dicendo.
Ma non hai creato Spirit.
E pure se hai chiacchierato un sacco di volte con Eisner, questo non ti da il diritto di appropriarti di qualcosa di suo e spacciarlo per tuo.
Altrimenti io, domani, in virtù della nostra lunga amicizia e del fatto che ti ho rubato un sacco di roba, faccio un film su "Harboiled".

Lo so, sei frastorato.
Hollywood, il culo di Rosario Dawson e quello di Jessica Alba, il successo, la cocaina... ma Frank, è meglio che ti svegli perché la favola sta per finire.
Zack Snyder adesso sta lavorando su "Watchmen" (ancora quel dannato Alan Moore...) e tu sei stato così scemo da non far salvare neanche uno spartano, precludendoti la via del facile sequel.
Rodriguez, come detto, sembra non voglia saperne di continuare "Sin City".
Tarantino si nega al telefono e non ci si sono altri tuoi fumetti da cui valga la pena trarre un film (come dici? "Martha Washington"? Ma non scherziamo, dai...).

E' meglio che tu torni a fare quello che sai fare.
Il fumettaro.
Non vedo l'ora di leggere cose tue nuove ma, no... non sono per nulla ansioso di vederti mentre stupri il personaggio di Will Eisner.

Torna in te, Frank.
Torna tra gli amici che ti vogliono bene e ti perdonano anche cose come "Hell and Back".


p.s.
per la cronaca, Frank... prima che nascano ulteriori fraintendimenti: neanche Batman è un tuo personaggio. Inutile che tu vada a battere cassa in casa DC per il nuovo film di Nolan.