1.8.07

Solo in America...


...un pacchiano areografatore di serbatoi di Harley Davidson può diventare una star del fumetto.
In Italia Greg Horn avrebbe una fulgida carriera come mediocre copertinista di Lanciostory o Skorpio... in USA gli fanno i ponti d'oro. La perversione del sogno americano.

Bah.
Ma sulla deriva artistica del fumetto americano ci torno. Oh, se ci torno...

p.s.
La Virgin Comics fa un fumetto su Jenna Jameson. Figo.
Non è un porno.
Ma che senso ha?

25 commenti:

PaoloArmitano ha detto...

Concordo in pieno. E la cosa veramente stronza,e' che il 90% della gente che vede lavori cosi', e' convinta che questa sia una roba fighissima, a livelli della madonna.
La gente non distingue una merda di cane, da un Breccia o da un Milazzo....triste ma vero..!

RRobe ha detto...

S"sembra vero" = "è bello".
Vecchia storia ma sempre triste.

Fabio... ha detto...

Non mi piace Greg Horn,
la sua è "solo" tecnica, ottima ok,
ma non vale più di una fotocomposizione...

E' in molte cover salta fuori anche che non sa disegnare, dove non può copiare inventa, e inventa male...

Molti (tutti?) i disegnatori iperrealistici usano foto, ma i suoi lavori sono senza sapore, non hanno atmosfera...

(e aggiungerei: "perchè lui pubblica e io no?" :asd:)

spino ha detto...

Alex Ross ci ha costruito la sua fortuna così... :)

Ok, ok, scherzavo!!!





...manco poi tanto, però :)

RRobe ha detto...

Concordo su Alex Ross.
Banalissimo illustratore come tanti che però, almeno, dalla sua ha una bella "visione".

il.Benci ha detto...

La Virgin Comics fa un fumetto su Jenna Jameson. Figo.
Non è un porno.
Ma che senso ha?


già che sia la VIRGIN a pubblicare un fumetto di Jenna è un controsenso...eheh
che sia un seguito di dreamquest senza porno :P

RRobe ha detto...

E già Dreamquest era casto :|

spino ha detto...

..che i "fotofumetti" di Alex Ross siano stati paradossalmente una ventata di "novità" (?) dopo anni di monnezza (non tutta, ma quasi) image/like, è certo.

E come dici tu, convengo che almeno dalla sua Ross ha un ottimo "senso dell'inquadratura".

Epperò... :)

QSJesus ha detto...

Ma la Virgin Comics non è inglese ?

Fabio... ha detto...

Alex Ross fa fotoromanzi.
Non disegna un bottone se non ha la foto del bottone...
Non lo nasconde, anzi, su youtube lui stesso ha messo dei video dove lo si vede stringere la foto nella sinistra e disegnarla con la destra...

Ma almeno sa disegnare, certo, mettendo i cugini in posa non è dinamicissimo (perciò fotoromanzi) ma ha una tecnica impeccabile, usa dei colori che non permettono errori, Greg Horn fa tutto in digitale
(non che sia negativo il mezzo eh... Basta guardare Carnevale...)

gianluca ha detto...

oh insomma, basta... su due belle tette non si sputa mai sopra!! ;-p

spino ha detto...

ma che dici?
...e la vecchia tecnica del pigiamino di saliva? :D

il decu ha detto...

Rrobe, è per questo che l'America è un grande paese!!!


..cci loro.

Devo dire che mi sfizia leggere le tue riflessioni, su questo blog...

Italia uno!

euronymus ha detto...

...in Italia Greg Horn come copertinista di Lanciostory o Skorpio non lo vedrei poi così tanto mediocre. Non sono un fan di Greg Horn e i disegni come i suoi o come Alex Ross non mi attirano più di tanto (preferisco i Breccia, Zezelij, Paul Pop..etc...), però mi sembra un po esagerata la tua affermazione. Secondo me è solo questione di punti di vista...Stano (che a me piace) in italia disegna cover per DYD, in USA sarebbe un mediocre copertinista per fumetti autoprodotti-fotocopiati.Solo una questione di punti di vista...

Perissi ha detto...

Rrobe, cazzo se hai ragione!

KoTa ha detto...

Stano almeno ha personalità...queste illustrazioni mi sembrano così fredde ed impersonali..

Armin Barducci ha detto...

Alla fine, non si parla del fatto se Horn sia un fotorealista o no, ma del diverso approccio (e mercato) tra USA ed Italia.
Oltre al mercato e conseguente giro di soldi, la richiesta di determinati autori è condizionata da mode del momento.
Spesso passeggiere, come l'Americanmanga, e a volte si instaurano nelle varie correnti. Ah... correnti... una volta che un autore lancia un approccio particolare, nascono attorno a lui novizi che seguone quell'approccio. Se la cosa funziona e non è troppo estrema, l'approccio di instaura e diviene consolidato.
Questo succede in America.

In Italia non c'è l'occasione che una moda si instauri. Non c'è più... Tutto è molto più sfumato.

Sono un po triste, scusatemi.

Armin.

kinart ha detto...

io però non sono triste se in Italia non c'è una scuola alla Greg Horn e abbiamo Stano, dovrebbero esserlo loro casomai, ma sono comunque mercati diversi...
il fotorealismo mi lascia molto indifferente, tanto di cappello alla tecnica (anche se adesso si "bara" molto più facilmente).
mi consola che hanno sfornato anche sienkiewicz, l'estremo pittorico che considero accettabile, con grande espressività.

PaoloArmitano ha detto...

Il problema non e' "barare" usando le foto...... non e' barare questo...altrimenti lo sarebbe stato anche il copiare dal vero di Caravaggio & Company...... mi sembra stupido intestardirsi a dire "no, cazzo! Non voglio copiare dalle foto! Devo inventarmi tutto!"
Si vede di brutto la differenza di chi arriva a trovare una sua strada stilistica , dopo aver osservato,studiato,ristudiato,copiato,tracopiato(si si, ho detto proprio TRACOPIATO...solo chi sa disegnare, sa tracopiare,secondo me) e chi invece si fissa sul presunto disonore ad usare le foto. Senza contare, che gia' fare una fotografia utile per il disegno, e' una cosa che si impara col tempo...non e' una cosa da sottovalutare questa.

Chiaramente, poi c'e' chi le usa banalmente, e male (come questo Greg Horn, e molti altri) e chi le sfrutta nel migliore dei modi......se non sapessero osservare la realta', i vari mostri come Norman Rockwell,Carnevale,Bernet,Sienkiewicz,Breccia, Milazzo ecc.... non avrebbero raggiunto il livello a cui sono arrivati....
Bom. Ora iniziano ufficialmente le mie vacanze. Buone vacanze a tutti.

RRobe ha detto...

Scusate... ma c'è una bella differenza tra copiare una foto (cosa normalissima) e ricalcarla o peggio.

kinart ha detto...

e infatti...
io, da disegnatore, ho usato e userò milioni di altre foto, non ho assolutamente nulla il contrario, quando dico che non mi piace il fotorealismo non intendo che disprezzo chi usa le foto, semplicemente non gradisco, per il mio gusto, chi ne fa un uso "furbo", perchè alla fine, quando sei bravo, e hai una grossa padronanza tecnica, tirare fuori un disegno fotorealistico è molto facile, lo step in più sarebbe interpretare un poketto l'eventuale fotografia, o modello che sia. e poi non è solo il disegno o l'effetto in sè, è anche la scelta un pò pacchiana dei colori...magari in bianco e nero, con un bel segno, sarebbe anche decente.

Andrea ha detto...

Greg Horn per quel che mi riguarda starebbe bene ad aerografare cofani delle Diane.

Antonio ha detto...

Non dimentichiamo una cosa:
quando Horn faceva ESPers non se lo cagava nessuno (ed era un po' meglio).
Quando fa le pin-ups a là Jenna diventa uno dei copertinisti di punta della Marvel. Deadline, disegnato da Guy Davis, per vendere aveva bisogno di Horn.

Qualcosa vorrà pur dire, no?

Perissi ha detto...

Lasciamo perdere i copertinisti della Marvel... ce ne fosse uno di decente!

Fabio... ha detto...

Perissi ha detto... "Lasciamo perdere i copertinisti della Marvel... ce ne fosse uno di decente!"

Infatti... a parte Suydam, Djurdjevic, Granov, Caselli, Di Giandomenico, Charest, Yu, Olivetti... (guardando solo le previews di settembre...)