15.9.07

Cara Apple ti scrivo...


Ti ricordi tanti anni fa?
Io ti disprezzavo perché al prezzo a cui tu vendevi un computer che non mi permetteva di giocare e che per ridarmi indietro un floppy prima me lo doveva far buttare nel cestino, potevo comprarmi due PC ninja che mi facevano giocare a tutto al massimo dettaglio.
Poi è arrivato il mio primo Ipod e qualcosa è scattato dentro di me: ho iniziato a guardarti con altri occhi. Con l'uscita dei primi Imac G5 mi sono detto... massì, dai... che male potrà fare un Mac in casa? Non diventerò gay solamente per un Mac!
E da quel momento in poi non c'è stato ritorno.
Il desktop PC fa casino, si incarta e ci gioco male perché ogni sei mesi devo aggiornarlo?
Vaffanculo, mi compro tutte le console sulla piazza per giocare e lavoro sul mio Mac.
Il portatile Asus mi si pianta mentre sono in ospedale e poi è un casino formattarlo senza internet?
Vaffanculo.
Mi ordino telefonicamente un Ibook e ci lavoro felice, in ospedale e fuori.
Mi serve un altro computer perché l'Imac me lo usa la donna? Prendo un Mac Mini che è una figata!

Poi è arrivata la svolta Intel.
Che figata! Che figata!
Vendo il mio adorato Ibook G4 da '12 (computer perfetto per prestazioni e batteria) e ordino il Mac Book da 13.
Peccato che me ne arrivi uno appartenente al lotto fallato: scalda, diventa giallo, si spegne.
Vabbè... colpa mia: così mi imparo a comprare le cose appena escono.
Tanto l'assistenza Apple me lo cambia al volo.
Errore... ci mette quasi tre mesi a sostituirlo e io smoccolo non poco.
Vabbè, pazienza... però adesso ho una bella macchina.
Peccato che oggi, a 11 mesi dalla sua prima accensione, la batteria sia al 75% e duri due ore e mezzo. In pratica, non posso neanche farmi un Roma-Bologna (manco Milano) sul pendolino sperando di lavorare senza interruzioni.

E vogliamo parlare dei nuovi Imac? Tanto belli a vedersi quanto scarsi nella componentistica? Monitor obbligatoriamente glossy e di qualità inferiore a quelli della serie precedente, schede grafiche peggiori dei modelli più vecchi (e i giochi, ancora oggi, non ci girano), problemi di rifiniture...

Oppure vogliamo parlare dei nuovi Mac Mini? Che al modico prezzo di 600 euro mi offrono la stessa componentistica di un PC da 300, e hanno ancora una scheda grafica integrata di merda e sono privi di masterizzatore DVD (quello è presente solo sul modello da 800...)?


Io non ti capisco più, mia amata Apple.
Ormai sotto l'OSX è il nulla.
Però c'è l'Iphone che da quando lo hai deprezzato di 200 dollari (!!!) vende come le rosette a mezzogiorno... che gran figata!