12.9.07

Voglio vivere in un serial!


Nell'ultimo periodo mi sono sentito dire da una persona molto, molto importante per me (e anche da parecchi amici) che sono un egocentrico, con un carattere di merda, del tutto privo di tatto, con un senso dell'umorismo feroce, che sono inaffidabile, che non ho rispetto per niente, che sono insensibile e incapace di provare empatia, un sadico, totalmente concentrato solo sul mio lavoro e sui miei problemi, psicologiamente schiavo della mia malattia e, in poche parole... che sono uno stronzo.
A conti fatti non posso obiettare nulla perché è praticamente tutto vero.

Però la stessa persona, questa sera si è vista Dottor House e, all'ennesima battuta corrosiva di Laurie, ha squittito tutta entusiasta: "quanto amo il carattere di questo personaggio!!!"

Che cazzo sto sbagliando nella vita? Devo farmi gli occhi azzurri e cominciare a zoppicare? O prendere antidolorifcii in maniera più plateale?!?
Sono certo che in una serie tv spopolerei, cazzo.
Sarei il personaggio che tutti amano odiare.
Sarei meglio di Robert "Rocket" Romano che, morte del cazzo a parte, rimane il mio dottore televisivo preferito di sempre (e se ve lo state chiedendo: no, non esistono dottori reali preferiti).

Comunque sia, il dottor House è tornato sugli schermi italiani per la felicità di chi non ha internet a banda larga ma ha comunque l'assurda pretesa di voler vedere lo stesso delle serie scritte dannatamente bene e girate e recitate meglio. Come al solito, inqualificabile la programmazione di Italia Uno (in genere, non solo per House MD).

p.s.
qualcuno mi spiega come cazzo può piacere quella palla di "Grey's Anatomy"? Io ci sto provando a guardarla ma proprio non la digerisco.

Precog: i commenti verteranno sulla qualità di "Grey's Anatomy".