9.10.07

Il mio primo Dylan Dog.

Primo numero della serie regolare.
La sceneggiatura è in mano al disegnatore che dovrebbe cominciarla appena si libera da precedenti impegni.
Fortuna che, oltre a essere bravissimo, è pure veloce.
Ovviamente, parlo di Bruno Brindisi.
Il titolo di lavorazione è "Un Mondo Senza Groucho" ma non sono sicuro che resterà lo stesso.

Il secondo Dylan è in fase di sceneggiatura e i disegni saranno di Massimo Carnevale (se tutto va come deve, dovrebbe iniziare a lavorarci i primi di novembre).
Il titolo di lavorazione di questa storia è "Mater Morbi" e se le mie prime cose su Dylan sono state nel segno dell'ironia, della commedia e del paradosso, questa gronda disperazione e tenebre da tutte le vignette.

21 commenti:

mattev ha detto...

Carnevale sulla serie regolare!?!?
...pensavo che avesse chiuso con il color fest...bene bene
Però, non male partire con Brindisi, proseguire con Carnevale..

Luigi Serra ha detto...

Belle notizie davvero! Sono molto curioso. Per la storia con Brindisi sarà almeno entro il 2008?

RRobe ha detto...

Credo di sì.

Il Firmatore ha detto...

ho avuto un attimo di pelle d'oca con il sorriso sulla faccia.

la scorsa settimana, una notte, ho sognato che usciva il tuo primo Dylan Dog O_O
(tsè... e pensare che c'è chi ha bisogno di drogarsi per vedere il futuro).
;P


bye.
Ed.



P.S.: ma ti rendi conto di che cazzo di sogni faccio la notte? Ma sognare qualcosa tipo quella meraviglia di donna che hai nell'header del blog, no eh? (se mi limito solo al viso, posso dire, per gusti personali, che è una delle ragazze più carine mai viste).

IL GABBRIO ha detto...

Da appassionato di Dylan...non vedo l'ora di leggere il tuo approccio sulla serie regolare...con Brindisi e poi Carnevale...che spettacolo!

Una curiosità, è vero che sei un Freelance, ma dato che il tuo e quello di Carnevale sono dei nomi di punta dell'Eura, non gli rode un pò all'editore questa collaborazione con Bonelli? Un conto è dire "Recchioni e Carnevale ce li ho io" un conto e dire "li abbiamo io e Bonelli"...

neikos ha detto...

Il giorno in cui usciranno 94 pagine di di Dyd disegnate da Carnevale potrò morire felice.

"Un mondo senza Groucho" sembra offrire spunti davvero interessanti, non vedo l'ora di leggerla sperando che Brindisi si mantenga sui soliti, elevatissimi, livelli.

Riccardo Torti ha detto...

il libri sulle barzellette erano finiti???

:asd:

RRobe ha detto...

Per Ed: ma che ti vai a sognare???? :asd:

Per il Gabbrio: diciamo che non hanno aperto lo champagne. Del resto non possono manco lamentarsi... ce lo hanno ripetuto in tutte le salse che noi, per loro, non eravamo indispensabili e che dovevamo sentirci liberi di fare quello che volevamo.

Per il Torti:
ci credi che sto cercando di inventarmele le battute di Groucho? Come farsi del male...

Il Firmatore ha detto...

:asd:















U_U' ho bisogno di una vacanza

Ombra ha detto...

Grande Robe', non vedo l'ora di leggerlo.
O.

Giangidoe ha detto...

Mamma mia... E pensare che ero tornato a leggere un pò Dylan solo di recente grazie alla Barbato. Ora che sceneggierai anche tu, mi converrà collezionarlo regolarmente... Povere finanze, ma fortunati noi!
Lunga vita e prosperità.

Randall ha detto...

Wow, già i titoli mi mettono in fibrillazione! Conoscendoti, saranno due capolavori che mi auguro portino una ventata d'aria fresca in quel di Craven Road. ;P

Skiribilla ha detto...

Mi attira, come sceneggiatura, soprattutto quello che gronda disperazione.
Chissà mai che per una volta senta DD più "vero", nella sua irrealtà.

Planetary ha detto...

"ce lo hanno ripetuto in tutte le salse che noi, per loro, non eravamo indispensabili [...]"

Come spronare i propri dipendenti... :|

Ottimo cmq, son curioso di vedere che tirate fuori tu e Carnevale. In bocca al lupo :)

PS: il titolo su Groucho te lo cambieranno, probabilmente diventerà qualcosa tipo "Terrore oltre l'inferno" :asd:

Randall ha detto...

PS: il titolo su Groucho te lo cambieranno, probabilmente diventerà qualcosa tipo "Terrore oltre l'inferno" :asd:

Sì, molto probabile! :asd:
Comunque a me come titolo piace. Intendo "Un mondo senza Groucho", non questo. :D
Però a ben notare, pochissime volte un titolo di DD riporta il nome proprio di uno dei personaggi principali(anzi, forse quasi mai, a parte "La storia di Dylan Dog" e simili), quindi magari te lo cambieranno in qualcosa tipo: "L'ultima barzelletta", "Un mondo senza risate", "Dietro quei baffi" oppure "Bussa, bussa, che la porta non c'è, esiste solo la porta della morte." :asd:

Gianfranco ha detto...

Grande,
in bocca al lupo e buon lavoro.

Fabio... ha detto...

Massimo rispetto...
(potrebbe anche essere il titolo della storia di Carnevale :asd:)

Cirincione ha detto...

"Fuori tempo massimo" è stata una delle mie storie preferite di 'ste estate, lo pure letta più d'una volta... poi c'avevi pure messo una citazione da Cobra!!! Non vedo l'ora di leggere tue nuove storie di Dylan (e anche di Massimo!!)... sbaaaaavvvvv

Maurizio ha detto...

Bellissima notizia,
complimenti!

Ciao.

Hytok ha detto...

Ma come, il titolo non lo decide lo sceneggiatore?

giudaballerino ha detto...

Wow, vagando per la rete in chi mi imbatto? In un autore di Dylan Dog! Giuda Ballerino!
Grandi complimenti direi, piuttosto e anzichenò...