26.10.07

JD 55 e nuovo blog.


Sul BLOG di Andrea del campo troverete una piccola preview del numero 55 di JD e potrete apprezzare il tratto fresco e potente di questo disegnatore.
Enjoy.

17 commenti:

-harlock- ha detto...

Ho conosciuto Andrea qualche settimana fa e ho avuto il piacere di vedere i bellissimi originali del "suo" JD.
E posso dire che secondo me è già molto bravo, ma fra qualche anno sarà un grande.
Poi non dite che non ve l'avevo detto.

emo ha detto...

concordo con Harlock e aggiungo: c'ho lavorato insieme prima di te. tiè.

Andrea Del Campo ha detto...

naaa...non è vero niente,dite così perche sono troppo bello!

Andrea Del Campo ha detto...

a proposito Rrobe,ma il titolo dell'albo?

RRobe ha detto...

La città dai mille capestri (se non sbaglio)

-harlock- ha detto...

Piccolo OT: dimenticavo, grazie del linkaggio.

Perissi ha detto...

Madò Rrobe, non vorrei sparare sulla croce rossa, ma dopo tutti i processi sommari su vari disegnatori letti sul tuo blog, adesso vorresti farci credere che questo è un talento?
Per davvero?
Ma hai notato le prospettive(vabbuò, chiamiamole così)? L'approssimazione del segno e delle anatomie? Okay che è un giovane, ma tanto entusiasmo mi sembra davvero sospetto.
Sicuramente diventerà bravo, non lo metto in dubbio, ma per ora resta un normalissimissimo disegnatore agli inizi.

Andrea Del Campo ha detto...

No,non sono assolutamente un talento,e lungi ancora dall'esserlo!e di magagne ed errori in questo jd ce ne sono a bizeffe e ne sono cosciente,ma sono anche cosciente che è stato il primo fumetto in assoluto che ho disegnato-se non cose brevi di max 8 pagine-ed in fondo qualche incertezza ci può pure stare...il mio numero uscirà a dicembre,dagli un occhiata e fammi sapere!

PS:non c'è davvero nessuno entusiasmo-se non il mio!-di cui essere sospetti!

RRobe ha detto...

Per il Perissi,: vedo anche io le ingenuità, come le ho viste in tanti che poi sono diventati davvero bravi (a cominciare da Davide Gianfelice). Andre ha dalla sua un segno davvero possente e fresco e, a mio modo di vedere, tra una manciata di albi sarà un ottimo disegnatore di stampo Bonelliano.

Perissi ha detto...

Risposte mature ed equilibrate che quasi mi fanno vergognare del mio sospetto...
Comprerò sicuramente il JD "incriminato", come d'altronde faccio quasi sempre, anche se Rrobbe non mi crede.
Saludos

silvio ha detto...

Che poi perissi, senza volere fare polemica, ma te che dici a un altro che non sa disegnare fa un po' ridere...

Liri ha detto...

scusa l'intrusione Rrobbe, passavo da ste parti e leggendo qui e li ho notato il commentino di silvio e mi chiedo perchè quando si riescono a mantenere dei toni pacati di normale critica e risposta ad essa, ci deve sempre essere la volpe di turno che la mette sul personale e deve, a mio avviso, sottilmente
offendere,mistero...
baci a tutti :)

Perissi ha detto...

xSilvio: la sai quella del regista Riccardo Freda che, alla sua richiesta di mettere dei peperoncini su per il culo a dei cavalli(o erano cani, non ricordo bene)che non ne volevano sapere di correre in una determinata scena, venne attaccato dall'addestratore degli stessi con un: "ma perchè non se li mette lei!", allorchè Freda, sconsolato, rispose: "ma io mica devo correre"?
Ecco, per l'appunto: ma io mica devo disegnare John Doe, e neppure niente di lontanamente simile o editorialmente imparentabile.
Il fumetto è tanta roba, caro Silvio, esistono tanti stili, target di riferimento diversi, scuole diverse, editori diversi... il fatto che tu non lo sappia è un problema tuo, di ignoranza soprattutto.
E poi la mia critica non era da autore, ma da lettore ed appassionato, e come tale libero di criticare un prodotto che acquisto quasi regolarmente.

-harlock- ha detto...

Concordo pienamente con Liri.
C'è da dire però che anche il primo intervento del perissi poteva essere interpretato in maniera sottilmente "offensiva", a mio modo di vedere.
Sarà che Andrea è un amico e mi piace il suo lavoro, ma leggere a proposito del proprio (suo in questo caso)lavoro che commentarlo è come "sparare sulla croce rossa" non mi sembra esattamente un tono "pacato" e lì per lì aveva infastidito un pochino anche me.
E' come sempre questione di come si dicono le cose e di avere rispetto per il lavoro degli altri, altrimenti non ci si può lamentare poi se si viene ripagati con la stessa moneta.
(Se invece silvio c'ha il dente avvelenato col perissi per i fatti suoi è un altro discorso).

Perissi ha detto...

xHarlock: non volevo esprimermi sgarbatamente, quel "sparare sulla croce rossa" era riferito solo e soltanto al fatto che si trattava di un'opera prima(o quasi).
Per il resto hanno pienamente ragione Rrobe e Andrea,tanto che pure io sono sicuro del futuro artistico di Andrea.
Rrobe ha citato Gianfelice, a me invece è venuto in mente il primo Lazarus Ledd disegnato da Stefano Raffaele, all'epoca strano ibrido tra Jim Lee e Castellini, e ora tra i miei disegnatori(realistici) preferiti.
La critica, anche caustica, a mio avviso fa sempre bene ed è sinonimo, nonchè simbolo, di libertà.

-harlock- ha detto...

Quoto questo tuo ultimo intervento parola per parola.
Dove la critica caustica sconfini nella supponenza o nella mancanza di rispetto, purtroppo, rimane sempre un problema.
L'importante è chiarirsi (come in questo caso).

Andrea Del Campo ha detto...

le critiche servono solo a migliorare e èpiù le critiche sono precise e circostanziate meglio è...anche per questo ho invitato Perissi a leggere il numero 55 quando uscirà...l'unica cosa che avrebbe potuto dar fastidio è stata la sottile allusione ad un entusiasmo "sospetto"per il mio lavoro...ma era una frecciatina più rivolta a Rrobe e non a me e quindi non mi riguardava...sospetto che tra l'altro è rientrato subito dopo la mia risposta e quella di Rrobe...e quindi ben vengano le critiche!magari anche sul mio blog che langue di commenti!