20.10.07

Viva la Madonnina...

Non quella sulla cima del Duomo (che comunque ha un suo fascino, a guardarla bene).
Parlo de "La Madonnina", una trattoria alla buona che sembra uscita fuori da uno dei libri di Scerbanenco.
Cucina onesta e casalinga con predominanza di piatti lombardi, un giardino esterno con i tavoli "in comune" (che mi dicono che a Milano siano una tradizione), un ambiente semplice e accogliente con tanti fumetti in vetrina e appesi alle pareti (Tex e Diabolik, principalmente) e un mucchio di manifesti dei Rolling Stones (che sono la passione di Fabio, uno dei proprietari). Dolci ottimi, discreta carta dei vini (per quello che ne posso capire io, neo-astemio e non per mia scelta) e prezzi contenuti (più a pranzo che a cena).
Quando sono a Milano, cerco di mangiarci il più spesso possibile.
Divertente la clientela che comprende oltre agli avventori affezionati anche parecchi fumettari di varia estrazione, più di uno scrittore e qualche celebrità da rotocalco.

Se capitate in Via Gentilino, fateci un salto.

3 commenti:

RICCARDO ha detto...

Mezzo ubriaco, bocca impastata,... a quest'ora ci farei volentieri un salto.

rae ha detto...

rilancio con la sciura maria, a pranzo con 10 euro hai primo, secondo e dolce, cucina casalinga e se ti va di culo ti fa vedere le foto delle vacanze in dubai

consigliato a chi ha perso i nonni da piccolo, in via villoresi, latteria mancini

Daniele ha detto...

un 40 euri a testa (si mangia bene comunque) ma da ste parti c'è u giancu, un ristorante gestito da un pazzoide con le pareti totalmente tappezzate di inediti fatti dentro il ristorante che raccoglie da decenni.
è quello che organizza la piccola ma carina mostra di Rapallo, quest'anno era dedicata a ken parker e seppur piccola non era niente male.

salasso