12.12.07

Per quelli che si lamentano...

Non sono tanti come sembrano su internet (almeno stando a giudicare dal fatto che JD continua a non perdere un lettore che sia uno) ma comunque fanno abbastanza rumore e mi sembra giusto dare una risposta a tutti quelli che si stanno lamentando della natura episodica delle attuali storie di JD.
Il "viaggio nelle città" è sostanzialmente concluso, almeno per quello che riguarda me.
Il prossimo albo sarà sceneggiato da Davide Costa (che esordisce come sceneggiatore a solo dopo avermi dato una mano su un numero di "Detective Dante") per i disegni del bravo Sergio Gerasi.
Il 57 sarà una storia di Lorenzo riguardo l'arte e la sofferenza, disegnata da due STRAORDINARI esordienti (parlo sul serio... è roba da non crederci per quanto sono bravi) di cui parleremo tra qualche tempo.
Con il numero 58 (scritto da me e disegnato da Giorgio Pontrelli), assisterete al ritorno di Guerra e si ricomincerà a fare sul serio con la continuity e la trama "principale" della storia.
Il numero 59, scritto da Lorenzo e disegnato da Cristiano Cucina, chiuderà i conti con una vecchia conoscenza di JD e dei nostri lettori più affezionati e che risponde al nome di Detective Dante.
Il 60 è un delirio di Maurizio Rosenzweig (che se lo è scritto e disegnato) e sarà una storia a base di carne macinata, Chuck Norris, trekkies e quanto altro.
Il numero 61 (scritto da me e sempre disegnato da Pontrelli), parlerà di donne bellissime e molto, molto veloci.
Il 62, sempre del sottoscritto e gratificato dai disegni di Elisabetta Barletta, vedrà JD confrontarsi con il suo passato (finalmente).
Nel numero 63 Lorenzo e Alessio Fortunato saranno alle prese con le conseguenze del ritorno del vero JD mentre il 64 avrà i disegni di Werther Dell'Edera, i testi del sottoscritto e vi condurrà sulla via dei pistoleri.
C'è un mucchio di carne sul fuoco. Ora basta stare attenti a non bruciarla.

25 commenti:

Randall ha detto...

Nooooo! Un altro numero delirante di Rosenzweig nooooooooo!!!! XD

gianluca ha detto...

Beh tra le lamentele e un calo di vendite ci passa. Nel senso che io non sono soddisfatto al 100% dagli ultimi numeri, eppure non me ne perdo uno. Perchè? Perchè la qualità resta sempre alta, semplicemente l'impostazione è LEGGERMENTE più lontano dai miei gusti. Non molto, ma essendo stato "viziato" negli ultimi 4 anni, è chiaro che anche una leggerissima insoddisfazione viene amplificata.

Io sono convinto che i super-appassionati di internet che sbraitano perchè insoddisfatti fanno un discorso simile al mio: lo comprano lo stesso per la fiducia che vi siete conquistati negli anni scorsi. E "sopportano" volentieri un periodo un po' lontano dai loro gusti (pur continuando a sbraitare).

IL GABBRIO ha detto...

Mah...non so, quando sei venuto ospite in una lezione di Lorenzo abbiamo parlato della continuity e di quanto sia difficile prendere un treno in corsa come JD...io ci ho provato ed ho preso tutti gli arretrati che mi mancavano (un'odissea farli arrivare)...beh, gli ultimi numeri a me piacciono molto perché continuano ad avere il connotato che io personalmente colgo in JD, cioé l'assenza di giudizi aprioristici, di una forte morale dominante e di retorica spesso spicciola...lo dico da seguace instancabile di Dylan Dog e rimane una mia personalissima visione...quindi, gli ultimi numeri mi soddisfano molto, sotto tutti gli aspetti. A questo aggiungo una mia "sensazione": ho provato a scrivere un soggetto per DD, non è venuto bene, ma l'dea c'era e comunque una certa struttura l'ho data...con JD non saprei proprio dove mettere mano, quindi mi esimo da critiche!

Gianni ha detto...

Mi spiace che della gente drogata di continuity si sia lamentata della terza serie.A me piace molto.
Amo non sapere cosa mi aspetta!!

Hytok ha detto...

Qui mi stuzzichi, Roberto, e non mi faccio scappare l'occasione :-))

-Faccio parte della schiera di lamentosi, mi manca il JD con la memoria, mi manca il pantheon di comprimari che avete saputo costruire. Non mi dispiacciono le storie standalone, nè il viaggio per gli USA, mi pesa che non ci sia il vero John. Per assurdo, ogni albo della terza stagione potrebbe essere un libero di Skorpio, con protagonisti sconosciuti. John Doe è rimasto all'Interludio.

-Concordo con gianluca: JD mi ha regalato talmente tanto in termini di qualità e fascino, che non lo abbandonerei nemmeno se la qualità calasse moltissimo. Nella top ten dei fumetti della mia vita, e ne ho letti veramente tanti, John c'è, ed è ai primi posti.

-Non ti rompo anche in questo post sulla scelta dei disegnatori... sarebbe inutile, ognuno c'ha i propri gusti. :-) Mi preoccupa invece che tu e Lorenzo non stiate sceneggiando più tutti gli albi... prima c'era solo l'eccezione Rosenzweig, adesso invece la cosa si fa frequente. Ho paura di un progressivo disimpegno. Puoi rassicurarmi? 0:-)

-Già che ci sono, te lo chiedo qui: continuano le ristampe di Trapassati Inc.? Il volumone bianco ha venduto bene? A quando il secondo?

Gianni ha detto...

forse il vecchio john avrebbe risolto la situazione con un paio di scelte drastiche e drammatiche...ed invece la perdita della memoria ha consentito al nostro john di riappropriarsi del proprio lato più umano e di fraternizzare con un mondo che agli occhi della morte sarebbe solo una perversione.Insomma, secondo me la perdita della memoria del protagonista è un passaggio fondamentale della terza serie,tutte le scelte che john dovrà prendere dopo saranno molto più difficili

RRobe ha detto...

Sulle ristampe non ne so nulla. Credo che ce ne sarà una l'anno ma è solo una mia ipotesi.

Quanto al fatto di non sceneggiare più tutti gli albi... non saprei.
A me piace vedere altri sceneggiatori al lavoro con JD, specie se bravi.
Giovanni Gualdoni ha fatto un ottimo JD e lo stesso vale per Maurizio. Ora è il turno di Davide e, se mi sarà possibile, in futuro mi piacerebbe far fare un numero a una sceneggiatrice che mi piace molto (ciao Susanna).

GreatMoranda ha detto...

A me JD continua a piacere e molto ed è uno di quei fumetti che in negozio consiglio sempre (se si trovassero i primi numeri sarebbe tutto più semplice però) ma anche vero che da quando è iniziata la 3° stagione ne vendiamo meno, e non di poco :(

Andrea ha detto...

già che sei in vena di anticipazioni: quarta stagione, sì o no?

RRobe ha detto...

Quarta stagione, sì. L'ultima sul serio.
Se non succede qualche disastro, ovviamente.

Avion ha detto...

Ancora Dante?
Magari era come ho detto io, che ha attivato la bomba e non ha funzionato? O magari JD è stato sconfitto pochi istanti prima che lui decidesse che grilletto premere? O sticazzi?

Gianni ha detto...

Forse Dante ha premuto il grilletto nel momento in cui John è stato sconfitto da mordred.Diamine che cu...hem,fortuna

madmac ha detto...

immagino che i due disegnatori siano Furnò e Armitano, MOSTRUOSI!

Planetary ha detto...

Nel numero 63 Lorenzo e Alessio Fortunato saranno alle prese con le conseguenze del ritorno del vero JD

Questa m'ha fatto sobbalzare... :)

"Vero" nel senso di "vecchio" JD, o "vero" nel senso che questo non lo è poi così tanto...

RRobe ha detto...

Nel senso di vecchio.
Anche se...

andrex ha detto...

allora, voglio dire anch'io la mia.
ho seguito JD fin dal primo numero e lo seguirò fino all'ultimo.
però questa terza stagione ancora non mi convince...e ancora non so esattamente perchè.

non sono un malato di continuity.
infatti la prima stagione è quella che preferisco. una storia di fondo, episodi quasi sempre bellissimi, un protagonista con i controcoglioni e un parco comprimari di livello assoluto che diventavano protagonisti a loro volta.

anche la seconda stagione è stata ottima, per la bellissima continuity e perchè siete riusciti a rinnovarvi completamente.
e i disegni erano migliori.

in questo inizio di terza stagione mi pare che a JD manchi l'enorme apporto dei comprimari.

Hytok ha detto...

Mi accodo all'ultima frase di andrex: ricordo l'abbraccio ed il saluto affettuoso di John a Pestilenza, che poi si allontana, ed appare la voce in controcampo di Guerra, primo piano sull'accendino che accende una sigaretta, e la sua frase "Fate anche lingua in bocca sotto la doccia?". E' per momenti del genere che JD mi ha conquistato, puri tocchi di genio.

Hellpesman ha detto...

mhmmm... a me piace tanto la terza stagione... la struttura narrativa autosufficiente... me gusta! Certo il mio sogno e che a un certo punto JD arrivi in un villaggio popolato solo da bambini, e inizi una storia stile cross-over tra il villaggio dei dannati e The Wicker Man del '73... ma questo è un sogno :)

Guido ha detto...

idem con patate.
Pure io amo JD e non lo lascerei, ma sento anch'io la mancanza dei comprimari e di un protagonista che , anche senza memoria, abbia le palle di affrontare le cose con il suo carattere di sempre.
Oltretutto il fatto che non "impari" nulla da un numero ad un'altro mi lascia molto perplesso.
Anche l'ultimo degli imbecilli si sarebbe reso conto del proprio potenziale e di molte altre cose... figuriamoci un figlio di puttana come John! ;)

-logan- ha detto...

pure io sono uno di quelli che segue jd fin dal primo numero(che poi l'ho comprato quando in edicola c'era il 26 e ho finito di raccogliere e leggere tutti i numeri prima dell'uscita del 27 è un dettaglio),e ammetto una cosa, la prima stagione di jd è meglio delle altre.
sarà per la novità, perchè mi ha fatto conoscere autori che non conoscevo e che ora mi fanno comprare i loro fumetti a scatola chiusa, sarà perchè sarà (:D) ma la prima per me è mitica.
ma la seconda l'ho comunque adorata, e anche questa mi sta piacendo molto, in fondo per me la continuity non è fondamentale, quello che importa è che il fumetto sia bello, e jd lo è ancora.
la terza stagione è, come dire, più lenta, da l'impressione che accadano meno cose rispetto alle prime due, almeno a me, ma quando si avvicina il giorno dell'uscita del nuovo numero io son già li che tampino l'edicolante, lo stesso se a napoli è uscito prima, e alla fine quando lo leggo mi accorgo di averlo divorato, che mi ha appassionato, ed è questo che io chiedo ad un fumetto, e jd ci riesce sicuramente bene!

p.s contentissimo per la storia di Rosenzweig, non vedo l'ora di leggerla!

fede ha detto...

il discorso è complicato, non molto facile da spiegare perchè alla fine si tratta di sensazioni e di gusti.
però c'è la sensazione che manchi qualcosa, che questa fase intermedia forse è troppo lunga, probabilmente andrà valutata bene solo a posteriori.

f.

ps. ma così per curiosità, ma ti arrivano le mie mail private (relative ad ayak)? Non che si voglia a tutti i costi una risposta favorevole, anzi un deniego sarebbe più che lecito, ma una mancanza di risposta mi fa credere di avere un tuo indirizzo spagliato.
Solo per chierire questo ^___^

Joel ha detto...

@ Madmac:
immagino che i due disegnatori siano Furnò e Armitano, MOSTRUOSI!

Assolutamente!
Sono ad un livello pauroso, forse per mie carenze non ho mai visto nulla di loro a parte le cose sui blog, non vedo l'ora di ammirare il loro John.
Speriamo in una stampa che non rovini il loro lavoro.

RRobe ha detto...

Fede, no.
Di mail private non me ne arrivano da te da un mucchio! Controllo se non finiscono nella casella spam. In caso, facciamo una prova, mandami una mail all'indirizzo che trovi sul blog.

Jack the Monkey ha detto...

la mia stagione preferita è sempre stata la seconda... non tanto per il discorso continuity (che comunque mi piaceva), ma proprio per le tematiche che avevate tirato fuori, con la Nuovo Mattino che aveva ragioni quanto (e per me più XD) solide di quelle della Trapassati.
Massima fiducia al futuro di questa, comunque.

PS. Lo scambio di messaggi qui sopra mi fa venire un dubbio... le mail che ti avevo mandato un po' di tempo fa, le avevi ricevute? non avevo chiesto nulla perchè pensavo non avessi solo avuto tempo di rispondere, ma il dubbio che non siano proprio arrivate, adesso, un po' c'è...

davide furno' ha detto...

Finito ora l' ultima tavola.
Grazie Roberto per la tua premessa sul numero57, davvero!!!
Fammi sapere qualcosa quando hai letto il soggettino che ti ha mandato Marco...
Dav.