14.2.08

Epperò...


Ci sarà crisi... ci sarà moria delle vacche...
Eppure qualcosa si muove.

Leggete QUA
Interessante.

12 commenti:

Ed! ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Ed! ha detto...

sì, è decisamente un buonissimo segno.
Per quanto riguarda la crisi... non ci ho mai creduto. Negli ultimi due anni mi sono convinto del fatto che l'unica crisi sia quella della pigrizia per la lettura, tutta italiana. I soldi ci sono.

Tra l'altro, piccola parentesi, davvero tanti complimenti alla Lizard e tanti auguri. Spero che questa transazione non comporti nessuna sostituzione interna: ho avuto a che fare di recente con alcune persone della casa e si sono dimostrate tra le persone più gentili, disponibili e oneste che si possano incontrare. Merce rara e preziosa. Come i loro fumetti. :)

Andrea V. ha detto...

Il problema è che il più delle volte si punta sul vintage. Lo dico senza nulla togliere a Rizzoli, che è una delle poche Case a scommettere sul nuovo, o ai grandi autori della Lizard.

RRobe ha detto...

Non è che si punti sul vintage.
E' che si punta (giustamente) sul catalogo.
E quello della Lizzard era ampio e di prestigio.

Andrea V. ha detto...

Giustamente?
E chi lo sa.
Se parliamo di costi di produzione, non c'è dubbio.
Ma se parliamo di ricerca e sviluppo, non saprei.
E intendiamoci, Roberto: lo dico senza alcuno spirito polemico.

PaoloArmitano ha detto...

Si, forse se saltasse fuori qualcuno che investa (veramente) su progetti nuovi, magari sarebbe anche meglio.
Senza nulla togliere a chi ristampa in continuazione ed i mille formati diversi le opere dei Maestri, che comunque son da divulgare sempre e comunque!

RRobe ha detto...

Vabbè... ci faccio un topic a parte su questa cosa.
Perché, sì... avete ragione. Ma avete pure torto.

milian ha detto...

Ma il gruppo editoriale RCS Rizzoli non era quello che pubblicava già (in maniera indegna) Corto Maltese (e Toppi, Crepax, Manara) negli anni '90? O_o

Andrea V. ha detto...

In maniera indegna non direi proprio.
A meno che uno non si fissi sui super-eroi, che alla direttora non piacevano granché.
O che non detesti il format delle riviste antologiche a puntate.

RRobe ha detto...

La Rizzoli pubblicava COrto Maltese anche negli anni '70 e anche oggi ha un catalogo interessante di fumetti.

MUD ha detto...

dico una assurdità se dico che la gente i fumetti preferisce comprarseli insieme ai quotidiani anzichè andare in fumetteria o in libreria ed uscirne con un volume sottobraccio ??
sicuro il rilancio di Tin Tin (of course legato al film di Spielberg)

(PS:RRobe il tuo blog è molto fico)

RRobe ha detto...

Il discorso dei fumetti sui quotidiani è complesso e articolato.
C'è gente che ritiene che funzioni... altri che non servano a nulla.
Per me sono stati il punto iniziale di una svolta che sta profilandosi.