12.2.08

Lost 4X02


Come al solito, non leggete se non volete spoiler.

Vabbè... ormai siamo oltre.
Abbandonata definitivamente la struttura narrativa che aveva caratterizzato le prime tre stagioni, la quarta stagione di "Lost" è diventata un insieme di improbabile scenette tutte culminanti con un piccolo colpo di scena.
In questa seconda puntata gli sceneggiatori sembra stare prepararsi al grande ribaltone, aggiungendo ad un piatto fin troppo speziato anche l'ingrediente dei viaggi nel tempo.
Adesso la domanda non sembra più essere "dov'è" l'isola ma "quando è".
Oppure, ancora peggio, in quale universo parallelo e quando.
C'è da dire che se gli autori decidessero di portare davvero sino in fondo questa svolta, allora potrebbero sul serio giustificare tutto e il contrario di tutto (non c'è niente di meglio di un bel paradosso temporale o dimensionale per mascherare immense cazzate di sceneggiatura), orsi polari (preistorici) compresi.
Per quanto riguarda l'episodio in quanto tale... la caratterizzazione dei personaggi e lo spazio a loro dedicato è ai livelli minimi, la regia sciatta e i colpi di scena parossistici. Oltretutto, anche gli attori sembrano meno convinti e convincenti.
Sinceramente, diventa sempre più difficile guardare questa serie e crederci quel minimo necessario per non scoppiare a ridere.
Scene come quella del medium con l'aspirapolvere, oppure la spiegazione di Locke del perché non è schiattato dopo che Ben gli ha sparato nel fianco ("se avessi avuto due reni, ora sarei morto") mi hanno visto crollare in terra dalle risate.
Nota a margine: sono spariti gli amabili coniugi coreani: non li ho visti nel gruppo di Locke e tantomeno in quello di Jack. Qualcuno ha idea di che fine abbiano fatto?
Per il momento, a mio avviso questa è una delle peggiori puntate di "Lost" e fa il paio con quella in cui Jack ottiene il suo tatuaggio.

18 commenti:

Ten ha detto...

E nonostante tutto continueremo ancora a seguirlo! ;) Comunque sia la Speranza è davvero l'ultima a morire e sinceramente per me che vedo Lost mentre sono sul tappeto a correre nella mia stanza poco importa che migliori: l'importante è che duri almeno 40 minuti! ^___^

Ps: Sun dovrebbe essere assieme a Claire. O in una dimensione parallela. Stessa probabilità che le due affermazioni siano vere.

el mauro ha detto...

Non posso che quotarti Rrobe.
sul tipo degli aspirapolveri ridevo anch'io così come alla trovata dell'orso polare. Bah.
Ma com'è che non riesco a staccare gli occhi fino alla fine e concludo ogni puntata con un: nooooo!:-)
Detto ciò propongo comunque una colletta devota per mandare un cesto di doni a MoM e Verzaverde per il loro encomiabile lavoro. Non li conosco ma li sento vicini:-)

Mauro Uzzeo

dario dp ha detto...

Mi ricordo le tue perplessità ai tempi del preair... hai dato un occhiata a Terminator - Sarah Connor Chronicles?

IMHO si sta rivelando una piacevole sorpresa, mi piacerebbe sentire il tuo parere

GreatMoranda ha detto...

appunto, il problema è che amche se ci trovi un sacco di difetti e incongruenze non ce la fai a smettere di guardarlo perchè VUOI sapere come va avanti la storia. Ed in questo sta la bravura degli autori

Ed! ha detto...

(quasi) una delle migliori e più efficaci puntate!
Me la sono proprio bevuta tutta.

H-BES ha detto...

Vista l'altro giorno, quando ho visto "l'uomo che parla con i morti" ho pensato che se sono arrivati così in basso mettendoci un medium che parlando con i morti tappa i buchi di sceneggiatura incollando le varie parti siamo veramente alla frutta, caffè e amaro.
Poi mi sono autoconvinto che ci sarà qualcos'altro sotto, non può essere così semplice, non può per davvero...

Vedremo, se non ricordo male questa serie per lo sciopero degli sceneggiatori dovrebbe durare solo la metà, no?
(poi sta cosa dello sciopero è stata usata fin troppo come scusa per serie che hanno fatto pena, vedi anche la seconda serie di Heroes)

Saluti
BES

Fabrizio ha detto...

Magari i coniugi coreani si sono presi il loro momentino di privacy!!

:-D

Fab

Giangidoe ha detto...

A me fra le puntate più "autoconclusive" era piaciuta un sacco EXPOSE' -la 3x14-, quella dedicata ai due bellocci Nikki e Paulo (che invece in casa fu accantonata come puntata pacco).
Un finale di episodio proprio angosciante e -una volta tanto- esaustivo e compiuto. E spezzava la tesa continuità della terza serie con una storia un pò fuori dagli schemi lostiani (che talvolta non guasta).
Ma mi sa che neanche questo tipo di eccezione narrativa, in effetti, rivedremo più..

RRobe ha detto...

Personalmente, la mia puntata preferita di tutta la serie è The Long Con la 2X13.

Adriano Barone ha detto...

La tristezza è che questo episodio, che ricorderò sempre come quello del "medium con l'aspirapolvere", l'ha scritto Brian Vaughan. Proprio vero che quando arrivi in TV...(qualcuno ricorda "Flash" o "Mutant X" di Howard Chaykin? ;-)

Giangidoe ha detto...

Comunque secondo me quello dei viaggi nel tempo è l'ennesimo indizio spiazzante.
Senz'altro quello che gli autori vorrebbero suggerire è un qualche casino spazio-temporale.
Ma la cosa veramente preoccupante -e risibile- è che loro gradualmente cercheranno di dare delle spiegazioni pseudo-scientifiche a tutti quei fenomeni introdotti finora come apparentemente "paranormali": la maledizione di Hugo, la nuvola nera, i poteri di Walt prima e del medium Miles ora, gli orsi polari, il magnetismo. E soprattutto, la persistente obesità di Hugo.
Lì ci sarà davvero da farsi due risate.
O da innervosirsi...

Adriano Barone ha detto...

Ma gli orsi polari non erano stati spiegati quando all'inizio della seconda stagione hanno detto che in una delle stazioni della Dharma Initiative si allevavano "diversi tipi di animali" e si vedevano anche degli orsi?
O me lo sono sognato?

RRobe ha detto...

Sì, gli orsi avevano provato a spiegarli in quella maniera. C'erano pure le gabbie (dove avevano rinchiuso Sawyer),
Qualcuno deve avergli fatto notare che era ben poco soddisfacente come spiegazione.

el mauro ha detto...

Ma solo io avevo pensato che l'orso polare fosse una manifestazione del potere di Walt?
Nella prima stagione ci fanno capire che il ragazzino c'ha una sorta di poteri esp e fa accadere le cose che vuole/pensa. Quando la puntata dell'orso polare viene chiusa con un'inquadratura di una vignetta del fumetto che leggeva Walt in cui si vedeva un gigantesco orso polare per me era chiaro che era stato manifestato lì dai suoi poteri.
Parlandone con altri mi hanno fatto sentire escluso, reietto e folle a pensarla così e le giustificazioni date ad inizio di terza stagione hanno ulteriormente umiliato il mio pensiero:-)
Ma quindi... c'avevo pensato solo io?

Mauro Uzzeo

RRobe ha detto...

No. Era la mia stessa teoria.
Fino a quando non ci hanno fatto vedere le gabbie per gli orsi e dato la spiegazione pratica.
Ora sembra che la versione cambierà di nuovo.

macchiedinchiostro blog ha detto...

Non ho visto l'episodio in questione per cui non posso giudicare il lavoro televisivo di Brian K. Vaughn su Lost (ma quello nei fumetti è strepitoso!)
ma non tutti quelli che arrivano in tv dai fumetti fanno buchi nell'acqua. Anzi...
Due esempi? Jeph Loeb su Heroes ma soprattutto Mark Verheiden su Battlestar Galactica che ha firmato puntate eccellenti!!!

el mauro ha detto...

Eh ecco allora non ero l'unico a pensarla così. Personalmente quella spiegazione mi sembrava convincente e adatta. E non sentivo il bisogno di ulteriori ritorni o "plausibilità".
Comunque, saltello del OT solo per dirti che oggi, un nostro collaboratore ex Weta e attualmente a Singapore mi ha inviato in dono un curioso cofanetto dvd con dentro 30 film e dico 30 film di Chow Yun Fat.
E so operfettamente che faccia stai facendo adesso:-)

Mauro Uzzeo

cesco ha detto...

rispondo un po' in ritardo ma ho letto ora il commento di el mauro.

vorrei fare notare che né mom né verzaverde fanno sottotitoli ma prendono i sottotitoli fatti da altri.
se volete ringraziare qualcuno ringraziate gli altri