12.4.08

Adesso non c'è manco più bisogno di menarli... lo fanno da soli.




Battute a parte, 'sta roba della "cinghiamattanza" m'affascina in maniera sinistra.
E' come un incidente stradale che non riesco a smettere di guardare.
Su You Tube impazzano i filmati e XL, questo mese, gli dedica un articolo bello lungo, dando un certo risalto alle ormai molte band musicali dal cuore nero che ci sono in giro (e alcune non fanno neanche roba malvagia, tematiche a parte).

In realtà, è proprio tutta la nuova scena dell'estrema destra giovanile da tenere d'occhio.
Si stanno muovendo un sacco sul territorio e, a livello di provocazione culturale, fanno spesso centro.
Poi, ovviamente, son sempre gente che si riconosce nella figura storica di un ometto ridicolo e per questo risibili... ma non significa che non siano capaci di andare a toccare nervi scoperti e di intercettare certe spinte popolari.

EDIT
noto ora che anche Piccoli ne aveva parlato.
Essendomi preso la briga di sentire qualche pezzo degli ZetaZeroAlfa oltre a "Cinghiamattanza", aldilà degli opposti schieramenti di fronte, non è che ci veda poi questa grande differenza di spessore culturale tra loro e gente come gli "AK-47" o gli "Assalti Frontali".
Un sacco di demagogia facile, slogan sparati come pallottole e l'esaltazione della filosofia "contro".

E pure tutto 'sto stupore sulla storia delle cinghiate... il pogo, il mosh o il wall of death ce li scordiamo?