10.5.08

[RECE] Speed Racer


Benvenuti nel mondo dell'Ultracinema.
Se non pensate di essere pronti ad affrontarlo, sentitevi pure liberi di tornare a vedere le cazzate amorfe e derivative con cui amate riempire le vostre grigie serate. "Speed Racer" è un fottuto capolavoro, un film del futuro piombato nel nostro presente per fare la storia del cinema.

Questo film non somiglia a nulla che possiate mai aver visto prima ma, probabilmente, molti film gli somiglieranno in futuro.

Sostengo da anni che un media si esprime in maniera matura e artistica solo quando quello che produce non è ripetibile in altri contesti. Detesto i videogiochi, i fumetti o i romanzi "che sembrano film", o i film che sembrano romanzi o fumetti, o fumetti che sembrano libri... e via dicendo.
Invece adoro tutti quei prodotti che sfruttano a fondo le specifiche peculiarità del linguaggio in cui sono stati concepiti.
Parlando di film, i miei registi preferiti sono quelli che mettono "la macchina cinema" davanti a tutto e che fanno della narrazione per immagini in movimento il punto centrale di tutta la loro opera, prima ancora della materia narrata.
Adoro Michael Mann, Kubrick, i fratelli Scott, De Palma, Friedkin, Peckimpah, Spielberg e tutti quelli che non hanno mai sacrificato le qualità uniche del linguaggio cinematografico in favore della narrazione o di qualche altra cazzata.
Se tutto quello che vi interessa è una buona storia, leggetevi un romanzo. Il cinema è altro.
Questo non significa che non apprezzi un film con una buona storia, ma se devo scegliere tra un film con una regia spettacolare e una storia minimale (tipo "Miami Vice) o un film con una buona storia ma una regia sciatta (tipo "I Soliti Sospetti"), scelgo sicuramente il primo dei due mali.

Ecco, "Speed Racer" è una pellicola che non può essere emulata da nessun altro media e che può essere solo quello che è: un film.

I videogiochi si sono tremendamente avvicinati all'impatto visivo del cinema, riuscendo spesso a essere addirittura più potenti e coinvolgenti?
I Wachowski gli ridono in faccia, schiacciano il piede sul pedale del gas e schizzano via a una velocità visiva che nessun videogioco potrà mai raggiungere (pena, l'ingiocabilità).

I fumetti e i cartoni animati offrono invenzioni visive che il cinema, anche quello più spericolato, per il momento si può solo sognare?
I Wacho bros inventano da capo la tecnica cinematografica, sovvertendola e piegandola ai loro bisogni.
Tutto è a fuoco su "Speed Racer", proprio come nei fumetti. Le linee cinetiche irrompono nell'universo iperreale della pellicola, cortocicuitando definitivamente il rapporto tra pellicola, pagina stampata e animazione.
I colori (saturi e al neon, nessuna sfumatura è concessa) esplodono, si frammentano e si ricompongono in forme nuove o squisitamente vintage.
E, nonostante tutto, in mezzo a tutto questo delirio visivo e emozionale, la narrazione non perde mai un colpo, l'occhio e il cervello non si smarriscono e tutto rimane limpido, luminoso e perfettamente delineato.

Il film potrebbe anche esaurirsi al suo pure impatto visivo, e invece va oltre.
Perché se è vero che la storia è banalotta, è pure vero che è raccontata benissimo, con uno script complesso, barocco e osmotico alla cifra visiva di tutto il film. I personaggi hanno tutti un loro spazio, un loro passato, un loro percorso e una precisa valenza, e nonostante il bombardamento ottico e acustico, è sul piano del coinvolgimento empatico che "Speed Rcaer" vince la sua scommessa.
Se non rimarrete colpiti dalla sequenza in cui il protagonista corre contro il fantasma di suo fratello (nella parte iniziale del film), o nel flashback in cui un giovane Speed Racer vede per la prima volta l'amore della sua vita, allora dovete avere davvero il cuore di pietra.

Come ciliegina della torta, le interpretazioni sono ottime (compresa la scimmia), la colonna sonora è strepitosa e Cristina Ricci è da sbavo.

Come hanno già detto in molti, "Speed Racer" è uno di quei film che o lo si ama alla follia o lo si odia. Se appartenete alla seconda categoria, mettetevi il cuore in pace perché NCCUCDC e non c'è nulla che si possa fare per risolvere questo vostro problema.

"Speed Racer" è un film che diventerà la pietra angolare su cui costruire il cinema del futuro e questo è quanto.