30.6.08

Airbourne


Originalità: 0%
Energia: 100%
Giovani, australiani, con un debito grosso come una casa nei confronti degli AC/DC, però divertenti.
Il primo album si intitola "Runnin' Wild" e per me merita perlomeno l'ascolto (magari in macchina).

p.s.
Lemmy, nel secondo video, rulla abbestia.

10 commenti:

Riccardo Torti ha detto...

direi che il debito è grosso almeno quanto una città... anzi quasi quanto tutta l'Australia...

Avion ha detto...

Lemmy, lol.

Oscar ha detto...

Personalmente vado più sul prog (dagli ELP ai Dream Theater), però sentire un flusso di adrenalina così concentrato ti mette davvero una bella carica...se stessi in macchina penso che il piede affonderebbe sull'acceleratore fino a 200 e passa all'ora anche su una 126! :-)
Bye

Alessandro Arcuri ha detto...

Si effettivamente non si discostano dal già sentito. Ci danno dentro, però...
Comunque fra gli australiani delle nuove generazioni preferisco Danko Jones!
Ah, nota di colore: Lemmy non ha neanche la patente ^__^
(L'ho letto sulla sua autobiografia che, per inciso, fa morire dal ridere! Lo humor inglese del mitico Kilmister, applicato alle vicende dei Mötörhead, fa veramente späccärë!)

RRobe ha detto...

L'autobiografia di Lemmy è tipo la bibbia.

lestaat ha detto...

Salve a tutti, vi seguo da un po ma non posto mai.
Stavolta merita.
:P
Molto carucci.
Tanta energia senza troppe seghe mentali.
La ripresa degli ACDC è davvero plateale anche se, NON sono gli ACDC.
Mancano una cifra i fratellini.
Davvero divertenti però
E, oscar, attento, te lo dico per esperienza, MAI mettere gli ACDC in macchina, troppo pericoloso.

Alessandro Arcuri ha detto...

Anche coi Rage Against The Machine, però, rischio l'incidente... ^__^

Elydon ha detto...

E' il gruppo che è stato al Gods, Venerdì.
Non ci sono stata di persona, ma mi hanno detto che dal vivo non sono niente di speciale.
Ma un punticino lo meritano, grazie a Lemmy!

Giorgio Salati ha detto...

Non male.

Però negli ultimi 15 anni sono usciti un milione di gruppi cloni degli AC/DC... questi Airbourne non sono male però ce ne sono altri che non hanno avuto la stessa "visibilità" e che meritano forse di più, ennesima dimostrazione del fatto che non è il pubblico a scegliere chi fa successo... oltre ai già citati Danko Jones (che sono CANADESI, non autraliani), uno dei migliori gruppi secondo me è quello degli italiani BabyRuth.

Grande Lemmy comunque! "La sottile linea bianca" è fantastico, meglio anche di "The Dirt" dei Motley Crue!

3DEIMOS ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.