17.6.08

Come è andata Manziana Comics?

La prima edizione di Manziana Comics ha aperto un nuovo corso nell'ambito delle fiere fumettistiche.
Se Lucca è il grande circo, Napoli il salotto buono, Milano una fiera dei primi anni '90 ibernata e scongelata nel nostro presente, e Mantova la festa dei superamici... Manizana è lo struscio di paese.

Se dovessimo giudicare questa manifestazione basandoci sul numero di espositori presenti, allora non potremo che definire Manziana come un totale fallimento.
Ma valutare questa fiera solo sotto questo aspetto sarebbe ingiusto... perché sì, è vero, gli stand si riducevano a una manciata e l'unico editore presente era l'Arcadia, ma è pure vero che la fiera era stracolma di autori molto disponibili e il programma prevedeva molti momenti divertenti e godibili per il pubblico. In poche parole, l'impegno profuso da Stefano Caselli, Simone Gabrielli edi tutti gli altri ragazzi della Scuola Romana dei Fumetti è stato tangibile e concreto e ha contribuito in maniera decisiva alla buona riuscita della fiera.

Nel baretto della piazza di Manziana ci potevate trovare autori di ogni risma e levatura: dal grande nome Bonelli, alla rockstar del fumetto USA, dall'indipendente duro e puro, all'esordiente di classe. E se per caso qualcuno non stava al bar, allora lo potevate trovare sicuramente dietro al tavolo dello spazio "disegno dal vivo" a smazzare schizzi e disegni per chi li chiedeva.
E se degli autori non vi fregava niente... allora c'erano i concerti (AndreaRa, Blues Willis, Raggi Fotonici), il cabaret (Greg & Lillo) o le mostre (concettualmente molto interessanti ma, purtroppo, fatte solo di stamponi).
A margine anche un buon concorso per aspiranti fumettisti con premi in denaro e una giuria dall'alto tasso di professionalità (Giuseppe Camuncoli, Gabriele Dell'Otto, Max Brighel Laura Scarpa, Marco Soldi, Giovanni Gualdoni e il sottoscritto).

Se proprio vogliamo fare le pulci... si potrebbe dire che la cerimonia di chiusura con la premiazione è stata un pelo goffa ma non penso che la colpa sia di quelli dell'organizzazione. Dei ragazzi, almeno.

In poche parole, io sono stato bene e torno dalla fiera con "il karma leggero".
Mi sono divertito e mi sembra che lo stesso abbiano fatto anche i colleghi, gli appassionati e i manzianesi (si dirà così, Manziani? Manzianiti? Manzianici?? Manzianini?!).

E per concludere, un saluto a Giuseppe Tuttiquanti e alla direttrice, a Max e signora, a Alex e allo zucchero, a Yoko, a Barbara, a Sara (che ha un gran buon gusto in fatto di magliette) agli amici e a tutti quelli che volevano un disegno da Gabriele Dell'Otto e se ne sono ritrovati per le mani uno mio.

p.s.
questo è il disegno che Stefano (Caselli) mi ha dedicato.

15 commenti:

werther Dell'Edera ha detto...

Scuola Romana dei Fumetti!

RRobe ha detto...

Done,

Fabrizio ha detto...

Chissà quanto avrà venduto il bar di Manziana, allora!!! :D

Appena letto del ritorno di Chase.
Ottima storia, molto Death Race.
E i disegni del pontrellone fanno assolutamente la loro porca figura...

Fab

bvzf ha detto...

Concordo pienamente con rrobe. Chi è venuto alla manifestazione cercando una mostra mercato può essere rimasto deluso... Chi invece cercava il contatto con gli autori sicuramente è tornato a casa soddisfatto: a proposito, rrobe, grazie ancora per le osservazioni sulla mia sceneggiatura e per i consigli che mi hai dato!

Francesco

Skiribilla ha detto...

Forte anche il tuo disegno da Bevilacqua (piastrato, uh)

RRobe ha detto...

:asd:
Prima o tardi ci provo.
No. Prima li cotono come uno dei Britney Fox.

ro-mario ha detto...

gran bella fiera, questa di Manziana: io ci sono stato (purtroppo) solo domenica, ma mi è stato riferito di un'ottima affluenza il giorno prima. E domenica non c'è stata poca gente...
Come Edizioni Arcadia abbiamo fatto un incasso non particolarmente distante da quello di Torino Comics (e le spese sono state nettamente inferiori). Al di là delle vendite, però, il vero punto di forza di Manziana è stato il contatto -mai così ravvicinato- tra autori e pubblico.
Davvero un week end piacevole, e credo che la prossima edizione sarà addirittura migliore.

MarcoS. ha detto...

anche io sono stato soddisfatto di Manziana, peccato solo non essere andato bene nel concorso di sceneggiatura, per il resto il luogo era molto carino e anche a livelli di acquisti mi è andata bene dato che ho preso LOst boys e self service che erano proprio i fumetti che volevo prendere.

Legend Fenys ha detto...

Ciao RRobe, vedo che anche tu hai apprezzato la fiera, intanto ti ringrazio per lo sketch meraviglioso che m'hai fatto, ma soprattutto per aver messo la foto che ho fatto io! è un toccasana per il blog :P

RRobe ha detto...

Di nulla.

p.s.
sulla foto c'era il vostro indirizzo, quindi non m'è parso il caso di segnalare da dove era stata presa, scusa.

keison ha detto...

io me so divertito. Pure se al ritorno io e Torti, de notte, abbiamo preso la strada sbagliata e siamo finiti nell'unica strada-chiusa-non-asfaltata-piena-de-buche-e-merda-de-polli-e-serial-killer di tutto il circondario. Ma poi il fatto che era chiusa m'ha fatto ride, saranno stati 3 kilometri di strada di campagna, (co tanto di passaggio a livello per un treno che non passerà mai più), e che sbucava in una piazzetta chiusa con 5 cancelli. perchè non c'andava di perdere tempo, sennò so sicuro che ogni cancello avrebbe condotto ad un "what if", ma siamo tornati indietro e ciao.

Elydon ha detto...

Sai mica dove posteranno le foto?
La fotografa me l'ha detto ma non l'ho capito..

Sara

Legend Fenys ha detto...

di nulla RRobe, hai fatto bene anche a non metterlo espressamente :)


casomai se vuoi ti passo le immagini dello sketch che m'hai fatto!

Antares ha detto...

ciao a tutti

dove si trova Manziana?

Stefano Caselli è un grandissimo disegnatore, lo adoro!

Giuseppe Di Bernardo ha detto...

Approfitto del blog di Roberto (che saluto qui, visto che a Manziana non ci sono riuscito), per ringraziare gli organizzatori della splendida accoglienza. Sono in debito!