22.9.08

John Ford ha sempre ragione.


Come avrete notato, mi sono lasciato trascinare da Facebook (trovate profilo e link nella colonna qui a destra).
Se il web ci vende di Myspace come il posto dove i giovani musicisti fanno contratti con le major e i nerd rimorchiano le gothic lolita, alla stessa maniera, Facebook è il posto per ritrovare le vecchie amicizie del liceo.
Io ho sempre pensato che fossero cazzate e invece no.
Tra i primi contatti che ho avuto con Facebook, si segnalano proprio due persone che conoscevo ai tempi del liceo.
La prima è una ragazza di cui ero cotto disperatamente e, la seconda, era uno dei miei migliori amici dell'epoca, con cui ruppi l'amicizia per una storia di donne e una pistola (non scherzo, dopo il liceo era diventato poliziotto) puntata genericamente nella mia direzione.
Devo ammettere che ritrovare queste persone mi ha fatto molto piacere però, a camminare sul sentiero dei ricordi, capita pure di schiacciare qualche merda di cane.

"Minchia, Alessia! Quanto tempo è passato?! Ti ricordi che studiavamo insieme per la maturità?"
"Sì, sì...e ti ricordi che una volta schicciasti mia sorella, sdraiandoti sul divano?"
"Errr, no... tu, invece, ti ricordi che ti mandai una lettera da adolescente in cui ti dichiaravo tutto il mio disperato amore?"
"No..."
"Ma dai... che poi ti sei messa a uscire con quell'attrezzo di Torpignattara..."
"Di Torpignattara dici? No, non me lo ricordo... era un bel manzo?"
"Senti, parlando d'altro... ma quella tua compagna di classe, quella bionda, con le tettone e quel bellismo sedere... quella che girava sempre mezza nuda e si faceva smanacciare da tutti... Paola!"
"La Bozzonini."
"Ecco lei... ma la senti ancora?"
"No."
"..."
"E' morta."
"Scherzi?"
"E' stata una cosa terribile."
"Ah... ecco perché non la trovavo su Facebook."
"Echecazzoperò... pure tu! Di tutti quelli del liceo, proprio la Bozzonini ti dovevi andare a capare?"

Mi sono sentito come il personaggio di un film di Verdone (manco di Kasdan, giusto per farvi capire quanto mi sono sentito di merda).

Cazzo, una tipa piena di vita, il sogno erotico del liceo, il primo sedere che ho mai toccato in maniera consapevole, la ragazza con il più alto numero di seghe a lei dedicate... non ci posso credere che sia morta.
Nel corso degli anni, quando m'è capitato di ripesare a lei, me la sono sempre immaginata a passeggio per Rodeo Drive con un cagnetta in braccio e un nome d'arte tipo Vanessa Vega...
e invece.
Mi dispiace davvero tanto.

E sapete che c'è? Che ho deciso di fregarmene della verità. 
Per me la Bozzanini è davvero andata Los Angeles a fare la divetta del porno e adesso vive felice e impasticcata.
Ford diceva che tra la verità e il mito, è il secondo che deve vincere.
E chi cazzo sono io per andare a dire a Ford che aveva torto?



p.s.
Un medium?