21.10.08

Come la Apple sta cominciando a perdere il treno...

EEE Top.
Nuovo "all-in-one" della Asus che si pone come concorrente diretto dell'Imac. Solo che ha lo schermo tutto in touch screen (anche se single touch) che l'IMac non ha... e costa la metà.

Queste le specifiche:
Eee Top ET1603
LCD: 15.6” 16:9 wide panel 15.6” 16:9 wide panel
Touchscreen: Single touch; accetta dita o penna
Sistema Operativo: Genuine Windows XP Home con Express Gate
Processore: Intel Atom N270
Chipset: 945GSE + ICH7
Memoria: DDRII 1 GB
Hard disk: 160 GB SATAII 5,400 rpm
Grafica: ATI Mobility Radeon HD3450
LAN: 10/100/1000 Mbps
Wireless: Wi-Fi 802.11n
Speakers: 4 W Hi-Fi speaker x 2 + SRS Premium Sound System
Audio chip: High definition audio chip
Porte I/O laterali: USB 2.0 x 2, card reader
Altre prote: 3 audio ports for 5.1 channels:
* Porta microfono in ß> Center/Bass
* Line in ß> Sur R/L
* Line out ß> Front
Gigabit LAN x 1
USB 2.0 x 4
Alimentazione: 19 V DC, 4.74 A, 65 W
Batteria: Integrata
Peso: 4.4 kg

Dovrebbe costare intorno ai 600 euro.
E intanto, a Cupertino, sfornano una nuova gamma di MacBook con un prezzo entry level di 1200 euro (per prestazioni non così strabilianti), mentre la linea IMac rimane al palo, priva di innovazioni sostanziali e con prezzi sempre troppo alti.
Però la Apple ha Mac Os X.
Io continuo a ripetermelo... ma diventa sempre più difficile accettare che questo basti a fare la differenza.

Poi sia chiaro: è ovvio che sotto il profilo prettamente prestazionale un IMac si mangi a colazione questo PC low cost della Asus... ma, a meno che non facciate grafica (3D in particolare) o video making, le differenze non le avvertirete poi molto. E lo schermo touch, su un computer così economico, è davvero la marcia in più.

26 commenti:

IL GABBRIO ha detto...

Premetto che non capisco una mazza della materia:

Io e i membri della mia band ci siamo fatti assemblare un pc da una ditta che assembla pc prevalentemente per registrazioni audio...una gran bella bestia, non ti so dire le specifiche ma l'esperto del gruppo sbavava pesantemente...ed è esperto. Prima di farlo assemblare abbiamo portate le specifiche della costosissima scheda audio che intendevamo acquistare chiedendo una macchina su misura per quella scheda...capace di far suonare contemporaneamente almeno una ventina di tracce audio...ah, anche l'ultima versione del software per registrare è stata presa nuova (con buona pace del mulo)...
Un disastro...sotto tutti i punti di vista.
Cosicché, rottomi le palle, mi sono presentato in sala regia col mio macbook (che ha la metà della ram del pc) ho attaccato la scheda audio e abbiamo registrato tranquillamente i nostri brani...senza nemmeno un minimo rallentamento nella riproduzione o nella registrazione...ah, usando Garageband, praticamente una cazzata di programma per registrare...risultato ottimo!

Quindi, dato che non capisco un cazzo, se devo solamente scrivere mi va anche bene un pc, per il resto, rimango fedele...anche perché in tutti gli studi di registrazione professionali che ho visto (dal vivo e non) ho visto solo Mac... : D

hem...sui prezzi...passo!

LukeMux ha detto...

Credo l'errore di fondo sia aver pensato che il mac sia una macchina per tutti, quando è evidente che ha sempre tenuto più in conto coloro che lo usano per lavorare nei campi audio-video (final cut studio non ha rivali e pure adobe after effects ci gira molto bene) e digrafica. Da montatore video c'è una cosa che questi computer nuovi non hanno mai: la firewire che è d'obbligo se si vogliono acquisire i filmati DV in modo corretto.
Se lo si usa per navigare e scrivere solamente rimane molto sottoutilizzato. Chiaramente il costo è sempre alto dei mac (dovendo buttare più l'occhio sul settore audio-video dove per qualsiasi programma sono milionate) ma va valutata la durata della vita della macchina.
Lungi da me incensare mac ad ogni costo che ha i suoi diffetti e problemi, però mi sembra chiaro che il mac non sia per tutti (anche se il settore marketing della apple ci provi a spacciarlo così in realtà le macchine dicono altro).

Willy ha detto...

Concordo solo in parte con quello che dice lukemux.
Non sono d'accordo che i mac non siano pensati per tutti i tipi di utenti, anzi. Avverto solo un certo disinteresse da parte della apple nel curare quelli che una volta erano i suoi punti di forza soprattutto per quanto riguarda hardware e prestazioni. E' chiaro che la loro politica si sia incentrata negli ultimi tempi più su altri versanti in cui gli introiti sono senz'altro maggiori (ipod su tutti). La conseguenza è che ne sono usciti penalizzati proprio quelli che una volta erano i fiori all'occhiello di Cupertino e che facevano davvero la differenza. Le nuove linee di macbook e macbook pro soprattutto sembrano puntare esclusivamente su modifiche più esteriori che altro e il divario con i concorrenti diretti pc si è accorciato di molto rispetto al passato (la componentistica resta ancora superiore, anche se quei monitor glossy sui mbp urlano vendetta, ma le prestazioni effettive hanno numerose pecche). Le altre linee come mac mini e mac pro sono un po' abbandonati a se stessi, con prezzi IMHO fuori mercato e in generale si è accentuata l'enfasi sugli aspetti in fondo minori, ma che forse alla apple pensano che facciano presa sugli acquirenti meno esperti, come il design accattivante. Con la differenza rispetto al passato che ormai anche tra i pc si trovano buone soluzioni, e più economiche, anche da quel punto di vista.
Per quanto riguarada il sistema operativo, sembra che con snow leopard si prenderanno un momento di pausa dalle innovazioni per alleggerire un po' il tutto, il che è positivo, ma significa che anche in quel senso non avremo novità sostanziali almeno per un paio d'anni.
Nel frattempo i pc supportano già da tempo anche blu-ray e quant'altro...
Io continuo a lavorare su entrambe le piattaforme, ma ammetto che non sento più come una volta l'urgenza di sostituire il mio vecchio powerbook con uno nuovo.

GuidO ha detto...

se si fa 3d con le schede video che mette la apple ci si fa girare ( su se stesso ) giusto il grillo parlante! :P

Willy ha detto...

se fai 3d ti serve un mac pro e ci fai girare il grillo parlante, pinocchio e pure la balena. Solo che ti servono dai 3000€ in su. :)

Fabio... ha detto...

Se è vero QUESTO cascano anche gli ultimi appigli dei difensori della mela...

Comunque, alla PIXAR usano i pc, e anche alla WETA...
Se poi per il videoediting è meglio il mac... Me ne farò una ragione.

Io con 700euro ho preso un PC nuovo con 4giga di ram, 500HD, processore quad core, scheda graphica nvidia e incluso un monitor da 22" wide della acer...
(si, sto divagando)

GuidO ha detto...

willy... il mac pro 8-core è un'ottimo computer ma ci infilano sempre una scelta di 2-3 schede video decisamente al di sotto della media di quel segmento di prezzi.
Negli ultimi mesi hanno alzato un pò il livello ma i primi 8-core avevano una ati imbarazzante... altro che pinocchio e balena. :P

LukeMux ha detto...

Se toglie la fireware è un povero mentecatto...spero in un fake. Nel nuovo mac book ,15 pollici, ha messo addirittura una firewire 800 ma in quello da 13 l'ha tolto del tutto. Un pò schizzofrenico, quanto meno.

Comunque quello che volevo dire era che il problema di apple è ora di non essere ne carne ne pesce.


Parlando di video editing (se l'offtopic a qualcuno) ci sono due sole possibilità serie: Premiere (solo win) e Final Cut. (avid non lo prendo in considerazione perchè meno usato negli ultimi tempi e personalmente non l'ho provato quindi non mi esprimo.)
Premiere è buono ma può capitare un pò di tutto tant'è che è d'obbligo, quando su monta su premiere, di salvare i progetti in versioni successive per stare dalla parte del sicuro. Ma il suo lavoro lo fa egregiamente e ha una titolatrice migliore di Final cut che, invece, ha dalla sua una serie di effetti più utili e performanti ( uno su tutti la gestione colorimetrica). L'importante in entrambi i casi è molta ram e un hard disk dedicato a 7200 giri. Spero di non aver divagato troppo. :)

Willy ha detto...

considera che una doppia (o tripla) ati hd2600 o una nvidia geforce 8800gt su mac pro girano benissimo (e il tutto dovrebbe risultare più performante rispetto a un'equivalente configurazione pc) e non credo davvero ci siano probemi per il 3d. Ripeto che se poi vogliamo fare un discorso comparativo a livello di prezzi, la cosa si complica.

Giuseppe ha detto...

okok
voglio comprare un portatile e usarlo per scrivere, catalogare e archiviare e navigare....al max vedrò qualche serie tv e film durante le ore morte al lavoro...
che compro?????????

Fabio... ha detto...

Giuseppe
Se ci guardi anche i film, QUESTO è un 17"Wide...
Se poi vuoi spendere meno di 600euro ti tocca prendere un 15 pollici...

RRobe ha detto...

Un '17 non è un portatile, dai.
Io ti consiglio questo:
Asus EEE 1000H
Costa 450 euro ed è una signor macchina portatile con cui fare quello che devi fare.

Giuseppe ha detto...

mmm
la differenza di prezzo non è tanta, effettivamente 17" son tanti ma 10" non sono pochi? Una via di mezzo si trova?
In ogni caso il 17" per quanto mi attizzi non può essere portato in giro, e a me serve una macchina leggera!
Devo vedere dal vivo l'EEE...

CarloC ha detto...

La Dell dovrebbe mettere in commercio, non si sa ancora esattamente quando, un nuovo netbook "low-cost" con lo schermo da 12", Dell Mini12.
Entro la prima settimana di novembre dovrebbe uscire il nuovo Samsung NC10, a quanto sembra dovrebbe essere molto vicino all'Asus 1000H, se non superiore (sempre 10" però).

Sam ha detto...

Mac OsX vale tutti i soldi di differenza. Sono sistemi operativi non paragonabili (li uso entrambi a lavoro). La Apple costruisce macchine che durano 5-6 anni. Che permettono aggiornamenti di sistema nel tempo (basti pensare che ci sono G4 silver con system 10.4.11). Se poi si vuole dei giocattolini allora c'è tutto un mercato in espansione che permette di divertirsi ad avere l'ultimo arrivato. Dipende ogni quanto abbiamo bisogno di comprare cose nuove.

gianluca ha detto...

C'è anche l'eee-pc ultrasottile, ora (sempre a un terzo del prezzo dell'Air), la sigla dovrebbe essere S101 o simile

QSJesus ha detto...

@Fabio...
Comunque, alla PIXAR usano i pc, e anche alla WETA...
Se poi per il videoediting è meglio il mac... Me ne farò una ragione.

Beato te .. chi fa CGI ad alto livello usa soltanto station Solaris/UNIX, anche se ultimamente alcune distro LInux hanno degli emulatori, ma è poca cosa rispetto a mostri da 40 mila euro a botta, con processori dedicati, non certo delle "semplici" schede video o audio ...

@Lukemux

stesso discorso di cui sopra, se fai lavori per cose medio piccole ok premiere, pinnacle, final cut, sopratutto premiere ha dei "gingilli" molto interessanti per un amatore molto capace, ma se stai preparando un film per il cinema, non certo un'opera prima per il cinema italiano, allora c'è solo Avid ...

ma fors sto uscendo dal seminato ... :D

Cassidy ha detto...

ma c'è solo in 15.6"?

Sara Pichelli ha detto...

dopo 2 minuti che lo guardavo già m'ero stancata per lui...

RRobe ha detto...

Io già mi vedo tipo Tom Cruise in Minority Report, invece :asd:

Greg ha detto...

Rrobe ma quella scritta sopra al tuo letto l'hai fatta tu?

...o è stato Pennywise???

RRobe ha detto...

Hehehehe... Io in un momento di paranoia dura.

Sara Pichelli ha detto...

uffa proprio ora che mi sentivo una figa che mi ero fatta il mac...Robè te odio...

spino ha detto...

Beh, robè...sai i miei sentimenti verso jobs, però dire che nasce per far concorrenza all'imac...dai, non ci credi manco te :D

sono invece convinto che sia un nuovo genere di prodotto, questo sì, e che possa ricavarsi una sua nicchia di mercato...

Kappa ha detto...

Ok, sono un pasdaran Mac, lo ammetto.
Però.
Però facciamo qualche considerazione:
i touch screen esistono da almeno due decenni. Da qualche anno i prezzi sono diventati accettabili, ma non hanno preso piede quanto ci si aspettava, se si escludono quei dispositivi dove rappresentano l'unico sistema di input (PDA, cellulari e simili). Sui portatili sono stati un fallimento, perché la tecnologia single touch non permette di fare molto se non al prezzo di contorsioni digitali.
Per non parlare dell'inevitabile sditazzamento dello schermo, che fa schifo ai più.
Ora, l'unica possibilità che vedo nell'utilizzo serio di un touch screen è in abbinamento con il multitouch, ma anche in questo caso ho forti perplessità: sarebbe forse meglio riservare il so utilizzo ad una tastiera/schermo/trackpad separata dallo schermo principale.
Quindi definire (non lo hai fatto, ok, ma il senso è quello) "iMac killer" un pc all-in-one a basso costo mi sembra quantomeno azzardato.
Quanto ai prezzi dei prodotti Apple, non c'è dubbio che siano mediamente più alti, ma facciamo un attimo mente locale.
Apple costruisce macchine solide, ben ingegnerizzate, efficienti e belle a vedersi.
Queste caratteristiche bastano ad escludere il 90% delle macchine a basso costo, che nel migliore dei casi hanno case scadenti e plasticosi, tastiere anni '80, cavi e cavetti a spasso per il chipset, hard disk montati a cazzo e ventole che competono con un 747 in quanto a rumorosità e/o sono altamente inefficienti.
Restano i PC "di marca" (e con questa accezione intendo quelli fatti per benino, non quelli dai marchi famosi), ma se ne compariamo i prezzi ci accorgiamo che siamo lì.
Io qualche computer in vita mia l'ho visto, ma finora non ho mai trovato un PC così ben ingegnerizzato come un MacPro, né un portatile paragonabile ad un MacBook Pro.
Non ce n'è per nessuno, mi spiace. Alcuni sono bellini, ma basta girarli per accorgersi che ci hi ha progettati ha fatto un lavoro a metà.
Quanto alla sparizione dai nuovi portatili di FireWire non so, sono dubbioso. Mi sembra un po' una minchiata.
Infine una cosa sui portatili 17". Ne ho preso uno ad agosto: un MacBook Pro, ovviamente.
Chissà perché me lo immaginavo immenso, in realtà il rapporto vantaggi/svantaggi di avere un laptop più ingombrante sono minimi.
Ho preso una tracolla apposta (verde militare, fichissima) e lo spazio in più che occupa è davvero minimo. Del resto il mac è sempre spesso 2,5 cm e il peso in più è del tutto accettabile.
Ecco.

RRobe ha detto...

Cerco di spiegare il punto in cui dico che questa macchina farà concorrenza all'Imac.
l'IMac è il computer consumer della linea Apple, giusto? Significa che è rivolto a una fetta di mercato che ha bisogno di un computer abbastanza versatile ma non specializzato per fare determinate attività.
In sostanza, chi si compra un Imac, in media, lo usa per navigare, ascoltare musica, fare leggeri fotoritocchi, qualche montaggio video di minima rilevanza, vedersi i film. In teoria, le prestazioni dell'Imac ti permettono di fare molto, molto di più... ma sono davvero pochi i consumatori che ne sfruttano la potenza.
Questo prodotto della EEE permette di fare esattamente le cose richieste dall'utenza media, ergo, in termini di percezione, è un uguale a un Imac. Solo che costa molto meno e ha questo amabile schermo touch (che è solo un inizio, sono certo che entro sei mesi uscirà anche un EEE Top con multitouch).