6.11.08

...dio santo...

"E' bello abbronzato!
BERLUSCONI RAZZISTA!
"Ma no, era una carineria... non volevo dargli del negro!"


Sul serio... non so più se sputare ogni volta che lo vedo o adorarlo per la faccia da culo.

E intanto, anche Forattini (il vignettista satirico più innocuo del paese) è entrato nel mirino dei paladini del politicamente corretto.
QUA trovate la sua vignetta.
Premesso che la gaffe di Berlusconi c'è e ok, premesso pure che la vignetta di Forattini è brutta... ma dite quello che volete, per me c'è qualcosa che non torna se non si può dire che un nero è un nero.

60 commenti:

cRi ha detto...

Arduo! Ho passato mezzora buona ferma al passaggio a livello ascoltando le newZ alla radio e facendomi la stessa domanda!

RRobe ha detto...

Che poi io sono combattuto: da una parte è ovvio che sia una gaffe del cazzo... però mi stanno sul cazzo pure tutti i politicamente corretti che si stanno indignando come vecchie zitelle.

Lowfi ha detto...

io sincera per una volta sto dalla parte del berlusca.. voglio dire.. il manifesto ha titolato "indovina chi viene a cena" e tutto il mondo si è sprecato con giochini di parole sul fatto che è negro....

la sinistra non aspettava altro tanto per fare un po' di polemica gratuita..

Lowfi ha detto...

ah non c'entra niente ma ti innamorerai di little big planet, io già lo so

RRobe ha detto...

In parte concordo.
Il fatto però che la gaffe del Berlusca è stata riportata da tutti i quotidiani del mondo esiste, però.

Lowfi ha detto...

vero ma sinceramente io mi aspettavo di molto, molto peggio.

certo che pure lui.. io non lo capisco.. dovrebbe essere un "grande comunicatore".. sapere che lo aspettano coi fucili spianati ma non può fare a meno della sparata.

Luigi Siviero ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Lowfi ha detto...

ma poi voglio dire.. sono anni che si va in giro a dire che berlusconi è un nano...

Moleskina ha detto...

No, non va proprio. Il Berlusca, purtroppo, è il Presidente del Consiglio e questo ruolo implica "essere diplomatico" e NON sparare cazzate come una mitragliatrice impazzita: lui è convinto di essere un dritto quando fa queste battute, la sua arroganza gli fa pensare che ogni cosa gli sia consentita, straparla, tanto poi smentisce il giorno dopo.... Oggi è stato l'abbronzato, l'altra volta lo sfoderare il suo fascino con il ministro finlandese, la volta prima il "kapò"... Come ha detto prima Bersani: "Non tutti apprezzano il Bagaglino". Per fortuna, aggiungerei.

Moleskina ha detto...

E poi via,la battuta dell'abbronzato "usava nell'uno", come si dice a Licorno...

Moleskina ha detto...

LiVorno

VINCENZO ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
VINCENZO ha detto...

Bè, immaginate se Silvio avesse riciclato questa: "Sapete quali sono le cinque parti bianche di un Nero? Gli occhi, i denti, le unghie, lo sperma."
"Presidente, e la quinta?"
"Ah, il padrone".

Fabrizio ha detto...

Rrobe, ma qui il problema non è se un nero è nero.
Ma se un coglione è coglione.

Punto...


Fab

Andrea ha detto...

A volte c'è un'ipocrisia di linguaggio che fa paura.Obama è fiero di essere nero e va avanti per la propria strada.Siamo noi che ci facciamo le pare dell'uomo di colore,black e così via di nomignoli.

cristiano ha detto...

(premessa: disprezzo totale e definitivo per il presidente del milan. è ancora presidente del milan? non seguo il calcio)
boh, a me ha fatto venire la pelle d' oca il commento di ieri, quello sui consigli, per capirci.
oggi non so, mi deve sfuggire qualche sfumatura, ho letto pure l' articolo su repubblica sul razzismo esplicito ed implicito, ma non riesco a convincermene solo perchè l' ha detta lui, che pure credo sia razzista.
che poi ha detto: bello, giovane ed abbronzato.
lo dicessero a me!

gongoro72 ha detto...

il fatto è che Nano non glielo ha detto nessun capo di stato (ancora...), invece lui lo è, purtroppo (capo di stato)(anche nano, va be', ma senza purtroppo..)

gongoro72 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Sergio Algozzino ha detto...

attenzione, berlusca non può essere un coglione perchè i coglioni sono sempre i comunisti, per sua stessa ammissione, fra le tante cose carine che si è permesso di dire in questi anni

Marco ha detto...

Sia la vignetta di Forattini che la sparata di Berlusconi sono tristi.

Se Forattini non ci fa bella figura come autore satirico, colpevole unicamente di aver disegnato una vignetta più scontata della barzelletta del pazzo di trenta centimetri, Berlusconi canna completamente le basi del suo mestiere.

Voglio dire, la politica è anche abile ipocrisia, rispetto del cerimoniale, assenza totale di errori.
E' un po' come quello che va alla cena importante di lavoro e canna tutte le regole del galateo, in un contesto in cui è BASILARE in modo in cui ci si presenza, non per fattori di ipocrisia, ma perché i capi ti valutano anche da come tieni la forchetta.
Giuste o sbagliate che siano certe cose, sai come funziona, sei tu che scegli di essere lì, e se sbagli paghi, non puoi certo metterti prima a sognare un'avvenire nell'Alta Società dei pezzi di merda più biechi e opportunisti, e poi, pizzicato a soffiarti il naso a tavola, invocare il " parlamose come magnamo" .

Quindi non credo che una sincerità simile vada lodata, perché come tutte le gaffes non nasce da arguzia popolare, da precisa volontà, ma da una semplice distrazione non voluta.
Da goffaggine.
La goffagine non è arguzia, e va derisa.
Berlusconi non è certo l'amico intriso di saggezza popolare che non ha saputo trattenersi, ma semmai l'ipocrita abituale, tutto fuorché spontaneo, abituato a compromessi e viltà varie, che per una volta fa cadere la maschera mostrando la faccia di merda, e dimenticando di risistemarsela.

DrGonzo ha detto...

Mah, la battuta di Berlusconi (che comunque non ha perso occasione di dire la sua stronzata. Un giorno ha resistito prima di fare la battutina, un giorno santo iddio) è marginale, il problema, in Italia soprattutto, ma anche in America, è che Obama è visto (e si è promosso) PRIMA come "il negro che diventa presidente" che non come uomo politico effettivamente più capace di McCain. E che quindi il razzismo, se vogliamo nella forma "ribaltata" del politically correct , non è sparito proprio per niente.
Ma stiamo pur sempre parlando del grande paese multirazziale che in 200 anni di storia ha eletto solo due presidenti che non siano stati WASP.

Marco Rizzo ha detto...

che un presidente del consiglio dica una cosa del genere è già di per sé fuori dal mondo. se lo dice come biglietto da visita al presidente degli Usa fa rabbrividire. Ma lui è quello del kapo', dei coglioni e dei gay a sinistra, del leggio, e di tante altre sparate. Prima o poi dovrà capirlo che non siamo al bar della P2, no?

Ed! - the webcomic ha detto...

bah... a me più che una gaffe sembrava una battuta. Mal riuscita ma pur sempre una battuta. Ha fatto ben di peggio.

Detto ciò... io sono più indignato per la bruttezza della vignetta di Forattini. Ma dico... quel coglione è pagato per tirare fuori quella roba?
orribile.

Filippo ha detto...

eh, il problema è che entrambe le gag facevano cagare, altro che questioni di opportunità...

[Mr.BEAST] ha detto...

ogni giorno quella faccia di [automodedit] materia archivia organica comunemente detta [/automodedit] mi stupisce sempre di più.

Gipi ha detto...

Di Berlusconi non dico niente per un voto fatto alla madonnina di San Epifanio anni fa.
Ma della vignetta di Forattini si può ragionare:
Non è che è razzista, è che fa cacare.
Cioè fa veramente cacare, come sempre del resto fanno cacare le vignette del suddetto da circa ventanni a questa parte.
Insomma il fatto che faccia così cacare non è più grave degli eventuali contenuti razzisti?
E il fatto che un giornale pubblichi una roba che fa tanto cacare non è più grave del fatto che un giornale pubblichi una vignetta razzista?

Alex "AxL" Massacci ha detto...

Gasparri il giorno prima ha detto che "I terroristi saranno grati all'America perchè ha votato Obama".. permettetemi ora di aggiungere che questa frase è di una gravità ASSOLUTA (visto che ha già dipinto Obama come uno che non potrà difendere il suo paese, o tanto peggio come AMICO del terrorismo)...altro che "l'abbronzato" di Berlusconi! era da togliergli la sua carica di ministro!!
Ma siam qui a parlare di berlusconi che dice "..è giovane bello e abbronzato" (che alla fine, gaffe o battuta infelice,è pur sempre meno offensiva della Gasparata)
(ancora non ho visto la vignetta di forattini)

marco ha detto...

la vignetta di forattini è divertente, dai.
un sorriso lo strappa

Lycurgus ha detto...

No, Marco, non è divertente (e non centra il linguaggio); è, boh, non saprei come definirla, neanche uno sfottò, è un disegno di un autore ormai bollito da anni che continua ad alternare i soliti quadretti privi di senso come questo per portare a casa la pagnotta ad attacchi livorosi totalmente slegati da qualsiasi realtà.(circondando tutto dagli immancabili gabbiani sullo sfondo.)

Planetary ha detto...

Credo che la vera battuta di B. fosse che Obama sia "bello" :)

Angela Bondi ha detto...

Beh, quella battuta lo psiconano se la poteva risparmiare...ma si sa che non perde occasione per stare zitto. E crede pure di fare il simpatico!
Ma cerchiamo di capirlo dai, non è facile per lui trovare cose intelligenti da dire!

La vignetta di Forattini la trovo di cattivo gusto..

spino ha detto...

Robè... qui il discorso non è se sia consentito o no dire qualcosa... se fosse stato vivo chessò, John Belushi o Lenny Bruce, la battuta potevano pure farla...

Quella si chiama satira...

Ma permetterai che mi incazzo se un premier, che peraltro non ho manco votato, in una conferenza stampa in mondovisione da del simpatico negretto al nostro miglior/peggior alleato?

Mi spiego meglio...
Mettiamo che Sergio Bonelli fosse claudicante.
Tu lo apostroferesti mai in conferenza stampa come "Quel simpatico zoppo del mio editore..."?

O se qualcuno ti desse del "malaticcio di m...da"?

Eddai. Non lo farebbe manco Clint Eastwood. :)

Che poi sia patetico questo puntare il dito dell'opposizione, siamo d'accordo.

PS, per chi lo ha ricordato:
Nano a Berlusconi lo hanno detto in tanti, ma non mi pare che fra di loro ci fosse un capo di stato :)

Slum King ha detto...

Il problema è l'educazione.
E Berlusconi non ne ha!

Gipi ha detto...

Il problema è pure la politica estera.
Incollo da Repubblica:
"Il presidente eletto (Obama n.d.r.) telefona ai leader europei, ma non a Berlusconi."
Et voila.
Grazie al nostro Primo Cialtrone.
Ma tanto era solo una battuta, no?

Angela Bondi ha detto...

evvai
l'Italia deve sempre fare queste figure...

Simone Longarini ha detto...

NO COMMENT...
Ho il voltastomaco scusate.

Avion ha detto...

Ma uno con un minimo di cervello, sentendo Berlusconi pronunciare la frase, capisce che è una battuta detta senza alcuna cattiveria, cui probabilmente lo stesso Obama riderebbe. Lo si può pure attaccare per vari motivi, ma azzannargli le caviglie pure per questo no, dai.

IL GABBRIO ha detto...

Beh, cercando di essere super partes, devo ammettere che già da un pò era iniziata la caccia alla gaffe...tutti siamo partiti prevenuti...forse proprio per questo Berlusconi, per primo, avrebbe dovuto fornire meno assist possibili...
ma secondo me rimane una battuta innocua, nel senso "mentre tutto il mondo si concentra sul colore della pelle di Obama, io ci sdrammatizzo un pò, dicendo che effettivamente nero lo è"...
Dico questo, se proprio dovessi fare l'avvocato del diavolo...
Quanto a quello che dici tu, è vero che tutti hanno il diritto di dire che se uno è nero, è nero...il punto è che in un livello di civiltà apparentemente alto, la cosa dovrebbe passare in secondo piano, sti cazzi se è nero, io voglio vedere quello che fa...
Per me è semplicemente una cosa da numeri: il primo presidente di colore, punto. Roba da dimenticare dieci secondi dopo.

Sul politicamente corretto, poi, noi siamo un popolo grandioso...abbiamo talmente tanta paura di fare gli scorretti che ci inventiamo termini assurdi per definire vari stati e situazioni che finiamo per rendere tutto grottesco, noi non accettiamo le cose così come sono, le chiamiamo in modi che ci piacciono di più!

Armaduk ha detto...

Puoi benissimo dire a un nero che è nero. Ma non puoi prenderlo per il culo per questo. Soprattutto considerando che negli stati uniti quella del razzismo è una ferita ancora aperta. MOLTO aperta. E' come andare a parlare di nazismo in germania o di mafia in italia. Pensa a cosa succederebbe se un politico straniero facesse pubbklicamente battute sulla mafia.
Inoltre che berlusconi è un nano lo posso dire io al bar, ma non lo può dire un rappresentatnte di stato in occasioni ufficiali.

Oscar ha detto...

mah...come si dice, "non ho parole, solo parolacce"...e non so perchè ma mi viene in mente quando uscì Deep Impact al cinema, nel 1997 o giù di lì. Su tutta la stampa del settore (almeno quella italiana, non so all'estero), l'unico punto su cui si tornava e ritornava era che Morgan Freeman era "il primo presidente nero degli USA". Del resto del film, poco o nulla (come dire, torni da un viaggio a Londra e continui a ripetere che hanno cambiato la parte inferiore dei tombini). Il massimo per una pellicola di fantascienza (e qui mi chiedo quale fosse la "fantascienza", sempre per la stampa del settore...)
Bye

Greg ha detto...

Hai centrato il punto Rrobe.
Il politically correct è uno schifo. Non si può fingere di non notare certe differenze, non te le puoi cancellare a priori dalla testa. Non in quest'epoca.

Obama è il primo presidente degli USA nero (di colore, negro, afroamericano etc) e questa E' LA NOVITA' REALTIVA ALLA SUA ELEZIONE.
L'unica. Nessuno può fare a meno di manifestare il proprio "stupore".

Berlusconi pur essendo un capo di stato non ha la personalità, lo stile, l'intelligenza per fare osservazioni di un certo tipo. E non si accorge di questa cosa purtroppo.

Chi lo schernisce però è ancora peggio ed è IL VERO razzista; sottolinea certi contenuti perchè è il suo senso di colpa a suonare come un allarme. E' quest'ultimo a soffrire la differenza molto più di chi ingenuamente la manifesta.

Se non ci fossero razzisti chiunque potrebbe dire nero bianco giallo senza sollevare inutili polveroni da pollaio.

Come cattivo gusto è Molto peggio l'idea di Forattini. E ancora di più l'uscita di Gasparri.

RRobe ha detto...

Concordo Greg.

spino ha detto...

Mettiamola così, greg: fortunatamente nè Gasparri, nè Forattini ad oggi possono influire sul mio stile di vita, o chiamalo come vuoi.

Un premier, sì.

Greg ha detto...

Certamente Spino.

Ma sembra che allo stesso modo possano influire sulla tua vita quello che i media dicono su tale premier. Indipendentemente dalle minchiate di quest'ultimo.

Questo cambia un pò la prospettiva...

spino ha detto...

Greg, se è vero che Obama è negro, allora dimmi cosa c'è di falso nello scrivere su un quotidiano (o su qualunque media) che il nostro beneamato premier a fatto una figura di cacca, visto che la cosa è andata in mondovisione...

Mi ripeto: sono d'accordo che la sinistra "radical-scic" stia cavalcando la tigre pateticamente, ma ciò non toglie il fatto che il nano (io posso dirlo, non ho incarichi istituzionali, eh? ^__^)la cappellata l'ha fatta.

RRobe ha detto...

Ma non mi pare che nessuno lo abbia mai messo in dubbio, no?

spino ha detto...

E allora non capisco questo andare contro-controcorrente :)

Mi pare un po il concetto del "siete sotto doppio controllo segreto...."

:D

RRobe ha detto...

?
Ma guarda, è tutto scritto sul topic d'apertura, eh?
Lo psiconano ha fatto una cazzata, anche rilevante, e ok.
Ma dall'altra parte, certe critiche indignate sono ridicole.

il decu ha detto...

Non mi interessa in questo luogo delle "critiche indignate" e delle "controcritiche ancor più indignate".
Il nostro presidente del consiglio è un delinquente e da anni impasta, lui più degli altri, gli ingredienti che hanno trasformato questo paese in una torta di merda.
Se quindi abbiamo un'occasione di ridicolizzarlo, benvenga e la si usi.
Anche questo è politica.
Poi siamo tutti abbastanza intelligenti da fare considerazioni più alte e capire che guardarsi intorno non basta.
Ma politica ed etica sono due cose differenti.
Chi voglia continuare a fare del moralismo, s'accomodi. Se invece volete contribuire a schiodare quel coglione dalla poltrona, indignatevi per strada e condividete queste considerazioni con gli amici soltanto.
E per chi non l'avesse ancora capito: ci siamo e come al bar della P2, da un bel po'.

spino ha detto...

Sì, beh...anche questo discorso non mi pare tanto diverso dal moralizzare...

RRobe ha detto...

In sostanza Davide, mi stai dicendo che dobbiamo comportarci come loro.

il decu ha detto...

@rrobe
Politicamente si: quelli sono i mezzi che abbiamo e quelle sono le possibili mosse da fare.

Quando ti sparano, cosa fai, rispondi a colpi di mazzi di fiori?

Ho solo scisso la politica dalle nostre belle considerazioni e politicamente è giusto e doveroso indignarsi.

Poi, scusa: l'hai detto tu che l'hanno riportato i giornali di mezzo mondo, no?
Allora perchè contro-indignarsi tanto difronte alle indignazioni dell'opposizione?

@spino
Infatti spero che qui siamo fra amici, non in strada.

Greg ha detto...

...la politica italiana fa schifo...
...e pure quella americana...

per questo ho votato Cthulhu:

http://faroutshirts.com/images/cthulhu4Prez-preview-5.png

RRobe ha detto...

Per il Decu: mi sta benissimo.
Allora si scende in strada con le bombe. Non si mette a fare i vecchietti che guardano i lavori in corso.

Nebo ha detto...

A me tutta questa storia pare la contrazione post mortem della sinistra italiana o peggio, la dimostrazione che il razzismo vero sta solo nelle loro orecchie.

scott_ronson ha detto...

In realtà, il problema dell'uscita di berlusconi è che *non* gli ha dato del negro.
Probabilmente non se ne è reso nemmeno conto, ma dire "è abbronzato" è come rifiutarsi di riconoscere all'altro il diritto alla sua diversità.
poi ripeto, non si rende neanche conto di quello che ha detto e le sue reazioni stizzite mi confermano questa idea.

la vignetta di forattini è ributtante sotto ogni aspetto, invece.

cmq, intanto che il pd si strappa le vesti sulle battute da cumenda (e sui ragli di gasparri), quelli zitti zitti infilano la legge salva-manager, progettano il finanziamento delle scuole private...
(e la binetti dice delle cose da appenderla per il collo, as usual)

Nebo ha detto...

Negro/nero è ancora tutta da decidere, in Italia ha un senso e in USA un altro.

E poi diciamolo, ogni cazzata è buona per dar contro a banfolo: se dice che è abbronzato non va bene, se dice va che era negro succedeva un macello.

il decu ha detto...

Così mi piaci.

Angela Bondi ha detto...

Credo che tutti si siano resi conto che quella di Berlusconi non era un'offesa razzista ma semplicemente una stupida battuta riuscita male e fuori luogo, una delle tante alle quali ci ha abituato...
e la sinistra l'ha usata come pretesto per dargli contro
ma state sicuri che se l'avesse detta uno di sinistra...la destra avrebbe fatto altrettanto.

Morale della favola: per come la vedo io, nella politica italiana non esiste il fair play del quale abbiamo visto un esempio proprio in mcCain pochi giorni fa e i vari partiti spesso - troppo spesso - approfittano di ogni minima cavolata dell'altro per darsi contro, così come passano più tempo a smentire e denigrare le intenzioni dell'altro partito piuttosto che proporre le loro idee ecc.
Questo ovviamente, da entrambe le parti.
Ormai sentirli parlare al tg è come assistere a un litigio tra bambini delle elementari che si lamentano con la maestra.
"Maeee, il PDL è cattiiivooooo!!"
"non è vero, è il PD che ha cominciato!!"

Carburo ha detto...

L'elezione di Obama mi ha inaspettatamente avvicinato alla parte destra della nostra società.

Anche io credo che di Silvio ci si debba preoccupare per le puttanate che dice da sobrio (e che lui o chi per Ello smentisce il giorno dopo), non per le battutacce come questa dell'abbronzato.

In più, sono d'accordo -eh, c'è sempre una prima volta- anche con ciò che ha scritto Facci.
Ha detto che il prossimo passo per l'umanità è non accorgersi nemmeno, che è stato eletto un presidente nero.