7.11.08

Mai per colpa loro.


E' da un qualche tempo che ho deciso di prendermela con più calma, non incazzarmi, prendere meno a cuore le stronzate e dedicare più tempo alla vita e alle persone a cui voglio bene.
In sostanza, c'è un nuovo Roberto in città ed è una fortuna, perché se ci fosse ancora quello vecchio, questa mattina si lancerebbe in un topic decisamente polemico.
Il fatto è che, quando leggi di uno sceneggiatore tuo collega che, per giustificare davanti ai suoi lettori la chiusura della sua serie (per la seconda volta), non trova di meglio che appellarsi all'alto costo della vita e che il suo prodotto ha costi di realizzazione più alti rispetto ad alcune altre testate della stessa categoria, visto che gli autori sono pagati di più e l'ipotesi di pagarli di meno è da escludere perché la sua è una serie complicata che richiede impegno, farsi innervosire è il minimo.
E a me viene da pensare prima di tutto che il costo della vita è più alto per tutti, tanto per i lettori della testata del mio distinto collega, quanto per quelli di ogni altra testata Bonelli e bonnellide, che però restano in edicola (pur non avendo alle spalle una casa editrice che è pure tipografia e che quindi ha costi di produzione molto più bassi di quelli delle concorrenti).
In secondo luogo, sulla base di quello che si sente in giro, non è per nulla vero che gli autori della testata del distinto collega siano superiori a quelli di altre testate bonellidi: sono nella media. Significa che alcuni autori della testata del mio collega sono pagati di più, alcuni sono pagati uguale e certi sono pagati di meno rispetto a quelli di altre testate dello stesso segmento.
E infine (che poi è la cosa che avrebbe fatto davvero incazzare il vecchio Roberto), una frase come questa è un insulto per tutti gli altri colleghi che lavorano nelle altre testate bonellidi sul mercato:
"l'ipotesi di ridurre il compenso ai collaboratori non è stata presa in considerazione perché la mia è una serie complicata da realizzare, che richiedo un impegno notevole ai disegnatori, sforzo che non avrei più potuto pretendere, dopo aver decurtato loro il compenso."
Certo, invece tutti gli altri sceneggiatori e curatori che realizzano bonellidi, invece, si fanno andare bene dei lavori tirati via e fatti con la mano sinistra perché, pagando di meno i loro disegnatori, non possono pretendere di meglio.
Ma che mi si faccia il piacere, mi si faccia!

Io non capisco perché, a fronte di una chiusura, non si dica mai le cose come stanno.
"Ragazzi, chiudiamo perché non vendiamo abbastanza per coprire i costi di produzione e guadagnarci qualcosa".
Punto.
E' tanto difficile?
Per parafrasare Moretti:
Muscoli!!!... Così non ti vengono quelle spallucce vittimiste dei sceneggiatori italiani, che perdono sempre per colpa delle leggi di mercato, della crisi economica, della sfortuna, dei videogiochi... sempre per colpa di qualcuno, mai per colpa loro.

Comunque sia, questa è roba da "vecchio Roberto" e visto che non lo sono più, me ne frego e la chiudo qui.

28 commenti:

spino ha detto...

Il vecchio Roberto avrebbe anche fatto nomi e cognomi...


...un po' mi manca :D

Greg ha detto...

Esatto. Non ti incazzare, se non superiore sei comunque in una posizione in cui certe bassezze non ti dovrebbero minimamente impensierire.

Ma il nome e cognome faccelo dai...

JoinZ ha detto...

Non credo ci siano molte testate che chiudono una seconda volta, dai è facile scoprire chi è asd

JS mi muore due volte ;_:

Cloud ha detto...

Ciao Roberto, ti ho mandato 1 mail per chiederti pareri sulle mie tavole, spero in un tuo parere, grazie!

Slum King ha detto...

però sai
tranne per qualche ingenuità JS è una lettura migliore di una testata come Brendon.
Certo che poi i discorsi sui pagamenti e la presunta qualità della produzione lasciano un pò il tempo che trovano(sembra quasi che all'Eura sono tutti stronzi che non pagano) e forse sarebbe meglio rivedere il sistema produttivo cercando di tagliare certi autori troppo onerosi per garantirgli la sopravvivenza anzichè dire sempre la solita solfa che gli autori dicono quando gli chiude una testata.

Dicono che la terza volta è quella buona... ma mi sa che un'altra possibilità non ci sarà.
(edizioni Arcadia?)

Slum King ha detto...

mhhh la Star continua a pubblicare la testata in modo semestrale.
Meglio che niente

gianluca ha detto...

chiude JS??? ma porca miseria, una delle serie che preferisco!

spino ha detto...

Io il suddetto fumetto non lo leggevo manco nella sua prima incarnazione... :D

Ecco perchè non sapevo che "morsette" (o visse?) due volte (come la celeberrima donna di hitchcockiana memoria...) :P

Fabio... ha detto...

A volte forse si usa la diplomazia per celare manovratori superiori...

Fabio... ha detto...

Oddio... Diplomazia forse è il termine errato.

spino ha detto...

Soprattutto parlando di Roberto. :D

Ah, no, scusa...questo l'ha scritto il roberto nuovo, quindi po' esse :D

Greg ha detto...

Noooo cazzo chiude Steele!!!

Cristo lo disegna Zoni, l'unico nuovo talento fumettistico della mia città!!!

RRobe ha detto...

Slum, io sul valore del fumetto non entro proprio nel merito.
Sto parlando di altro.

spino ha detto...

No, non stai parlando...stai rimirando il disastro emotivo che hai causato! :D

Planetary ha detto...

mhhh la Star continua a pubblicare la testata in modo semestrale.
Il che vedendo il precedente di Lazarus Ledd non è molto confortante -__-

Andrea ha detto...

Ben venga il nuovo Roberto...ma quanto durerà?Ok una svolta,ma che non sia drastica.Per quel che riguarda la testata che chiude nuovamente,un pò me l'aspettavo.Non rappresenta nè il nuovo,nè il vecchio del fumetto italiano.Tanto di cappello,comunque,ad alcuni suoi buoni disegnatori.

GuidO ha detto...

cazzo mi mancherà un sacco... è un fumetto che apprezzo molto.

Slum King ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Slum King ha detto...

RRobe, nel senso, io lo dicevo per palesare come il mondo dell'arte sia abbastanza ingiusto verso proposte più o meno buone di altre.
Naturalmente sul piangersi addosso e lo scaricabarile abbiamo la stessa opinione.
L'unico che ho sentito dire "è colpa nostra perchè non abbiamo capito un cazzo del target di riferimento" sei te con DDante. E per questo meriti il mio rispetto(oltrechè per quel fottio di storie spettacolari che ho letto).


P.S.
Ho letto DM911 e ti devo ringraziare di cuore per avermi scritto l'essenza della narrativa d'azione incarnata in un personaggio.
Se esce la graphic novel in america, ricordati di non far finta di non conoscermi quando scriverai da un grattacielo di Las Vegas.

marco ha detto...

aaaaaah, che mondo sarebbe senza lecchini! bisognerebbe inventarli

RRobe ha detto...

Veramente, SLum mi ha sempre bastonato quando c'era bisogno di bastonarmi.
Poi che sia un lettore che mi segue da anni è indubbio.

Slum King ha detto...

appena uno fa 2 complimenti e qualche battutina compiacente(come quella sul diventare famoso che ormai è degli anni che la propino) diventa subito un lecchino.
Caro Marco sei abitutato male, se per te quello è leccare probabilmente avrai la lingua che è come la cartavetrata del 2500.

Vince ha detto...

Per i curiosi, l'annuncio che ha generato questo post di Rrobe (e che, a mio avviso, dovrebbe essere il punto di partenza per una discussione oggettiva da parte degli astanti) si trova qui:

http://jonathansteele.forumfree.net/?t=33911654

Nel thread troverete sia l'intervento di Rrobe sulla vicenda, sia la risposta che l'autore ha gia' dato alle critiche che gli sono state mosse (risposta che, sempre a mio avviso a mio avviso, fa parte del suo legittimo diritto di replica, e quindi degna di considerazione nel dibattito).

Vince ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Hytok ha detto...

Ti segnalo che qui su Iaf qualcuno si sta rivolgendo a te come se leggessi, ma non credo sia così, quindi te lo segnalo.

Fabio Milito Pagliara ha detto...

RRobe ma scusa mi sembra che tu parli di pere e Federico di mele, Federico parla dei compensi ai disegnatori tu di quelli a sceneggiatori e curatori, sbaglio a leggere io?

RRobe ha detto...

Parlo della stessa cosa.

Fabio Milito Pagliara ha detto...

ok allora avevo capito male io, siccome so che Federico ha sempre detto che JS aveva tempi più lunghi nei disegni per gli sfondi e tu inveci parlavi di soggetto e sceneggiatura avevo capito altro

ps: Murphy mi è piaciuto molto