5.11.08

Un negher, signori miei.

La vignetta, ovviamente, è di Canemucca.

Per il resto, che dire?
Bene.
Adesso vediamo se è davvero l'uomo nuovo che dice di essere o se si rivelerà il solito servo delle multinazionali con la sola differenza di avere un buon ufficio marketing.
Comunque sia, l'idiota si è tolto dalle palle. E questa è una cosa positiva a prescindere.

39 commenti:

il DAVE ha detto...

Credo che il cambiamento sia già nell'aria.
Non so precisamente il perchè,ma Obama mi pare convincente.
Per il resto,chi vivrà vedrà.

Avion ha detto...

A me Obama non convince un cazzo.
Avrei preferito Hillary, se dovevan vincere i democrat.

Avion ha detto...

E come ha detto qualcuno, senza Jack Bauer non andrà lontano. asd

Angela Bondi ha detto...

Secondo me potrebbe davvero portare a una svolta positiva.

Speriamo bene!!!

H-BES ha detto...

...ed ora Berlusconi per sentirsi più amico degli ammericani si farà tante lampade da diventare nero. nero è bello, è il trend del 2009!

Saluti
BES

Giuseppe ha detto...

io ci credo davvero poco.....
anzi vi dirò di più: Obama è la miglior mossa di marketing che il capitalismo abbia mai fatto!!!

Hellpesman ha detto...

io provo solo ammirazione.... per il suo ufficio marketing.. :)

flaviano ha detto...

contando che entrambe le campagne elettorali (chcchè ne di ca obama) sono finaziate da standard oil e soci...
contando che il presidente deve tenere conto del CFR....
credo che l'unica differenza stia nel modo in cui le azioni verranno filtrate al pubblico.
mccain cone bush se deve fare una guerra lo dice, obama dirà che hanno aperto un nuovo centro per accogliere i senzatetto ma la guerra verrà fattta comunque.
a questo punto preferisco mccain.

werther Dell'Edera ha detto...

Ho l'impressione che con quell'altro erano cazzi nostri (vedi il tatto diplomatico della Palin), con questo magari sono solo cazzi degli americani...che poi però sono anche un po' cazzi nostri...come al solito la carota sempre in culo all'ortolano va!

Planetary ha detto...

Ammetto che fino all'ultimo credevo finisse come la scena del bagno in "Una poltrona per due" :)

Fabio... ha detto...

"Consigli gliene posso dare perché sono più anziano, lo farò quando lo abbraccerò di persona".
(Berlusconi su Obama)

Fabio... ha detto...

Spero anche io che Bauer gli sia sempre al fianco...

Fabrizio ha detto...

Quando sarà in visita in Italia, Jack Bauer lo salverà da gente come Gasparri e Borghezio...

Fab

bonats85 ha detto...

L'è un casino.
Speriamo non sia un fantoccio alla mr.Clinton e che abbia i piedi abbastanza per terra.

Lobo ha detto...

Caro figlio dell'Apocalisse ma non tenevi per la Palin? :D

Luigi Siviero ha detto...

Due guerre invece di tre.

RRobe ha detto...

Per Lobo: la Palin è la mia Milf preferita.
Ma l'ironia era evidente, mi pare.

Uriele ha detto...

«Ha vinto un negro»

Il prossimo grande balzo per l’umanità è non notarlo neppure.

-Filippo Facci

Incredibile Facci si è dimostrato il primo non razzista italiano... questo mi mette i brividi!!! Spero non l'abbia fatto apposta

Incrociamo le dita e speriamo che ci sia un cambiamento in meglio nell'impero, dopo il cambio del monarca. Vediamo come porta avanti le promesse elettorali e speriamo

Thomas Magnum ha detto...

Mah, boh.
Adesso fare i disfattisti sembra sia la cosa più cool. Fa tanto uomo vissuto.

Secondo me la questione non è capire se il Baracca sia uno dei buoni o meno, piuttosto credo che ora starà al popolo americano sostenerlo in tutto e per tutto.
Leve emotive, sapiente dosaggio di retorica e marketing o meno, i numeri parlano chiaro su quanto i sudditi/cittadini gli abbiano dato credito.
Ricordate per cosa vinse Bush nel 2004? Qui si sta parlando di un sostegno totale, non di una manciata di stronzi.
I personaggi che compongono l'amministrazione Bush sono la prova vivente di quanto la stanza ovale sia stata lontana, fino ad oggi, dal popolo americano "vero".
Soprattutto negli ultimi mesi, pareva quasi che si fossero detti "facciamo più danni possibile prima che arrivi il negro".

Insomma, voglio dire, eravamo abituati ad una banda di burini che agiva in contrasto con tutto e tutti pur di salvaguardare i propri interessi. Non che i burini scompariranno ma stavolta la "sintonia" con il popolo ha pesato tantissimo e credo che questo fermento avrà un ruolo fondamentale nei primi passi di Obama amplificando ogni sua mossa.

Voglio credere che questo gli darà la possibilità di innescare un cambiamento.
Certo, se aspettano il messia resteranno fregati. E' un uomo e ha bisogno del sostegno di tutti.
Solo che stavolta pare che l'america voglia darglielo.

E poi, dai, è la prima persona con un espressione intelligente che sale sul trono.

Moleskina ha detto...

Gli Americani hanno votato Obama in massa, l'hanno voluto e questa è una gran cosa: è stato sostenuto dalla massa, è stata la gente comune a tassarsi per coprirgli gran parte delle spese per la campagna elettorale, non le lobby, sembrate tutti ignorare questo fatto determinante... A McCain i soldi sono arrivati a fiumi, fino alla fine, e non ha vinto lo stesso. Certo, adesso Obama deve dimostrare di essere all'altezza delle aspettative, ma gli americani hanno abbracciato il cambiamento, mentre noi facciamo parlare Licio Gelli del Duce e pensiamo a ghettizzare gli stranieri mettendoli in classi separate dai bbb (bianchi bambini borghesi), quindi, in questo momento, preferirei essere lì, alla grande... In Italia abbiamo la Lega, abbiamo Berlusconi che si permette di dire che elargirà consigli a Obama e Gasparri che osa commentare la vittoria dicendo che saranno contenti i terroristi... Ditemi voi se siamo in grado di dare lezioni di civiltà.

Uriele ha detto...

Quella di Gasparri è una delle più grosse cazzate mai dette nella storia della politica e meriterebbe la punizione d'ufficio (dieci frustate senza il pezzo di legno in bocca)

Per quanto riguarda Berlusconi, vabbè quello è il suo superego, lui vuol dare consigli sempre a tutti, però mi ha stupido positivamente visto che non ha fatto nessuna gaffe o detto niente di compromettente.

McCain, spezziamo una lancia a suo favore, è da sempre stato un anti lobbista pur essendo repubblicano (e non un fervente teocon antiabortista in passato). Tutto sommato poteva essere un buon presidente e comunque un cambiamento positivo rispetto al governo bush, ma Obama era meglio, tutto qui.

RRobe ha detto...

Quello che mi piace degli americani e del loro sistema.
McCain ha perso, giusto?
Mezz'ora dopo ha detto: ho perso, ho fatto i miei sbagli, adesso mi metto al servizio del presidente.
Niente piagnine, giustificazioni, polemiche o distinguo.

Uriele ha detto...

lo ha fatto anche Karry con bush, è nella loro tradizione saper prendere delle tranvate con dignità... ed è stato bello anche il discorso del vincitore a favore del perdente: niente sfottò o scene all'italiana. Bisogna ammetterlo sono fottutamente sportivi

RRobe ha detto...

Sì, infatti ho detto che è una cosa che mi piace degli americani, non di McCain nello specifico.

Il discorso della vittoria di Obama è stato da lacrime d'emozione.
Poteva stare in un film di Bay.

Hytok ha detto...

Pure in Italia Veltroni ha ammesso la sconfitta e s'è congratulato.... il problema è che ha fatto male a farlo, visto in che mani consegnava il Paese.

Fabrizio ha detto...

@ Thomas:

"Insomma, voglio dire, eravamo abituati ad una banda di burini che agiva in contrasto con tutto e tutti pur di salvaguardare i propri interessi"

Merda.
Adesso non possiamo nemmeno più dire "mal comune e mezzo gaudio".

Dobbiamo cercare le "banane", per trovare una repubblica come la nostra...


@ Rrobe:

ma in pratica Veltroni ha fatto così.

"Ennò Silviuccio, dai, così no, chè sennò salta il dialogo. Vabbene. Vabbene. Solo per questa volta, eh, mi raccomando..."

Più al servizio di così.


Comunque sono d'accordo con te.
E quindi John Doe, dopo essere stato fatto a pezzi da Mordred, doveva chiamarlo e congratularsi.
E mettersi al servizio del Re.

E il fumetto avrebbe dovuto cambiare titolo.

Ecco.


Fab

neroinchiostro ha detto...

Almeno le borse sono risalite... io tifavo Hillary, una donna che sa gestire così bene le corna pubbliche del marito è capace di far fronte a qualsiasi cosa.

gongoro72 ha detto...

corna?
per un bocchino?
fatto da un cesso per giunta...

Andrea ha detto...

Cazzo,credo che Bush sia l'uomo (vivente) più imbecille del pianeta.
Indisponente come pochi altri,poco credibile e pavonazzetto in volto come in un doposbronza.

Leon ha detto...

Non so bene cosa farà Obama, ma sono certo che, per il mio modo di vedere le cose, un tizio ultrasettantenne che critica Bush perchè è stato poco deciso in Iraq e Afganistan (ha fatto pochi danni per capirci), ed è veterano del Vietnam... che sotto elezioni dichiara che se fosse per lui "queste guerre potrebbero durare anche 100 anni", fino a che l'America non vince (cazzo c'è da vincere poi?)...è meglio che va a giocare al circolo bocciofilo.
Spero solo che Obama tiri fuori i suoi due marron glacè, perchè ora cominciano fatti e le chiacchiere restano al vento! Ma secondo voi Obama lo sa chi è Gasparri? Avrà capito tra lui e Marcorè chi è il coglione e chi è l'imitatore?
Comunque, Bush che va a fare in culo è già motivo di festeggiamenti, anche se arrivava sbirulino!

Giangidoe ha detto...

Io devo ammettere di essere contento per la presidenza di Obama, ma più che altro "curioso".
Del resto, sulla visione della politica estera e sul ruolo che gli USA devono avere nel panorama internazionale, il suo pensiero non è mai sembrato troppo lontano da quello di McCain. E a differenza di quest’ultimo, dichiaratamente laico, Obama è cattolico e ha lasciato in varie occasioni intendere di voler riportare il discorso religioso tra i democratici…
Insomma: staremo a vedere.
Comunque, un punto è sicuro: la febbre mediatica mondiale circa le elezioni americane è un sintomo -tutt’altro che ambiguo- del riconoscimento unanime (e più o meno a malincuore) degli USA come potenza fulcro dell’equilibrio mondiale.
E su questo, a mio parere, non c’è necessariamente molto da gioire.
Poi, nel nostro caso, a questa componente si aggiunge lo sconforto totale del linguaggio e delle personalità della politica italiana.

spino ha detto...

"Il discorso della vittoria di Obama è stato da lacrime d'emozione.
Poteva stare in un film di Bay."


...chi ti dice che dietro la telecamera non ci fosse lui? :D

Alex "AxL" Massacci ha detto...

Solo per chi dice che, essendo stato votato dalla massa, oSama è vicino al popolo... anche da noi berlusconi ha avuto un'ampia maggioranza...
Detto questo: SE fossi stato americano, allora avrei votato Obama, o forse non avrei votato lo stesso..colpa di X-files, senza dubbio...
Ma nessuno ha notato come negli states la presidenza sia ciclica? 10 anni di guerra e 10 anni di pace (a grandi linee, of course, ma si sa che le guerre fanno guadagnare molto a pochi e svuotano le casse dello stato...)

[Mr.BEAST] ha detto...

Andrea, bush è giusto un livello sotto al signor presidente del consiglio. Ma il berlusca è imbattibile.

draco ha detto...

Ciao, volevo dire che su www.ilrifugiodeimoai.it stiamo pubblicando ebook di romanzi dei nostri utenti, per chi volesse leggere, o pubblicare, tutto a gratis, vi dico che posto ce n'è e vi aspetto!

RRobe ha detto...

Avete rotto con lo spam.
Ultimo messaggio tollerato.

Uriele ha detto...

@ Alex: non mi aspetto il rientro immediato delle truppe con obama... penso più che altro a una situazione più calma e strabile, per intenderci non guerra di posizione, ma neppure una pace: una via di mezzo con l'esercito americano sempre armato sul territorio

Fuz ha detto...

"Il discorso della vittoria di Obama è stato da lacrime d'emozione.
Poteva stare in un film di Bay."

Non c'erano abbastanza tramonti.

spino ha detto...

"Avete rotto con lo spam.
Ultimo messaggio tollerato."


Questo avvertimento è stato gentilmente offerto da David Murphy 911!!! :D