9.12.08

I mangiarane mi hanno avuto!


E' uscita l'edizione francese di "Ucciderò ANCORA Billy the Kid". Che per i francesi si intitola "Je Tuerai ENCORE Billy the Kid".
E' edito dalla Clair de Lune, la carta è peggiore di quella della edizione BD e un formato più piccolo che però, bisogna dirlo, gli dona. La traduzione mi sembra buona anche se mi fa strano vedere le mie parole in francese.

Alcune considerazioni tra il serio e il faceto:

- qualche anno fa polemizzavo con quelli che sviluppavano le loro produzioni direttamente per il mercato francese, per poi rivenderle a quello italiano in seconda battuta. A mio modo di vedere si doveva fare l'inverso perché, altrimenti, si impoveriva il fumetto nostrano e si arricchiva quello straniero.
Oggi, qualcosa comincia a muoversi in questo senso e sono i francesi a venire a comprare da noi i vari Gipi, i Caluri, i Pagani, i Leomacs, i Corona, gli Igort... e pure i Recchioni.

- il volume di "Ucciderò Ancora Billy The Kid" è uscito nella stessa collana che ospita anche le edizioni francofone di "Tex". Fa ridere che, nella terra delle baguette, Garrett e Aquila della Notte se la battono sullo stesso piano.

- con questa uscita, tutti gli obiettivi che ci eravamo prefissati per "Garrett" sono stati realizzati. Siamo fighi? Abbastanza.

- quando dovemmo decidere il formato in cui realizzare Garrett, optammo per una diagonale della tavola diversa da quella bonelliana per non precludere la possibilità che il fumetto fosse pubblicato all'estero (dove il formato "quaderno" non è molto amato). La "Clair de Lune", nel pubblicare il fumetto in Francia, ha deciso di cambiargli il formato... dandogli proporzioni molto simili a quelle del classico Bonelli! Non se ne azzecca mai una...

- I nomi in copertina sono tutti giusti, ma il nome di Werther DELL'EDERA, è stato sempre storpiato nei credits delle singole storie in Werther DELL'EREDA.
Goethe è sereno ma scommetto che il nostro orsacchiottone preferito non l'ha presa tanto bene.