15.12.08

Oltre il danno, la beffa.


Nel 1986, dopo il successo di quella che all'epoca era solamente una lunga miniserie, Alan Moore e la DC iniziarono a litigare brutalmente sullo sfruttamento del prodotto.
La DC voleva fare pupazzetti, orologi, magliette e, magari, dare il via a delle serie a fumetti collegate, Moore non voleva che si facesse nulla di nulla e per anni si oppose con tutte le sue forze a qualsiasi mossa della casa di editrice di Batman e soci.
Adesso arriva il film e, se siete stati attenti alle dichiarazioni del barbuto, sapete già cosa ne pensa a proposito del regista (lo ha definito un incapace nazista) e arriva pure il videogioco... che non solo sembra del tutto incongruo con l'atmosfera dell'opera originale (fare di "Watchmen" un gioco di combattimenti a scorrimento è davvero, davvero, una cattiva idea), ma è pure brutto.
Immagino come sia di buon umore il povero Alan, in questo periodo.