27.1.09

Camminare all'ombra dei giganti.

Davide De Cubellis (QUI trovate il suo blog, pieno dei suoi splendidi lavori e da cui ho rubato l'illustrazione qua sopra), mi aveva chiesto di raccontargli la mia figura di merda con Alfredo Castelli, quindi, visto che lui sta ancora piangendo dalle risate per la mia straordinaria inadeguatezza, ho deciso di redervi partecipi, così vi divertite pure voi ai miei danni.

Qualche anno fa uscì una copertina di "John Doe" con John e Pestilenza vestiti da samurai. Nell'immagine Massimo aveva voluto inserire degli ideogrammi e avevamo avuto qualche casino nel tentativo di metterne di sensati. La copertina era questa qui:Qualche tempo dopo, incontrai Castelli in redazione e ci ritrovammo a guardare una copertina di "Martin Mistère" su cui Castelli stava lavorando.
Questa:Io guardai l'immagine e sorrisi di comprensione.

Io
- Anche tu sei impazzito con gli ideogrammi giapponesi, eh? Li ho messi pure io su una copertina di John Doe e è stato un casino!

Lui
- Un vero tormento. Perché io di kanji ormai non ne ricordo più tanti come una volta, e ho fatto un poco di fatica a comporre la scritta con il titolo della storia e i nomi degli autori...

Io
- ...

Lui
- Tu come hai risolto?

Io
- err... ho suggerito a Massimo di copiare una scritta a caso delle istruzioni del lettore dvd... credo che, grossomodo, ci sia scritto: per estrarre il disco, premere eject!

Ancora ricordo lo sguardo tra il divertimento e la pena di quel gigante di Castelli.