20.1.09

Questa sera...

...inizia la nuova serie di "Coliandro".
La prima stagione era carina (più per la bontà del personaggio creato da Lucarelli e per l'interpreto scelto, che per la regia degli episodi), questa sera inizia la seconda.
Visto mai che, dopo quel capolavoro della serie di "Romanzo Criminale", l'Italia si stia svegliando in fatto di serial televisivi?

17 commenti:

spino ha detto...

Beh, a livello letterario non siamo mai stati troppo addormentati, in fatto di poliziotti dal volto umano, anche prima di Lucarelli e Cataldo...

Uno per tutti, il Sarti Antonio di Loriano Machiavelli...

Planetary ha detto...

Se c'è gente che non recita sussurrando (male oscuro degli attori italiani) magari lo guardo.

RRobe ha detto...

Per Spino: no, no. Sul piano letterario basterebbe Scerbanenco per salvarci tutti.
Ma si parlava di serie televisive.

MarcoS. ha detto...

il caso coliandro è stato interessante...prodotto accusato di fascismo (mai capito il perchè...se un personaggio italiano non ha idee politicamente corrette è fascista?) a cui la rai credeva poco (la prima stagione andò in agosto) ma che riusci caso raro tra le fiction nostrane a creare appassionati che reclamavano una seconda stagione...sul piano letterario non stiamo male per nulla (se parliamo di giallo in tutte le sue forme) io aspetto da sempre una fiction sul personaggio di Pinketts

neikos ha detto...

Addirittura capolavoro la serie di Romanzo Criminale?
Io me la son persa amabilmente pur avendo sky (anche se i promo mi eran parsi interessanti, anche solo per la grafica).

CREPASCOLO ha detto...

Il Coliandro di Falange armata e del Giorno del Lupo non è un fascista. E' la somma di pregi e difetti di un celerino di buon cuore, cresciuto con il mito di Eastwood e del padre che è saltato in aria con il magistrato di cui era scorta. Ignorante, non particolarmente dotato per la detection, non ha gli strumenti per comprendere la Bologna dei primi anni novanta in cui si muove. A mio modesto avviso, è il personaggio di Lucarelli più difficile da portare sullo schermo - la ispettrice di Almost Blue ed il poliziotto dei romanzi ambientati durante la caduta del fascismo sono meno caricaturali ed altrettanto tridimensionali.
E se è difficile ridurre per la tv uno scrittore con un ''controllo di palla'' come Lucarelli, sarà impresa titanica portare il mondo di Lazzaro Sant'Andrea nei canali della tv generalista, senza sacrificare l'arabesco surreale pinkettsiano.
In bocca al lupo ai Manetti bros.

MarcoS. ha detto...

Ti quoto crepascolo...ma il sogno di vedere Lazzaro in TV (o al cinema) resta.

CREPASCOLO ha detto...

Lazzaro Sant'Andrea è apparso in tre team up con Lazarus Ledd.
I racconti di Pinketts sono stati trasformati in un'antologia ( I Vizi di Pinketts ) con matite come Rosenzweig ( autore di Laida Odius, miniserie scritta da Pinketts ) e Cremona.
Mi pare che Pinketts stesso sia apparso come personaggio in un mister No della Bonelli.
Il medium + sensibile allo scrittore del Senso della Frase è il fumetto.

RRobe ha detto...

"I racconti di Pinketts sono stati trasformati in un'antologia ( I Vizi di Pinketts ) con matite come Rosenzweig ( autore di Laida Odius, miniserie scritta da Pinketts ) e Cremona."

C'era pure un mio racconto su quel volume.

CREPASCOLO ha detto...

chiedo scusa: citavo a memoria perchè ho regalato l'albo ad una mia amica che è una gradissima fan di Pinketts - ho la stessa memoria di un pesce rosso: dopo trenta secondi sono in un mondo nuovo.
lo ricomprerò non appena ricomparirà davanti al bordo della mia vaschetta

spino ha detto...

Scrbanenco l'ho scorpacciato da teenager... m'hai fatto venir voglia di rileggerlo! :)

sherlock ha detto...

Appena finito di vederlo, dopo che i promo mi avevano incuriosito e ne avevo sgrufolato in rete (non avevo visto la prima serie e prima nemmeno sapevo che esistesse). Non ho la competenza di altri commentatori, ma l'ho trovato decisamente gradevole e divertente, a partire dalla sigla (mi ricordava quella di Cowboy Bebop :-) ), per proseguire con 'sto ispettore che sembra l'equivalente del Sid di Ice Age ("sei imbarazzante per la natura ... no anzi per la polizia". Molto "citazione anni '70". Lolloso il promo del prossimo "Coliandro: il braccio maldestro della legge!". Si si, una bella serata televisiva una volta tanto.

Giangidoe ha detto...

Per me, anche se si trattava di tutt'altro genere, si erano già svegliati con BORIS. E alla grande!

Fabrizio ha detto...

Aggiungerei che in questo periodo non possiamo lamentarci.

"Il Bene e il Male" ha fatto un buon esordio. Per la prima volta le location di Torino non sono gestite totalmente a cazzo e mi sembra già buono.

Anche il "Commissario Manara" è divertente, ovviamente su un piano più vicino alla commedia.

Grazie a dio le Elise di Rivombrosa, i Belli Delle Donne, Boldi e Cesaroni vari sono in pausa di riflessione...


Fab

Il Signor Wolf ha detto...

"Grazie a dio le Elise di Rivombrosa, i Belli Delle Donne, Boldi e Cesaroni vari sono in pausa di riflessione..."

Non dormire sogni tranquilli, quelli trovano il modo di propinarteli in altro modo...
sigh...

spino ha detto...

@ Fabrizio:
""Il Bene e il Male ha fatto un buon esordio."

Per default sono scettico su qualsiasi prodotto vanti anche solo un cameo con Gianmarco Tognazzi... :D

Moleskina ha detto...

Visto e approvato! Il personaggio è azzeccatissimo e divertente e la sceneggiatura fumettosa, con le sue digressioni, scorre che è un piacere.