12.2.09

The Expendables

Da ragazzino avevo il sogno che, un giorno, avrei visto un remake della sporca dozzina con tutti gli action hero dell'epoca.
Un film con Arnold Schwarzenegger, Sylvester Stallone, Mel Gibson, Bruce Willis, Jackie Chan, Wespley Snipes, Jean-Claude Van Damme, Steven Seagal e via dicendo.
Ovviamente, riunire un cast del genere e gestirlo era una roba impossibile (specie all'epoca, in cui erano tutti, più o meno, sulla cresta dell'onda) ma mi piaceva fantasticarci lo stesso.

Gli anni sono passati, i fisici si sono appesantiti, gli incassi al botteghino sono calati... e i vecchi sopravvissuti della stagione degli action degli anni '80 e dei primi anni '90, hanno preso strade diverse.
Qualcuno è ancora in cima al mondo, qualcuno ha trovato dio, qualcuno la politica, qualcuno è finito sempre più in basso... e qualcuno si sta, faticosamente rilanciando.
Stalone, dopo il buon "Rocky Balboa" e il (per me) straordinario "John Rambo", ha messo in piedi un progetto da far andare in fibrillazione tutti gli appassionati di un certo tipo di cinema:
il titolo è The Expendables e il plot parla di un mucchio selvaggio di vecchi mercenari che accetta un ultimo incarico, in Africa, per potersi garantire una pensione dorata.
Se Stallone manterrà la cifra stilistica utilizzata in "John Rambo", ci sarà di che godere.

Il cast? Stallone ha alzato la cornetta e ha chiamato un mucchio di vecchie glorie e pendagli da forca, ecco quelli che ha reclutato:










Siamo sinceri, solo uno stupido avrebbe rifiutato la possibilità di lavorare in un film del genere...
Ecco lo stupido:

A quanto pare, dopo il successo (di critica) di "JCVD", il franco-belga si è messo in testa di essere un attore serio e ha rifiutato la parte che Stallone gli ha offerto perché non gli interessano più questo genere di film.
Jean-Claude, fattelo dire da un cretino: sei un coglione.