22.2.09

HADOKEN! HADOKEN! SHORYUKEN!

Mi fa male il pollice sinistro e ho sfasciato un joypad della 360, schiantandolo sul pavimento.
Non mi succedeva da un sacco di tempo.

Inutile starci a girare intorno: l'assenza negli ultimi giorni dipende, in larga parte, dall'uscita di Street Fighter IV e dal fatto che a me, questo nuovo capitolo della serie made in Capcom, m'ha fatto lo stesso effetto di una madeleine proustiana, riportandomi indietro ai pomeriggi passati con gli amici (ciao Fabio!) a smerigliarci i pollici sulla meravigliosa conversione di SF II per Super Nes.
Su SF II sono cresciuto e, probabilmente, è il gioco che ho giocato di più in senso assoluto (insieme a CounterStrike).
Il fatto è che, per me, la saga di Street Fighters è più di una serie di giochi, è una metafora della vita, una disciplina... una via.
Capirete quindi che, l'uscita di un nuovo capitolo, mi avesse caricato tanto di aspettative quanto di timori.

Facciamola rapida: SF IV è un passo indietro rispetto agli esasperati tecnicismi del terzo capitolo ma, non per questo, è un gioco meno profondo o coinvolgente e anzi, riporta il coinvolgimento ai fasti dell'epoca d'oro di questa serie.
L'aspetto più appariscente è sicuramente quello grafico, l'unico in cui la Capcom ha osato davvero, con uno stile visivo innovativo e estremo. Purtroppo, il lavoro egregio fatto sui personaggi non trova piena corrispondenza in quello fatto per gli scenari, tutti realizzati piuttosto bene dal punto di vista tecnico-artistico, ma decisamente carenti di fascino.
La rosa dei combattenti è piuttosto ampia e racchiude tutti i personaggi classici del secondo capitolo e alcune facce nuove (piuttosto interessanti anche se non imprescindibili). I temi musicali sono carini ma nulla per cui strapparsi le vesti. Bella invece la canzone che fa da tema al gioco (quella che sentite nel video postato qui sotto).
Per il resto, le meccaniche di gioco sono quelle consolidate dal secondo capitolo, con alcune piccole aggiunte che conferiscono un maggiore tatticismo ai combattimenti. La giocabilità di SF IV è massiccia, impietosa e esigente. Avvicinarsi a questo gioco con superficialità o trattandolo come un passatempo è del tutto inutile: il processo di apprendimento (partendo da zero) è lento e doloroso e solo i forti e determinati otterranno risultati soddisfacenti.
Oltretutto, nella modalità singleplayer quelli della Capcom hanno ideato quello che è probabilmente il più fetido e bastardo boss di fine gioco di ogni tempo che rappresenterà un ostacolo snervante per chiunque, anche per i giocatori esperti.
Quello che però è l'aspetto più interessante in assoluto di questo nuovo capitolo di SF è la modalità multiplayer su internet, arricchita da una classifica mondiale e da un impietoso sistema di punteggi che funziona (grossomodo) come la classifica ATP del tennis. Questo significa che, sconfiggendo giocatori più alti in classifica rispetto a noi, riceverete un sacco di punti, ma perdendo contro giocatori più in basso, ne perderete un sacco. Un meccanismo semplice che però carica ogni partita classificata di enorme importanza.
In conclusione, io sono un fan della serie, nostalgico e fazioso... ma per me questo SF IV è il picchiaduro che ho sempre desiderato.
Il Dojo è riaperto... se volete vedervela con me a colpi di Hadoken e Shoryuken, la mia gamer tag è "Il Nemico".
Ci si vede sulla strada dell'onore!

22 commenti:

Cirincione ha detto...

Anche io mi sono semidistrutto il pollice sinistro!! Ora ho preso un Fightpad della Mad Catz che ha la croce direzionale molto più morbida e reattiva e va molto meglio. Da quello che ho letto non sono di facile reperibilità, dovrebbero averli distribuiti prevalentemente dai Gamestop.

Hanuman ha detto...

è uscito su pc? si sa se rende altrettanto che su consolle?

RRobe ha detto...

No. Ancora non è uscito.

DIFFORME ha detto...

il promo è graficamente una della cose più fiche sul tema "botte da orbi", mi fa venire voglia di riprendere un mio vecchio progetto, 64 pagine di tritacarne assolutamente fine a se stesse ma visivamente devastanti...

RRobe ha detto...

Se vuoi, hai un socio!

DIFFORME ha detto...

uè robè se lo vuoi scrivere tu va benissimo, parliamone

Fabrizio ha detto...

Personaggio preferito?

RRobe ha detto...

Sono un banalotto: Ryu.

RRobe ha detto...

Per Difforme: ti scrivo per mail.

Avion ha detto...

Io, a livello medio, contro il computer perdo sempre, impietosamente, al quinto avversario dell'arcade mode, indipendentemente da chi sia.
Non riesco mai a fare le mosse giuste al momento giusto. Mi sono abituato un po' con le mosse di Ryu e Ken, ma le mosse che prevedono una "carica" mi vengono più difficili perché mi si scazzano le direzioni.
Morale: joypad mad catz o morte.

RRobe ha detto...

Sì. il MadCatz è una necessità.

Raven ha detto...

"Oltretutto, nella modalità singleplayer quelli della Capcom hanno ideato quello che è probabilmente il più fetido e bastardo boss di fine gioco di ogni tempo che rappresenterà un ostacolo snervante per chiunque, anche per i giocatori esperti."

Lo psiconano?

Francesco_Imp ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Francesco_Imp ha detto...

http://www.halolz.com/wp-content/uploads/2009/01/streetfighter2-sureyoureken.gif

Andrea ha detto...

A mio avviso,la scelta migliore in quanto a periferica è il joysticcone tipo sala giochi.Ricordo che lo comprai (stick Namco) per la play 2 per giocare a Tekken e Soul Calibur.
Questo Street Fighter è migliore del Third Strike uscito su Dreamcast?Io continuo ad adorarlo!

Il Signor Wolf ha detto...

Io mi ci sono letteralmente spaccato le mani per tutto il fine settimana!!!

Cavolo in rete ho preso pure delle sonore legnate... :(

Il Signor Wolf ha detto...

Ora faccio domanda da vero profano...alle risposte potete aggiungere insulti per l'ignoranza... :(

Ma il sistema di gioco in rete permette di far giocare due persone che hanno due console diverse?? cioè uno con XBox e l'altro con la Play3???

Avion ha detto...

No.
Sono due reti differenti.

Il Signor Wolf ha detto...

Grazie....

Biggus DIckus ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Biggus DIckus ha detto...

Ciao a tutti, scrivo per la prima volta su questo blog per chiedervi un consiglio.
Dato che i joypad Mad Catz non sono di facile reperibilità, esistono valide alternative?
Grazie

Complimenti Roberto per quello che fai e per questo blog davvero notevole.

Ciao!

Uriele ha detto...

in single player zangieff è baggato... si finisce la modalità ultra difficile con una facilità disarmante (tifone rosso rulla). Purtroppo non è così facile online