26.3.09

Tutti statalisti con il culo degli altri.

Mentre a Singapore vengono legalizzate le donazioni a favore di chi cede un qualche organo (un modo gentile per dire che adesso, chi se lo potrà permettere, potrà comprare gli organi da soggetti vivi), in Italia perdiamo il diritto a decidere della nostra vita.
Sono sicuro che, da qualche parte, una via di mezzo debba esserci.

Mi piacerebbe postare qualcosa di più articolato ma mi sento spaesato e sinceramente incazzato.

p.s.
Non fa strano pensare a come il premier, quando si tratta di aziende e economia, sia sempre in prima linea per condannare l'ingerenza dello stato e si scopra invece uno statalista, quando si parla del culo degli altri?

13 commenti:

ART-IFICIAL MIND ha detto...

Ciao rrobe, sono Stefania Pontiggia, ci siamo conosciuti al corso di MIlano (ero colei d cui il nome era illeggibile e che hai elogiato a tuo modo..ancora onorata). Volevo chiederti se era possibile scriverti via mail. Nel caso di lascio la mia se vuoi mandami una mail d prova cosi mi resta che avevo un po d cose da chiederti (no, niente trauma, tranquillo :)) Eroina

ART-IFICIAL MIND ha detto...

art-ificial@hotmail.com

RRobe ha detto...

Mail mandata.

ART-IFICIAL MIND ha detto...

merci.

RRobe ha detto...

Però m'è tornata indietro. Sicura che la mail sia giusta?

Fabrizio ha detto...

Quello che è suo è suo.
E quello che è tuo è suo.
Pure i diritti.

Semplice, no?

E' così che si spiegano le cose al rrrrrisparmiatore!


Fab

Capitan Ambù ha detto...

Ora faccio una provocazione.
Mi pare che questo comportamento sia molto in linea con Asso Merril.
Comunque concordo che la situazione è un pò più che sfuggita dalle mani.

RRobe ha detto...

Facciamo quello che non l'ha colta: parli di Asso Merrill il personaggio letterario?
Non saprei. Forse. Del resto era un delinquente e un bullo.
Il "mio" Asso Merrill, invece, è un tipo di criminale decisamente più idealizzato.

Heike ha detto...

In realtà non ci vedo niente di strano. Da sempre i potenti, qualunque faccia abbiano, puntano a privatizzare gli utili, e a nazionalizzare le perdite.
Quello che cambia è che adesso questa visione egoista e menefreghista è pubblicamente accettata, anzi, elogiata, pure nel campo dell'etica.
Mortacci sua.

Bapho aka Davide Costa ha detto...

io sulla legalizzazione della vendita di organi sono dibattuto.

si, saranno organi disponibili ai più danarosi che andranno in culo a chi al culo c'ha le pezze.

ma più gente si compra organi all'estero, più si snelliranno le liste di attesa per i poveri mortali.

mah.

sulla questione dell'alimentazione forzata: l'unica soluzione rimasta è quella di assoldare un killer che ci uccida nel malaugurato caso che si finisca in uno stato irreversibile (marchio di fabbrica). evviva.

ART-IFICIAL MIND ha detto...

no difatti nn m'è giunto nulla...

art-ificial@hotmail.com

punto com eh! nn it :) piu giusta d cosi dovrebbe autodistruggersi

Davide ha detto...

la cosa paradossale è riunire parlamenti di ricchi avvocati e professionisti (resi sempre più ricchi dal fatto che premono il pulsantino a comando...) per emanare una legge (bravi bravi!!!!!) che non serve a nulla.
Ovvero una legge che dice che puoi decidere alcune cose ma non è detto che il fatto che le abbia decise tu serva a farle avvenire.

Il trionfo dell'inutilità.

E io pago...

AlessandroDiVirgilio ha detto...

Potrà sembrare OT, ma lo è solo in apparenza.

Una volta (tanto, tanto tempo fa...) l'ignoranza (intesa come mancanza di cultura) era un qualcosa di cui vergognarsi.
Almeno due generazioni hanno cercato il riscatto attraverso i figli, facendoli studiare e sbandierando con fierezza i successi scolastici dei loro pargoli.

Ora no.
Grazie a una propaganda televisiva percussiva e ossessionante, si è affermato il "modello briatore".

Studiare?
Accrescere la propria cultura?
E a che cazzo serve?

L'importante è apparire, avere una bella machina con cui schiantarti il sabato sera, il telefonino ultima generazione con cui passare il tempo a slogarsi il pollice...

Tutto ciò ha portato ad una società dove i nostri governanti inneggiano ai "ragazzi di Salò", portano maiali a pascolare su future moschee, piangono la perdita di una splendida ragazza potenziale mamma, cercano di far passare leggine sull'abuso edilizio, definiscono la Costituzione bolscevica...

e vincono.

Tornando OT, chi si indigna se fanno una legge che dice "si, puoi scegliere cosa cazzo fare della tua esistenza, ma non è detto che si faccia come dici tu"?
I soliti noti

Gli altri, la maggioranza, se ne frega (vi ricorda qualcosa?).

Alle prossime europee (interessanti solo come dato statistico, chiaro), i partiti di governo continueranno ad accrescere il consenso.
Sicuro.