2.3.09

David Murphy.

Dunque... adesso che la mini è conclusa e sappiamo (più o meno) quali sono stati i suoi esiti commerciali, possiamo cercare di trarre un bilancio da questa esperienza, analizzare cosa abbiamo fatto bene e cosa può essere migliorato.

Prima di cominciare, spazziamo via il campo dai dubbi: la miniserie è andata abbastanza bene.
Dove "l'abbastanza" ce lo metto io perché l'editore è decisamente contento.

Cosa abbiamo fatto bene.
- la promozione
La Panini ha creduto nel lancio editoriale, tanto sul fronte tradizionale (cartellonistica fuori dalle edicole e via dicendo), quanto su fronti meno consueti come la produzione del numero zero allegato a Ratman, il risalto dato sul loro sito internet e gli eventi organizzati in giro per l'Italia. Io ci ho messo del mio e, a conti fatti, DM:911 è stato il mio prodotto che ha ottenuto la più alta visibilità, meglio ancora di Garrett e di John Doe.


- la realizzazione
Non è un mistero per nessuno che sia piuttosto soddisfatto della sceneggiatura. Rileggendo tutti e quattro i numeri insieme, trovo che la storia abbia un suo preciso senso narrativo e che funzioni bene sia come "romanzo unitario" che come prodotto seriale. La storia sembra un semplice intrattenimento ma, se si ha voglia di pensarci sopra un minuto, dovrebbe essere chiaro che c'è più ciccia di quello che sembra. 
Se ne avrò l'occasione, vorrei dare ancora qualche limatina a un paio di dialoghi ma, nel complesso, continuo a ritenere DM:911 una delle cose migliori che ho scritto e che sento più mie. 
I disegni sono, per me, meravigliosi. Matteo ha colto in pieno lo spirito del personaggio e della serie in generale e non si è messo paura davanti a niente. Il suo disegno ha dato a David tutta la fragile umanità e la comicità di cui aveva bisogno, senza per questo renderlo meno eroico o dinamico. E poi, le scene spettacolari gli riescono come a nessun altro.
Efficaci pure le copertine di Gabriele che ottengono esattamente il risultato che avevamo sperato, comunicando pienamente la spettacolarità della serie.

Dove possiamo migliorare.
- io e Matteo abbiamo sottovalutato la mole di lavoro. E questo è grave.
Forse, con John Doe, ci siamo abituati troppo a lavorare sempre sul filo del rasoio e abbiamo peccato per eccesso di sicurezza.
 376 pagine sono tante da disegnare in un anno ma sono assolutamente alla portata di Matteo... a patto che non si trovi a dover disegnare calamari giganti, piogge di meteoriti, tsunami e via dicendo. Alla fine, è il lettore che ha pagato questa nostra leggerezza e se non ci fosse stato Walter Venturi a darci una mano, non so cosa ci saremmo dovuti inventare.
Comunque sia, facciamo tesoro di questa esperienza e ne terremo conto per il futuro. 

- la confezione.
La Panini ha dato alle stampe un albo solido e con una buona resa di stampa, ma il tipo di carta scelto per la copertina e gli interni, non è adattissima per i bonellidi.

- la produzione.
La Panini conosce bene il suo mercato di riferimento e sa come spingere i suoi prodotti in quel mercato... che però è diverso da quello dei bonellidi. Questo significa che i numeri che funzionano perfettamente per, chessò, Spiderman, non funzionano alla stessa maniera per 911.
In sostanza, credo che tiratura e distribuzione potevano essere calibrate meglio per rendere migliore un risultato comunque molto buono. In sostanza: DM:911 è stata una scommessa vinta... ma si poteva stravincere.

E adesso che succede?
Ci stiamo pensando.
Molte proposte sono al vaglio ma sembra abbastanza certo che le avventure di David Murphy avranno un seguito. Proprio come per Garrett, si sta poi decidendo come riproporre il materiale già realizzato in una edizione di pregio, che renda questa prima storia sempre reperibile per il mercato italiano e, soprattutto, di maggior vendibilità nei mercati esteri.

Detto questo, io non aggiungerei altro che un...

23 commenti:

Greg ha detto...

Inchino.
Sipario chiuso.
Applausi.
Bis???


Tra i nei purtroppo devo darti ragione su un pò di frettolosità, tra le righe si sente molto. E, esattamente, qualche dialogo va sistemato. Però devo contraddirti su Dell'Otto che non mi ha fatto impazzire. Il resto l'ho già detto.


Maccheccazzo è stata proprio una bella lettura!
Bravibravibravi

InvernoMuto ha detto...

Ecco, fortuna che hai aperto il topic perchè altrimenti stavo per andare a sporcare (di nuovo) quelli sul mantova comics & games.

A parte i complimenti di rito (mi sembra ovvio che la miniserie, per un fanatico di JD, sia fantastica), mi chiedevo, QUANTO è andata bene?

Intendo rispetto a un John Doe della EURA, la panini ha portato certamente più lettori immagino.

Anche io mi auguro ardentemente un sequel, che sono sicuro non mancherà di arrivare.

Continua col tuo splendido lavoro, e continua a farcirlo di dialoghi over the top come piace a noi, chi non li comprende non li merita.

FordPerfect ha detto...

Una bella serie!
non aggiungo altro se non che attendo un seguito!
solo che ti do ragione sul problema della distribuzione:a me,abitando in un piccolo paesino(un isola...)è risultato un pò difficile reperire gli albi...

Avion ha detto...

Data la natura della storia e della sceneggiatura, un albo "raccoglitore" è d'obbligo.


No, non lo compro.
Al massimo lo regalo a qualcuno.

jac ha detto...

Ho assistito alla tua conferenza a Mantova e l'ho trovata interessantissima e ti ringrazio ancora per avermi autografato due numeri di DM911. Ho iniziato a leggerlo proprio lo stesso giorno appena tornato a casa e lo trovo davvero ben fatto. Scorrevole e dinamico. Fico!
Non dimenticherò di complimentarmi anche con Matteo Cremona appena lo becco alla Scuola del Fumetto.

Poi sei un giocatore 360 noto... 10 punti in più. :D

Alla prossima!

Gibbo ha detto...

La domanda che andava più di moda a Mantova era "Ma continua David Murphy?"
Sono contento che la serie sia andata bene, dato che l'ho adorata e un seguito lo gradirei parecchio, se poi fate un bell'albone con tutta la serie... mi vedrei costretto a prenderlo!
Un bel director's cut magari!

Sulle copertine di Gab, immagino che abbiano dato un buon incentivo agli acquisti (è uno di quegli artisti che fa mercato da solo) anche se a me non hanno fatto impazzire... tranne quella del 2!

A proposito, grazie degli autografi a Mantova e della chiacchierata sul concerto dei Lordi! (ribadisco, brutto, eh... ^^)

Lowfi ha detto...

Avion casomai l'albo raccoglitore regalalo a me che mi son perso la serie

Avion ha detto...

Non lo meriti perché sapevi della sua esistenza e l'hai ignorata.

werther Dell'Edera ha detto...

la battuta finale mi ha messo i brividi... brrrrr

clyde ha detto...

a me è piaciuto perchè era qualcosa di nuovo e perchè di ritmo molto altro almeno sui primi 3 albi. la chiusura è stata ok ma poteva essere meglio. le copertine...bah... meglio matteo ai disegni...

Simone Longarini ha detto...

Complimenti per la serie di David Murphy. Coinvolgente la storia (sceneggiatura e dialoghi scritti in maniera sublime), fantastici i disegni di Cremona, peccato per le ultime tavole del quarto numero che dovevano essere disegnate da Matteo. (Si vede troppo la differenza di tratto fra i due disegnatori...) Unica nota negativa sono le copertine di Dell'Otto che IMO dimostra il suo "potenziale artistico" solo nell'ultimo numero della serie. Per il resto spero ci sia un'edizione di lusso che racchiuda tutta la serie e che (ma qui fantastico) sia a colori!

Fabrizio ha detto...

Mmm, cosa intendi per "calibrare meglio tiratura e distribuzione"?
Dov'era lo squilibrio?

Fab

RRobe ha detto...

Si è trattato il fumetto con la logica degli albi dei supereroi e non con quella dei fumetti bonellidi.

Panstorepd ha detto...

aldilà dei complimenti per la serie che ho letto e mi ha divertito volevo parlare del lato promozionale su cui non sono assolutamente d'accordo.
Per quanto riguarda le fumetterie la Panini non ha fatto un minimo di promozione (escluso il n.0 in ratman): zero locandine & zero cartonati.
E se devi organizzare un tour lo organizzi prima che esca il 1° numero, ti prende per tempo, decidi quante farne e poi contatti le fumetterie, invece tra novembre e dicembre cìè stato un rincorrersi di conferme e disdette!
Assolutamente da bocciare come organizzazione

Lowfi ha detto...

Non l'ho ignorata, a Firenze saranno arrivati se e no tre albi :asd:

fabio ha detto...

ciao rrobe.
dico la mia anche io (che sono nuovo nuovo)
la serie nel suo complesso mi è piaciuta un sacco, però devo sottoscrivere con dispiacere ciò che tu affermi riguardo carta e grafica della copertina.
ho visto una certa pressapochezza nella cura grafica di copertina e costoletta, specie se si considerano gli standard attuali della panini (per dire, si sarebbe potuta usare una carta simile a quella che ha accompagnato le copertine di civil war per intenderci, e il risultato sarebbe stato addirittura superiore alla resa bonelli)
magari è una stupida malizia mia, eppure non appena ho avuto il primo albo sotto mano a lucca ho pensato che tale "trascuratezza" fosse una mossa della panini propedeutica a maglio giustificare, alla fine del primo ciclo, una sua raccolta in volume.
piccola impressione, tutto qui. per il resto complimenti davvero immensi per il tuo lavoro.
ciao

fabio ha detto...

e scusami, ma devo di nuovo scocciarti che ho dimenticato di dirti una cosa. purtoppo a mantova non ho avuto modo di vederti, volevo consigliarti un libretto di McEwan(magari l'avrai gia letto)
si chiama "blues della fine del mondo" l'ho letto in treno per raggiungere mantova, subito dopo aver divorato l'ultimo david murphy.
beh, c'entra molto col nostro eroe ... ad un certo punto si pone l'accento su come le religioni e i culti che predicano che la fine del mondo sia vicina, facciano di tutto per far si che le profezie a loro propizie si avvicinino, provocando appositamente catastrofi. david murphy VS religioni e culti...
sarebbe piuttosto interessante,soprattutto considerato il paese in cui viviamo!
scusa per la perdita di tempo, buona giornata!

Fabrizio ha detto...

Mmm, quindi meno libreria e più edicola, con più copie e arretrati...

Ma ti dirò, sarà una grande città, ma l'ho trovato praticamente ovunque a Torino.

Fab

dyp ha detto...

a me e'piaciuta

bravi attendo il seguito

Andrea Cavaletto ha detto...

Rrobe--
dico anche io la mia, e sarò lapidario:

Bella miniserie, ma a mio modesto parere non la tua migliore... cioè, forse dico una cazzata ma io ho credo che a tutt'oggi il tuo meglio lo hai dato con DETECTIVE DANTE, anche se nn ne parli molto e forse lo consideri un prodotto poco riuscito...
Sappi che io ho iniziato a leggerti da lì e sono rimasto ESTREMAMENTE colpito dal personaggio, dalla sua evoluzione e dalla struttura della storia.
Meglio di JD e di GARRETT, e anche meglio di DM.

Gianni ha detto...

Gran bella mini, geniale l'idea di dotare i coniglietti di un segnalatore di onde m, anche se è stata sfruttata poco.
Spero tantissimo in un seguito della serie, perchè questa prima mini ha avuto tanto il sapore di un numero 0....

energio ha detto...

Quindi mi par di capire che devo continuare a seguire questo blog per sapere quando tornare in edicola... ;)

Francesco Romani ha detto...

Ho letto solo questa di opera tua. Mi aspettavo una tavanata divertente, piena d' azione ed avventura. C' ho trovato tutto questo e di più! Molto bella! ^^ Niente appesantimenti, niente pacchianerie, niente scene di sesso gratuite, qualche colpo di scena discreto, protagonista che si fa delle domande, ma senza drammi ed enigmi esistenziali, riflessioni senza esagerare... bella, proprio bella!