16.3.09

Fumetterni.

Mi piacerebbe dire di essere a Roma, di ritorno da Terni. Ma, in realtà, non sono tornato.
Sono a Milano per il corso (questo QUI ) e per il concerto degli AC/DC.
Comunque, ecco il rapido resoconto di una fiera alla sua prima edizione da cui non mi aspettavo nulla e che invece mi ha piacevolmente sorpreso.
Forma semplice e pochi fronzoli, ma le idee degli organizzatori erano chiare e quello che ci doveva essere, c'era: passione, amore, fumetti (compresa qualche novità presentata in anteprima o in edizione fiera), ospiti (tanti, alcuni anche molto grossi, come Giorgio Cavazzano) e gente (più di quella che mi sarei aspettato e quasi da far invidia a fiere blasonate).
Lo spazio della manifestazione era adeguato, anche se non enorme, e ben arieggiato.
Io potenzierei l'aspetto culturale (presente, interessante, ma non ricchissimo) e ripenserei all'area game (sarebbe proprio da valutare se c'è la necessità di uno spazio del genere, alla luce del risultato).

Sul fronte personale, la conferenza con Valenti è andata piuttosto bene, ho incontrato vecchi amici, conosciuto meglio amici nuovi, e ho dato un volto a individui che, per troppo tempo, non lo hanno avuto.
Insomma, una buona esperienza e una fiera da premiare.