10.3.09

Guerre Stellari ha tutte le risposte. Sempre.

Battute sulla vita sentimentale di Franco Frattini, autoironia sulla sua età, imitazioni e aneddoti divertenti...
Il riassunto di una puntata dello Zelig? No, la cronaca dell'intervento del nostro premier all'assemblea dei gruppi parlamentari del PDL.

Nel frattempo...
l'opera eversiva di distruzione dello vecchio stato italiano continua.
Dopo aver deleggittimato la magistratura in ogni modo possibile, dopo aver criticato apertamente la costituzione e messo in discussione pesantemente la figura del capo dello stato, dopo aver fatto a pezzi la scuola pubblica in favore di quella privata, dopo aver messo in imbarazzo le forze di polizia, prima con l'intervento dei militari nelle strade (che, evidentemente, i poliziotti non sanno presidiare) e poi con l'approvazione delle ronde civiche (visto che la polizia non ci difende, ci pensiamo direttamente noi cittadini), adesso è il turno del parlamento.

"i nostri deputati, che sono persone del fare e non funzionari di partito, si sentono deprimere in Parlamento con votazioni continue."
Dice il premier.

E quindi al via una proposta per abolire il voto del singolo individuo a favore di quello dei capogruppo. Ovvio che, se qualcuno se la sentisse di dissentire, potrebbe votare in maniera autonoma e come voce fuori da coro.
I politici di lungo corso, anche in seno al PDL, fanno spallucce e minimizzano ma il premier incalza e sembra avere pronta anche una proposta di legge di iniziativa popolare per dimezzare il numero dei parlamentari.
Il tutto in nome di una maggiore governabilità e di tempi di approvazione di leggi e decreti più rapidi.
Sostanzialmente, Forza Italia con il pieno supporto della Lega e il criminale silenzio assenso di AN, sta destabilizzando ogni organismo e istituzione dello stato... e lo sta facendo stando al governo, senza nemmeno una marcetta su Roma, tanto per gradire.
Vi giuro, se non fosse che la stiamo pagando direttamente in prima persona, finirei per stimare tanta audacia e tanto zelo nella messa in atto di un piano a lungo meditato.

Eppure, tutto questo mi ricorda qualcosa...

"Il Senato Imperiale non ci creerà più nessuna preoccupazione. Ho appena ricevuto notizia che l'Imperatore ha sciolto il Consiglio definitivamente. Gli ultimi avanzi della vecchia Repubblica sono stati spazzati via."

"È impossibile! Come fa l'Imperatore a mantenere il controllo senza la burocrazia?"

"I governatori regionali ora hanno il controllo diretto dei loro territori. La paura terrà in buon ordine i sistemi locali."


p.s.
sperare che un caccia Ala X si infili dentro Palazzo Montecitorio e scarichi una bomba in una tubatura dei cessi è tacciabile di essere un pensiero terrorista o solamente nerd?