8.4.09

LAVORO! LAVORO! LAVORO!

Consueto post sullo stato dei lavori:
Sono al lavoro sulla quarta stagione di John Doe. Questa volta, ne scriverò solo 12 numeri su 24 (come all'epoca della prima stagione). Visto che attualmente sto lavorando sui primi due episodi e che conto di completarli a breve, devo dire che l'idea di avere davanti a me solo altri dieci numeri di JD mi fa un poco strano.

Sul fronte Dylan Dog le cose proseguono a spron battuto:
sono a metà di due storie, una per Nicola Mari e una per Massimo Carnevale (che, nel frattempo, ha quasi finito Mater Morbi).
Durante questo mese dovrei anche dare il via alla mia terza storia per Bruno Brindisi e consegnare (finalmente) la mia seconda storia per il Color Fest (che era pronta da qualche tempo ma non riusciva a convincermi del tutto).
Ho in mente anche una roba strana insieme a altri due sceneggiatori ma bisognerà vedere se ce la passano.

Il lavoro legato alle Cronache del Mondo Emerso di Licia Troisi è a metà dell'opera (due albi scritti e due da scrivere). Mi sto divertendo e mi sembra che stia uscendo anche bene. Giuseppe e Gianluca stanno facendo un ottimo lavoro.
Qui sopra ne potete vedere due tavole in anteprima.

Per il resto, io e Marco (Schiavone) stiamo meditando due progetti per la BD, uno dei quali potrebbe essere legato all'universo di Garrett ma non è detto.

Poi c'è il fronte "scrittura pura" che procede lentissimo ma, nel bene e nel male, procede.

Se ve lo state chiedendo, ancora non ci sono nuove per un seguito di David Murphy: 911

28 commenti:

Avion ha detto...

Oh, guarda, un'elfa che piange.

RRobe ha detto...

Mezzelfa.

Luigi Siviero ha detto...

Sembrano fotogrammi di un anime.

Andrea ha detto...

Ho conosciuto Gugliotta a Mantova,è un grande!

Andrea ha detto...

Nel promo del fumetto in pdf che ho trovato su comicus c'è una cappella:in basso si ripete per due volte la parola "sono". Se volete correggerla...

macchiedinchiostro blog ha detto...

Belle tavole!
Non so perché, pensavo che, John Doe a parte, fossi più un battitore libero. E invece leggo che non disdegni collaborare con altri sceneggiatori.
Chissà che, prima o poi, non si riesca a fare qualcosa assieme su carta stampata o su altro supporto ; )
Comunque complimenti, aspetto "Cronache del mondo emerso" e incrocio le dita per il sequel di "DM911"!!!

Greg ha detto...

tavole stupende

ribadisco che, avessi dieci anni meno, quel fumetto finirebbe sul mio comodino.
A Mantova ho avuto l'occasione di sbirciare qualche tavola a matita e mi sono dovuto chinare per raccogliere la mascella. Ha una gran mano il ragazzo!

La tua seconda storia di DYD si sa quando esce?

Avion ha detto...

Comunque, sei proprio una puttana, RRobe. ._.

MarcoS. ha detto...

e le altre 12 sono smpre di Bartoli?

antuana ha detto...

ma la quarta stagione sarà l'ultima? Please answer...

H-BES ha detto...

ottimo modo per risolvere il problema di pagare il mutuo, rendi felici anche molte altre persone ;)

Saluti
BES

RRobe ha detto...

Per Andrea: che refuso? Dove?

Per Leonardo (Macchie): molto volentieri. Io adoro lavorare in collaborazione.

Per Greg: penso ottobre-novembre e la terza subito dopo.

Per MarcoS: sì.

Per Antuana: sì.

Ketty Formaggio ha detto...

Salve! Potresti confermare, se lo sai, chi è il colorista delle "Cronache del mondo emerso"? Avevo letto da qualche parte che facevano tutto i disegnatori stessi...

Saluti a tutti!

jac ha detto...

Figata.
Vidi anche io a mantova il book di Gigliotta.
Bravissimo.

Tra l'altro abile in moltissimi generi.

energio ha detto...

Se ve lo state chiedendo (SI), ancora non ci sono nuove per un seguito di David Murphy (NOOOOO!!!! sigh...)

ottokin ha detto...

vediamo di non scordare NULLA eh....

Andrea ha detto...

Le fantastiche copertine dipinte sono sono dell’autore delle cover dei romanzi Paolo
Barbieri.
Un nuovo grande evento targato Panini Comics, dai romanzi fantasy italiani più letti
in tutto il mondo.
Ha ripetuto due volte sono. E' nella locandina stampabile di presentazione.

[Mr.BEAST] ha detto...

I'm here, ready to begin! 8-)

macchiedinchiostro blog ha detto...

Okkappa, buono a sapersi. Quando torno a Roma dopo Pasqua ci andiamo a prendere una cosa assieme. Almeno proseguiamo la chiacchierata iniziata a Terni.
Bye!

Andrea V. ha detto...

Ammazza che mazzo!
E comunque sul sequel di "911" immagino che il problema non sia "se", ma "quando".
Il sorrisetto di Matteo Cremona alla premiazione di Cartoomics, in questo senso, la diceva lunga.

Skiribilla ha detto...

E la storia scritta e disegnata per Coreingrapho?

;-)

Fabrizio ha detto...

Avessi avuto anche dieci anni in più, quel fumetto sarà sul mio comodino.

RRobe ha detto...

Per Skiri: quella si contorce tra atroci oatemi.

perissi ha detto...

Roba brutta. Parere personale: 'ste cose fanno male al fumetto e bene alle scarselle degli editori senza idee.
Spero faccia bene anche al portafoglio degli autori.
Elogio alla marchetta, funerale del fumetto.

RRobe ha detto...

Leggerlo prima pare così scandaloso?

perissi ha detto...

Il mio era un parere sulle immagini, come quello dei commenti -positivi- che mi hanno preceduto. Leggere tutto non si può, fare delle scelte si. Questo, perdonami, non è al momento sulla mia lista acquisti. Oltretutto ho saputo(e visto in anteprima le tavole)che in Francia stanno facendo la medesima -identica, identica- operazione con "l'universo" Twilight. Stesso stile, stesso obiettivo: premere sul potere d'acquisto dei "globalizzati".

RRobe ha detto...

MA che grossa differenza ci vedi con la Dragonlance, tanto per fare un esempio?
Nel senso: è ovvio che si tratta di operazioni commerciali, rivolte a un pubblico specifico. Poi, la qualità, dipende da come sono condotte.
Alcune robe sono puttanate (molte), altre sono dei buoni prodotti.

perissi ha detto...

Su questo siamo d'accordo. Sarà, però, che trovo il fantasy della Troisi men che mediocre e già di suo ultracommerciale, e che il simil-anime(vero e proprio remar contro al linguaggio del fumetto, rendendolo handicappato)proprio non mi entusiasma... inoltre aggiungiamoci che, forse, una rockstar del fumetto come te poteva anche risparmiarsi tale marchetta, ma che per la Panini il tuo era un nome grosso in più da strombazzare sul cartellone.
Tutto ciò mi crea repulsione. Anche al commerciale c'è un limite: la decenza.