7.4.09

There must be some kind of way out of here, said the joker to the thief

IL SEGUENTE POST NON CONTIENE SPOILER (o quasi).

A un certo punto, durante la visione della seconda parte della quarta stagione, lo spettatore capisce che qualcosa deve essere andato storto.

Ovviamente, sto parlando degli episodi conclusivi di Battlestar Galactica, quella che da molti (me compreso) è stata definita come la miglior serie di fantascienza mai creata e che ha recentemente trovato la sua, per me deludente, conclusione.
Sia chiaro, non sto parlando di una debacle totale in stile Alias o X-Files: BSG, pur zoppicando e arrancando, arriva a termine mantenendo una qualità comunque superiore alla media.
Ma non si può fare a meno di avere l'impressione che tutto sia stato fatto finire in fretta e furia, che talune idee siano state cambiate in corsa a causa di una imprevista conclusione e che gli sceneggiatori, durante il corso di tutte e quattro le stagioni, abbiano messo in piedi dei gran bei colpi di scena senza però poi trovare una soluzione decente per spiegarli.
C'è comunque da riconoscergli il merito di non essersi sottratti al loro dovere: la maggioranza delle trame aperte è stata chiusa e, per quanto discutibili, tutte le risposte sono state date.
Resta il fatto che, a mio parere, quando arrivi a dover utilizzare gli angeli e il volere di Dio per spiegare determinate svolte della trama, qualche cosa devi averla pasticciata.
Valutando gli aspetti positivi, invece, c'è da dire che anche questa quarta stagione è scritta meravigliosamente bene sotto il punto di vista emozionale e che trova i suoi punti più alti proprio negli episodi più intimisti e umani, merito anche di un cast eccezionale.

Resta comunque un dubbio generalizzato sul nuovo corso intrapreso dalle serie tv americane (o canadesi, come in questo caso):
dodici anni fa, quando battevo le case editrici italiane con la mia folle idea di fondare una rivista dedicata ai telefilm, ero sinceramente convinto di stare assistendo alla nascità di una nuova età dell'oro per la televisione e, in parte, avevo ragione.
Oggi però, dopo essere stato deluso innumerevoli volte da serie che hanno promesso molto e mantenuto poco, comincio a nutrire qualche serio dubbio su questa scrittura "sprint", che spara le migliori cartucce all'inizio, sempre giocata al rialzo e tutta basata su colpi di scena continui a cui, raramente, viene data una risposta logica, coerente e esaustiva.
A conti fatti, le uniche serie televisive che si sono concluse senza deludermi ma, anzi, riuscendo a esaltarmi come al primo episodio, sono state I Soprano e Buffy, entrambe serie che si sono tenute ben lontane da questo genere di scrittura. Spero, vivamente, che almeno 24 riuscirà a tener botta fino alla fine.

40 commenti:

il DAVE ha detto...

Lo farà,lo farà.
Secondo me se 24 era destinato a perdersi per strada lo avrebbe fatto già da tempo.
Quindi non ci resta che essere fiduciosi e sperare.

RRobe ha detto...

Perdersi per strada è un conto, finire (bene o male) è un altro.
BSG non si è persa per strada: finisce male, in maniera affrettata, dando risposte insoddisfacenti.
Lost si è persa per strada. Nip/Tuck si è persa per strada.

il DAVE ha detto...

Sì, in effetti mi rendo conto che la differenza è sostanziale.

emo ha detto...

E The shield? a mio avviso chiude alla stragrande, andando a coprire senza bluff ogni rilancio effettuato durante le diverse stagioni...

Ten ha detto...

Dai, Lost si sta riprendendo in questa quinta stagione! ;) Piuttosto "My name is Bruce" l'hai più visto?

sraule ha detto...

ma tu che segui tutte queste cose (leggi: ma tu che sei più nerd di me), Being Human, com'è?

Ed! - the webcomic ha detto...

mmm sono molto d'accordo con Rrobe e con le eccezioni da lui citate (Buffy su tutti... una delle migliori serie di sempre).

Rrobe, tu per caso hai seguito In Treatment? si discosta parecchio dalla scrittura sprintosa di cui parli (anzi, è un serie rilassata e rilassante, sebbene abbia il suo crescendo), ma d'altronde è un formato importato. Non so se è il tuo genere (narra delle sedute terapiche di uno psicologo, un grandissimo Gabriel Byrne, giorno per giorno, per un tot di settimane).
È un esperimento interessante, non tanto per la regia (che è semplice ma non banale) quanto per i tempi del racconto e per la frequenza con cui viene trasmesso.
È scritto EGREGIAMENTE, davvero emozionante (e UTILE!) e recitato da dio (tutti gli attori sono straordinari!).
Conosci?

:A: ha detto...

Rrobe, esistono anche fattori esterni alla scrittura: tagli di budget e imposizioni della produzione, per esempio.

Pensa ad X-Files: Carter aveva progettato di farlo finire con la quinta stagione e il film. La Fox ha detto: "No, abbiamo noi i diritti, la serie va avanti che ti piaccia o no", e Carter ha deciso che era meglio che la portasse avanti lui e non qualcun altro.

Un altro problema (di cui parla spesso Kay Rendl sul suo blog) è che adesso si spendono una barca di soldi per vendere il pilot "a qualsiasi costo", pilot che viene realizzato come un film, ma i cui standard qualitativi NON potranno mai essere mantenuti settimanalmente (non puoi fare la "stessa cosa" di un pilota girato in un mese con dieci milioni di dollari con un episodio girato in una settimana con due).

RRobe ha detto...

Per Emo: l'ultima stagione devo ancora vederla.


Per Ten: sì, l'ho visto e mi è pure piaciuto parecchio. Davvero divertente e Bruce è un genio.

Per Susanna: no, manco. Facciamo che lo vedi tu e poi mi dici com'è.

Per ED!: cazzo sì che l'ho vista. Meravigliosa.

Per A: ovvio che ho tenuto conto anche di questo ma, alla fine, è il risultato percepito dallo spettatore che conta, non altro.

H-BES ha detto...

beh... BSG ha solo la pecca di aver capito di finire tardi ed inoltre han voluto far finire tutto bene per non "festeggiare" il tutto perchè una fine brutta, anche se grandiosa, lascia sempre intristiti.
Alla fine hanno applicato il lieto fine che piace tanto nelle favole, per farlo han dovuto chiudere tutto, tanto, e troppo in fretta.
Ma alla fine tra alti e bassi e alcune parti palesemente scritte in corso d'opera (nello special finale parlano di ogni puntata girata in 8 giorni e continue riunioni degli sceneggiatori per scrivere le puntate) è stata decisamente una gran serie.

E se considero che in questo periodo sto guardando Lost e Heroes, BSG lo rivaluto ancora di più. Sia Lost che Heroes sono iniziate benissimo, continuate peggio, ora si stanno tirando un po' su facendo quasi tabula rasa sul passato (soprattutto in Heroes) ma le pezze non possono migliorare le serie già uscite.

Ma alla fine penso che su questi punti la pensiamo un po' tutti allo stesso modo.

Saluti
BES

:A: ha detto...

OK, non avevo capito questo particolare. In effetti allo spettatore non frega niente sapere se è colpa dei produttori o di qualcun altro se sta guardando uno show di cacca.

CdR National Briar ha detto...

Ogni puntata dei Soprano ha almeno dieci motivi per essere vista. Parliamo di scrittura, certo, ma anche e soprattutto di Recitazione e di chimica tra i personaggi. Per altri motivi, ho apprezzato anche In treatment, soprattutto per l'unità di tempo e di spazio che aiuta lo spettatore a sospendere l'incredulità e a rilassarsi come sul lettino dello psicanalista. Mi piace molto anche quella serie sulla pubblicità ambientata negli anni '60 - Mad men - ma lì si toccano corde personali e il giudizio diventa soggettivo, lo ammetto. BSG la comincio a vedere adesso, per cui - se ho capito bene - mi aspetta un mesetto di goduria...
Lollo

Ed! - the webcomic ha detto...

Bene :) sono felice.

Sarai contento di sapere allora che è finalmente appena ricominciata la seconda stagione e da ieri sono già "in giro" i sub dei primi due episodi.
Io l'ho saputo solo ieri sera e avevo gli occhi lucidi :asd:

è ovviamente in continuity.

buona visione.

ivanhawk ha detto...

L'ultima stagione di THe Shield è uno dei cazzotti più forti che puoi ricevere. Con tutto che avevo fatto la cazzata di spoilerarmi la trama, l'ho apprezzata in una maniera folle. E l'ultima scena...

Di BSG ho appena finito di vedere la prima stagione, e appena mi riattaccano internet provvedo a rimettermi in pari.

Su Lost sono parziale: per me è il miglior telefilm mai prodotto. E, fidati, non si è perso per strada.

-harlock- ha detto...

E nessun fan di Prison Break?
Bei personaggi, tensione sempre alta, a me è piaciuta un pacco e mezzo.
Son qua che aspetto la 4 stagione (in italiano) di cui si dice un gran bene.

Però mi sa che non faccio molto testo. Per me una delle migliori (mini)serie degli ultimi anni è stata "Jekill".

Vabbé, mi sto zitto. :)

Ed! - the webcomic ha detto...

@ Ivanhawk: Su Lost... VERISSIMO! Il mio parere è che abbia avuto sì, un momento di "sbandamento" (vedi ultima stagione), ma necessario... è che il grosso del fascino che dicono abbia perso è dovuto al fattore novità. È normale che l'entusiasmo cali. Penso che valga per qualsiasi serie.
Come penso anche che Lost fosse tutto già scritto, che il livello non sia mai eccessivamente calato e che sia rimasto piuttosto omogeneo e fedele a se stesso... e ora finalmente avremo due stagioni in discesa in cui tutto viene spiegato e in cui soprattutto avremo finalmente una trama. Chiara e precisa.
O quasi.
Rrobe sei troppo severo con Lost. Cosa ti aspettavi di preciso? Cosa non ti è piaciuto?


(preciso: Lost l'ho seguito settimana per settimana negli ultimi quattro anni... e l'ho rivisto tutto di seguito per la seconda volta in cofanetto per poterlo giudicare meglio. E la mia impressione è stata quella di seguire realmente un'unica grande storia senza particolari cali. Non so se si capisce ciò che intendo dire)

Ed! - the webcomic ha detto...

@Harlock: io sono un maniaco di Prison Break :)
Però... la quarta stagione è davvero ridicola. Sigh :(

-harlock- ha detto...

@ed:
Bastardo.
Partorirai con dolore per questa spoilerata.

Sigh, ma davero..?:(

Avion ha detto...

Ma Buffy era davvero così bello?
Io avevo guardato i primi 4-5 episodi della prima stagione e mi era sembrata una cagata atroce.
"La liceale che di giorno studia e di notte mena i mostri con l'aiuto dei suoi amicici, wow. :| Oh, guarda che originalità, ci han buttato dentro un vampiro buono di cui lei si innamora, wow. :|"
Boh.

ivanhawk ha detto...

Prison Break richiede una sospensione dell'incredulità grande come un mammuth.
Detto questo è anche divertente e, visto che mancano quattro puntate alla fine, me la vedrò tutta.
Ma tra una qualsiasi delle serie citate in questa discussione e Prison Break, ci passano chilometri.

ivanhawk ha detto...

@Avion: la prima stagione di Buffy è così, ma è la più corta e la più brutta. Le altre sono ottime davvero.

Ed! - the webcomic ha detto...

@Harlock: daaai che non ti ho spoilerato nulla. :D
Però, sì, purtroppo l'ultima stagione (almeno... la prima metà) è davvero esagerata... va bene i colpi di scena, e gli inganni e i doppi giochi e le svolte improvvise e tutto... ma c'è un limite. Comunque PB è PB, e resta comunque una figata (si capisce che sono un iper-entusiasta rincretinito? XD )

@Avion: guarda... pure io agli inizi (anni e anni fa) snobbai Buffy alla grande per gli stessi identici motivi. I primi episodi (facciamo le prime tre stagioni) li trovai ridicoli e troppo "teen" per i miei gusti... Poi, anni dopo, cominciai a seguirlo assiduamente grazie ad un amico e non riuscii più a farne a meno. La storia, nonostante i clichè di cui accenni è più originale di quanto si possa pensare. Joss Whedon è realmente un "genio". Riusciva a mischiare davvero di tutto e a renderlo credibile. I dialoghi di Buffy sono insuperabili. Le sottotrame erano forti e coinvolgenti. E poi era diretto come si deve.
Guardati episodi come "Hush" (ep. 4x10) o "Once More, With Feeling" (Ep. 6x07) e poi dimmi ;)
C'è tutto un mondo dietro Buffy... roba che non si trova in altre serie. Parlarne sarebbe davvero lunga.

Ed! - the webcomic ha detto...

Ivanhawk: Prison Break richiede una sospensione dell'incredulità grande come un mammuth.

facciamo pure due mammuth.

Greg ha detto...

Questo tuo atteggiamento critico ci suggerisce che JD chiuderà assolutamente in pompa magna?
sicuro?
la accendiamo?

Perchè il cartellino del "perso per strada" lo avete già timbrato con insistenza.
Se mi sfornate un finale "insoddisfacente" vi maledico fino alla settima generazione. In cinese.

Te l'ho urlato in faccia in quanto lettore super appassionato (che si è goduto tanto gli ultimi 2 numeri, FINALMENTE!)

E mi chiedo perchè, quando si parla di grandi telefilm, si citi Whedon ma mai il suo Firefly e l'epilogo Serenity... sono due tele del Leonardo in mezzo al bitume di quest'ondata serial modaioli!

S3Keno ha detto...

ehm, Robe'... ma parli della 4° stagione di BSG in lingua originale o che?

RRobe ha detto...

In lingua originale.

Matteo Losso ha detto...

Mi spiace, ma... questa volta (stranamente) non sono d'accordo col padrone di casa e l'argomento mi sta particolarmente a cuore... BSG secondo me è la migliore serie TV mai realizzata in senso assoluto (non solo di SF). E, onestamente, la "deriva mistica" della vicenda me la aspettavo sin dall'inizio (secondo me questa tensione verso qualcosa di superiore è sempre stata un elemento fondamentale nello sviluppo dei personaggi e delle trame, sin dal primo episodio della mini). E non mi sembra nemmeno che gli autori abbiano adottato la "scelta sprint" (che mi sembra un male comune in determinate produzioni, ma non per tutte). Anzi, probabilmente consapevoli del fatto di non avere più limiti, gli sceneggiatori ci hanno dato dentro di brutto proprio sul finale (con morti illustri e "barbare" che mai mi sarei aspettato). Che poi la prima parte di season 4 sia più figa della seconda... ci può anche stare (ma anche quì ci sarebbe da discutere piacevolmente)...

Infine, mi permetto di dire la mia anche ad Avion su Buffy. Effettivamente le prime 2 stagioni sono abbastanza "teen", ma è davvero un crescendo. A me la saga della Cacciatrice è piaciuta tutta (forse anche perchè ero davvero "teen", anagraficamente parlando, quando in Italia vennero trasmesse le prime stagioni), ma season 6 e 7 sono davvero incredibili. Fermo restando che TUTTI gli episodi scritti e/o diretti da Joss Whedon hanno qualcosa di geniale, anche quelli delle prime stagioni. Per chiunque non sia (ancora) riuscito a entrare in sintonia con la serie, consiglio innanzitutto di recuperare 4x10 (Hush - L'urlo che uccide), 5x16 (The body - Un corpo freddo) e 6x07 (Once more with feeling - La vita è un musical). Dopo averle viste "ci andrete a ruota" e sarete costretti a vedere tutti gli episodi di tutte le serie... :-)

Filippo ha detto...

no, dài Prison Break no. Allora accettiamo proprio tutto...

Danilo ha detto...

Così diciamo tutti...

Giangidoe ha detto...

E' la stessa cosa che ho pensato io: ricorrere ad angeli "reali" e al volere di Dio vanifica non solo le suggestioni più interessanti seminate durante la serie (in particolare, il doppio miraggio reciproco di Baltar e Capirca 6 sulle proprie controparti/coscienza) ma anche qualunque accezione metaforica e universale di temi ricorrenti come il caso, la responsabilità, la superstizione e -soprattutto- la fede (che avrei apprezzato molto di più in chiave "atea", senza le deludenti rivelazioni finali).

D'accordissimo anche su Lost ed Heroes.
In particolare, in quest'ultima serie, trovo ancora più forzata la "riabilitazione" del cattivissimo Sylar, palesemente operata solo per ripulire l'immagine dell'attore in vista della sua imminente identificazione -nell'immaginario collettivo- col virtuoso Spock nel prossimo filmone di Star Trek.

Fabrizio ha detto...

Gli Angeli e il volere di Dio sono stati suggeriti da Jeph Loeb.
In pantofole...

Lowfi ha detto...

personalmente il finale l'ho trovato accettabile fino a che non sbarcano sulla terra.. dopo decisamente meno.

FordPerfect ha detto...

In heroes la riabilitazione di Sylar non è stata poi cosi campata in aria...nelle precedenti stagioni ci sono alcuni (minimi)sprazzi d'umanita.
Il potere visto come una dipendenza piuttosto che come una forza non sarà un tema originalissimo però mi sembra comunque meglio del cattivo assoluto!
Rrobe non mi uccidere ma a me piace anche Dexter(quantomeno la prima stagione).....
ARGH!
p.s.
Mi sto procurando BSG e Treatment,
molto interessanti!

Luca ha detto...

Beh visto che l'avete nominata ditemi la vostra anche su dexter...io personalmente ho adorato la prima stagione e la trovo geniale.
X quanto riguarda buffy l'ho sempre considerata una caxxxxxta pazzesca però leggendo i vostri commenti mi sono ripromesso di andarmi a vedere gli episodi che avete elencato.
Magari rimango folgorato sulla via di damasco...

RRobe ha detto...

La prima stagione di Dexter è ottima.

§ ha detto...

Ci sarebbe da aggiungere anche The Wire all'elenco.

Pare sempre che in Italia non se la sia cagata nessuno, mentre oltreoceano è una presenza praticamente fissa in questo genere di liste.

Giangidoe ha detto...

The WIRE è un piccolo gioiello. E se a farmelo scoprire è stato un articolo su INTERNAZIONALE piuttosto che una rivista di cinema, questo può essere indicativo di una certa "miopia" nostrana sul panorama seriale...

§ ha detto...

Io ricordo anche un bell articolo di Stephen King sulla quarta stagione,che riassumeva molto bene lo spirito della serie.

http://www.ew.com/ew/article/0,,1333799,00.html

effemmeffe ha detto...

Arrivo tardi a commentare, ma non posso esimermi dal segnalare Sports Night, Studio 60 on the Sunset Strip e The West Wing, tutte e tre di Aaron Sorkin.
IL genio delle serie televisive.

emme ha detto...

a sola parola: Firefly (e se non lo avete visto... che cosa cavolo state aspettando?)