21.5.09

E finalmente... le Cronache.

Il 27 maggio 2009 alle ore 18:00 presso il Mondadori Multicenter di Via del Corso 472 a Roma, si terrà la presentazione de LE CRONACHE DEL MONDO EMERSO – LE NUOVE AVVENTURE DI NIHAL, il primo di una serie di quattro albi a fumetti ispirati ai romanzi fantasy di Licia Troisi in uscita per Panini Comics.
 
Creato in stretta collaborazione con l’autrice, LE CRONACHE DEL MONDO EMERSO – LE NUOVE AVVENTURE DI NIHAL racconta episodi inediti della vita di Nihal - protagonista della fortunata serie di libri edita da Mondadori – sotto forma di fumetto. L’opera è realizzata da alcuni dei migliori professionisti italiani del settore e impreziosita da scritti inediti di Licia Troisi.
 
All’incontro saranno presenti Licia Troisi, lo sceneggiatore della serie Roberto Recchioni (John Doe, David Murphy: 911, Diabolik, Dylan Dog), il disegnatore Giuseppe Ferrario (Milano Criminale, Justin Supermaxieroe, Il Giornalino) e il direttore editoriale di Panini Comics, Marco M. Lupoi.

QUI trovate la prima parte di un'intervista al sottoscritto su questo progetto e QUI la seconda parte.

28 commenti:

S3Keno ha detto...

Non ti fa un po' strano, stavolta, non essere tu il nome in alto al centro? Ah ah ah ;)

Dai, si scherza...

Fabrizio ha detto...

Ma perchè non l'avete organizzata per Torino? Questioni di tempistiche interne?
Insomma, la cornice era adeguata e interessante.

imp.bianco ha detto...

=_= Lavoro quel giorno... uff...

Mi sarebbe piaciuto molto partecipare...

X-Bye

RRobe ha detto...

Non ne ho idea, Fabrizio.

Bapho aka Davide Costa ha detto...

per dindi rin dina, che brutta copertina. capsico debba mantenere coerenza con i romanzi, mapperò...

Andrea ha detto...

Cover fantastica,attendo il resto in edicola. Ma qua-qua-quando?

Avion ha detto...

Sei una puttana.

perissi ha detto...

Non per fare il guastafeste, ma neanche la grafica di copertina la Panini ha cambiato? E' fatta apposta, lo so(altrimenti i lettori della Troisi mica si accorgono che se tratta de 'na roba della loro autrice preferita), d'altronde cosa aspettarsi da un fantasy senza...fantasia? Perdona Roberto, ma 'sta roba si presenta proprio male, o meglio, si presenta per quello che è: un marchettone senza eguali.

sherlock ha detto...

Da un lato effettivamente è una "commercialata" bestiale.
Dall'altro, mi pare che rrobe sia persona assai analitica e precisa, che si documenta accuratamente.
rrobe stesso mi ha fatto conoscere dal suo blog il blog di "Gamberetta" che maciulla la Troisi.
Ma ... Gamberetta maciulla la Troisi fondamentalmente su aspetti di "buchi" di sceneggiatura e incoerenze varie.
Io non ho letto i libri della Troisi (e credo non li leggerò, visto quel che ne leggo, salvo crisi di bulimia shoppingistica in libreria :-) ), ma da quel che ho letto di rrobe finora (parecchio) e da quel che so di lui da quanto mostra di se in rete, il rrobe mi pare invece persona molto precisa ed attenta (Capricorno del resto, se non ricordo male).
E i libri della Troisi qualcosa di magari grezzo ma valido mi sa che ce l'hanno se han venduto tanto. Non basta la pubblicita se qualcosa è merda pura, IMHO.
Quindi, sulla base della fiducia che ho nelle capacita del rrobe come sceneggiatore attento ad evitare "buchi logici" e cazzate, e nella speranza che qualcosa di buono di base ci sia nelle fantasie della Troisi, io 'sti albi li compro di sicuro.

RRobe ha detto...

Puo' pure essere, ma non certo per le scelte grafiche. Pure i dumetti della Torre Nera hanno la stessa geafica dei romanzi: sono prodotti "tratti da..." e' ovvio che manyengano quanto piu' possibile degli elementi di continuita'. O forse ti lamenti perche' i film di Harry Potter usano lo stesso logo dei romanI? Senti, e' chiaro chr l'operazione non ti piace, in quanto legata ai romanI della Troisi, ma con queste critiche appari solo pretestuoso. Demolisci il prodotto, se proprip devi, ma fallo in maniera piu' furba.

RRobe ha detto...

Ovviamente, rispondevo al Perissi.

perissi ha detto...

No, Roberto, demolisco soltanto quello che ho visto finora. L'operazione poteva anche essere interessante, ma -almeno "formalmente"- non lo è di certo. Non vedo neanche quel minimo sindacale di originalità!
Pretestuoso, scusami, è piuttosto rispondere con: anche La Torre Nera, anche Harry Potter...
Argomentazioni poche, eh?
Comunque, contrariamente a quanto scritto in precedenza, lo comprerò e lo leggero, hai visto mai che mi ricreda?

RRobe ha detto...

Ma quali argomentazioni "poche"!
Hai detto una cazzata, punto. Abbozza e passa oltre.
La grafica è ovviamente la stessa, come è la stessa per Harry Potter, Guerre Stellari, la Torre Nera e qualsiasi prodotto analogo che ha diverse declinazioni in diversi media.
Si chiama "marchio", o "brand" e non è che lo cambi per fare l'originale.

Ti ripeto, vuoi criticare questo prodotto?
Fallo.
Fallo pure senza averlo letto e per partito preso.
Ma non farlo su argomentazioni pretestuose e, sostanzialmente, stupide.

Manu ha detto...

Io almeno il primo lo prenderò, poi se mi piacerà prendero' anche gli altri. Sinceramente non ho letto i libri ma solo perchè da qualche anno, a parte la saga di Martin, non riesco a reggere più nulla di fantasy( saturazione recettoriale...)
Come è disegnato? intendo in che stile, non conoscendo i disegnatori sono curioso.
PS
in edicola quando?

RRobe ha detto...

In edicola il 5 giugno.
Lo stile è parte cartooning e parte in stile comics americano.

Tiemme ha detto...

So che Rrobe è una buona penna.

Al contempo reputo il fantsy di Licia Troisi insipido e noioso.

Che fare? bel dilemma.


Puoi dare qualche indizio su come avete lavorato sull'ambientazione originale? La trama non ho dubbi sia più pregevole dei romanzi, ma una grande pecca di questi era proprio lo sfondo delle vicende, che sapeva di vecchio, era contraddittorio e mal organizzato.

rae ha detto...

dilemma facilmente risolvibile: vai in feltrinelli e te lo leggi a scrocco asd.

Randall ha detto...

Diamine Rrobe, perchè non sei venuto anche tu alla mostra di Bolzano di oggi e domani?
Per una volta che c'è qualcosa qui da me, devo accontentarmi di Bevilacqua.. :D

Andrea ha detto...

Io sono un curioso di natura. E poi c'è l'ottimo comparto artistico di Gugliotta.

Ed! - the webcomic ha detto...

io lo comprerei già solo per i disegni del grandissimo Ferrario (idolo)

cyan ha detto...

Toh, invece io ho pensato proprio "che bella la copertina!", proprio perchè ha un pò più di movimento rispetto a quelle dei romanzi.

Mi piace pensare che il RRobe abbia detto "prendiamo questa storiaccia e vediamo cosa se ne può cavare di buono". Peccato che, anche fosse, non lo potrebbe dire nelle interviste.

Le tavole sono uno splendore.

Previsione sui possibili commenti delle eventuali fan dei libri che leggereanno il fumetto:

"non è manga!"

"Oarf non è puccettoso e coccoloso!"

;)

Pur non apprezzando i libri (ne ho letto uno e mezzo), ritengo questo un (raro) caso di scaltrezza commerciale da parte di un editore di fumetti.

Ce ne vorrebbero di più, imho.

Manu ha detto...

Ho visto le prime otto tavole in anteprima sul sito panini e mi sembrano davvero ben realizzate.

perissi ha detto...

Roberto, mi spiace che tu te la prenda a male, ma le mie sono pure osservazioni stilistiche.
La grafica è la stessa dei romanzi, e non parlo solo del logo come per La Torre Nera, Harry Potter, Guerre Stellari(il brand di cui parli, barando). Il disegno, per quanto tecnicamente ineccepibile è poverissimo sul piano espressivo.
Modaiolo nel senso più bieco, soprattutto Ferrario(che è molto bravo, sono il primo a dirlo) in anime style.
Poi, darmi dello stupido e del pretestuoso su le basi di queste poche, ma circostanziate, critiche (che valgono quanto le "osanne" a priori di chi ti lecca spesso e volentieri il deretano)è dimostrazione assoluta di totale mancanza di argomentazioni valide e solide.
Auguro comunque alla serie il successo che merita.
Non sarà peggio di quella di Vasco Rossi, giusto?

RRobe ha detto...

Chiarisco il punto:
se tu critichi il prodotto perché una commercialata, o sulla base del lavoro della Troisi, o perché non ti piacciono i disegni, o perché non ti piace lo sceneggiatore io ci posso stare. Magari posso obiettare ma accetto le tue critiche.
Ma se mi attacchi la grafica perché uguale a quella dei romanzi, allora ti dico che quella è una critica pretestuosa.
Perché è normale che sia così.
O i fumetti di "Aliens", di "Texas Chainsaw Massacre" e di qualsiasi fumetto tratto da film, romanzi e videogiochi hanno una grafica e un logo diversi da quelli originali?
Non mi pare.
E' un marchio. Un brand.
Lo si mantiene coerente e uniforme proprio per essere facilmente identificati dal pubblico che ama l'opera orginale da cui quel fumetto è stata tratta.

RRobe ha detto...

Poi, dei meriti e dei demeriti del fumetto, magari ne riparliamo davanti al prodotto (e sai che non avrò problemi a farlo).

perissi ha detto...

Il logo è una cosa, l'intera grafica è un altra. Poi non ho nulla contro lo sceneggiatore e i disegnatori(che in quanto bravi ritengo sprecati), mi lascia solo perplesso questa programmatica mancanza di autonomia. Tutto qui.
Poi, magari, una volta letto cambio idea, ma permettimi di avere legittimi sospetti a riguardo.
Come si dice: se il buongiorno si vede dal mattino...

Fuz ha detto...

La copertina non è un granchè a livello di ideazione (alcuni dettagli sono a mio avviso pessimi), ma come realizzazione è piuttosto buona. Poi comunque è in linea coi romanzi, quindi ci sta appieno.
Più che altro mi dispiace vedere sprecate delle ottime penne su del materiale di partenza così scarso e infantile.

Matteo ha detto...

Comprato oggi alla Mondadori. Alla vista si presenta veramente molto bene. Non capisco le critiche alla copertina.
C'era molta gente, e per me che sono arrivato circa alle 18.15, è stato impossibile entrare nella sala (abbastanza piccola). Sono dovuto andare via abbastanza presto, ma per quel poco che ho sentito, le risate non sono mancate, soprattutto quando Roberto ha preso per pochi istanti le sembianze di Palpatine (era uguale).
Domani leggerò il fumetto.
CIAO