11.5.09

Semiliberi.

Sta facendo il giro della rete ma un pelo di visibilità in più non guasta mai.

116 commenti:

Avion ha detto...

Deve schiattare.

RRobe ha detto...

Avio, tu per me hai dei problemi. Seri.

DIFFORME ha detto...

sarà probabilmente un pregiudizio da "lotta di classe", addirittura bolscevico, ma sta discendente della famiglia borromeo, sorella della moglie di john elkann, nipote della marzotto e fidanzata con un casiraghi figlio di carolina di monaco (da wikipedia) mi è urticante, soprattutto col chiodo addosso...

Randall ha detto...

Dirà anche cose giuste, ma mi sta comunque sul cazzo. :asd:

rae ha detto...

a me invece a pelle sta simpatica e dice cose giuste.

Difforme: giusto, il chiodo è da sempre roba da poveri, ceto medio nazional popolare. è infatti un giubbotto noto per la sua comodità e adattabilità, un giubbotto per tutte le stagioni sobrio ed elegante e assolutamente privo di connotazione simboliche.

DIFFORME ha detto...

rae: ???

Avion ha detto...

Dai cazzo, siamo seri.

L'hanno fatta giocare alla grande giornalista e s'è convinta d'esserlo davvero.

Posso capire che s'incazzi un Santoro o un Travaglio. Mi stanno sulle palle ma posso capire un loro sfogo analogo, in fondo sono giornalisti con una storia come tali.

Ma lei deve schiattare.

Andrea ha detto...

Una biondina slavata,distante anni luce dal pianeta terra e dal suo popolo. Fastidiosissima. Eppure finta intellettuale come Alba Parietti.

:A: ha detto...

A me il chiodo è indifferente, ma per il resto quoto Diffo.
Quanti giornalisti o aspiranti tali si ritrovano a condurre Annozero con Santoro a 21 anni?
Per piacere.

MarcoS. ha detto...

e se valutassimo solo i fatti? Si è creata una condizione di censura non giustificata...poi piacci o non piaccia la Borromeo...questi sono i fatti.

:A: ha detto...

Marco, non ci voleva lei per farci sapere che in Rai c'è censura, periodo pre-elettorale o meno. Fosse capitato a un altro giornalista che non fosse la signorina in questione, non ci sarebbe stato tutto 'sto clamore attorno alla questione.

FoC ha detto...

Si ma sticazzi se lei è simpatica, antipatica, stronza ecc.
Conta SOLO se la sua denuncia ha o meno un senso, e se non ha sparato una serie di balle clamorose ce l'ha eccome.

DIFFORME ha detto...

se era la figlia di un metalmeccanico (e solo se bonazza quanto lei) per fare la stessa "carriera" doveva farsi un giro a palazzo grazioli...

FoC ha detto...

Ok, ma COSA c'entra con l'oggetto della denuncia?

DIFFORME ha detto...

che io sappia praticamente dal tempo del fascismo che i media televisivi sono censurati, controllati, appaltati, non capisco qual'è la "notizia"

-harlock- ha detto...

Ragazzi, mi fate impressione.
Del resto ho sempre avuto problemi con chi guarda al CHI e non al COSA.
Questa signorina ha espresso in dieci minuti punto per punto - e in un italiano encomiabile - il suo punto di vista come PROTAGONISTA di una vicenda.
HA riportato una cronaca di un fatto che le è accaduto, in prima persona.
Cos'è che vi urta tanto?
Che sa argomentare e ha fegato anche se è giovane e biondina e slavata?
Che non può dire cose giuste o condivisibili solo perché è ricca di famiglia?
Non capisco.
I peggiori pregiudizi nascono esattamente in questa maniera, eh?
Anzi, qua non devono nemmeno nascere, ce li avete proprio.

:A: ha detto...

Ribadisco: ci voleva lei?
Ribadisco: non fosse stata lei, lo avremmo saputo, e con questo clamore?
OK, in Rai c'è censura.
Cazzo, che novità.
La Freedom House lo ha fatto sapere ufficialmente a fine aprile: l'Italia è l'unico paese europeo dove la libertà di stampa è "parziale".
Bella scoperta, appunto.
Grazie, Bea.

FoC ha detto...

@ DIFFORME: secondo te l'italiano medio è conscio della situazione attuale dei media televisivi?
Se la tua risposta è "sì" sei molto più ottimista di me a riguardo, in caso contrario direi che è necessario ECCOME parlarne, anche se è "storia vecchia".

:A: ha detto...

@Harlock: il pregiudizio è la prima cosa che ha nominato Diffo e che quotando, condivido.

FoC ha detto...

@ :A: : si e no. Non ci vuole SOLO lei, ci vuole che se ne parli in continuazione, il più spesso possibile e con la maggior risonanza possibile.
Perché parliamo di un problema SERIO e molto, molto urgente.

DIFFORME ha detto...

per dire c'è una giornalista campana bruttarella che da anni di occupa di camorra con un piglio alla Saviano ed è per questo sotto scorta (mi scuso non ricordo il nome) e non se la fila nessuno (per questo non ricordo il nome) e questa bella, ricca e famosa dice l"ovvio" sulla tv italiana e giù visibilità su tutti i media...

Luigi Siviero ha detto...

Quanto mi sta sui coglioni. E anche quello che dice fa particolarmente schifo.

-harlock- ha detto...

@diffo:
sì ma, e allora?
Ci sta sul cazzo anche se dice cose giuste - ancorché ovvie? MA ovvie per chi? - solo perché c'è qualcun altro che non riesce a dirle con la stessa facilità?
Ma allora, visto che questa signorina ha la possibilità - e il fegato, perché mica è da tutti - e la visibilità per dirle, e le dice, non dovrebbe essere apprezzabile per questo?
Non so, ho come l'impressione che qua non solo si guardi il dito e non la luna, ma che qualcuno il dito se lo sia pure infilato nel culo.

FoC ha detto...

@ DIFFORME: si ma il fatto che sia un MALE che non ci si occupi di quella giornalista (lo dico sulla fiducia, non la conosco) non trasforma in nessun modo in merda la denuncia della Borromeo.
Si prenda semmai atto che ci sarebbero anche altre voci degne di essere ascoltate ecc, ma non vedo perché in ragione di questo si dovrebbe sputare su questa testimonianza.

DIFFORME ha detto...

ma parchè ho un pregiudzio da lotta di classe bolscevico anzi forse polpotiano che vede in una "nobile barona" un "nemico" a prescindere

-harlock- ha detto...

@diffo:
ok, contento tu.
L'estremismo, di qualunque natura, è esattamente questo: additare uno come un nemico, a prescindere.

DIFFORME ha detto...

meglio "baronessa"

:A: ha detto...

Sai, Harlock, è per stare sempre nell'ipotetico giusto mezzo che non c'è più un'opposizione in Italia.
Così, giusto per dire.

AQ FERRARI ha detto...

poi uno si stupisce che siamo in queste condizioni.
mi fate paura come borghezio. sul serio.

:A: ha detto...

Ale: accostarmi a Borghezio sa un pelo d'insulto, sai? Lo stesso Borghezio che fa lezione ai neofascisti francesi:
http://www.youtube.com/watch?v=lk8vpuajKGc ? Stessa cosa, secondo te? Mah.

DIFFORME ha detto...

è proprio per non avere "nemici" (se non nei videogiochi) che la nostra generazione lo prende nel culo da anni senza battere ciglio col precariato, la distruzione di diritti civili e individuali, libertà di pensiero, sesso e religione, laicità ecc.

-harlock- ha detto...

@A:
Vedi Adriano, io la penso esattamente al contrario.
L'opposizione in Italia non esiste più perché la sinistra tutta se l'è presa col chi e non col cosa.
Per anni tutti a dire il berlusca di qua e di là, a prescindere, senza quasi più scendere nel merito.
E l'hanno trasformato in una specie di martire, ma da vivo.
Mentre nel merito bisognerebbe scendere SEMPRE, ogni volta.

FoC ha detto...

@DIFFORME: quindi la nostra generazione l'avrebbe "preso in culo" perché "non abbastanza estremista"?
Ma la differenza tra " non estremismo" e il "non volersi schierare/avere nemici" ce l'avete presente?

AQ FERRARI ha detto...

@:A: mi scuso per il plurale dettato dai nervi. Ti stimo tanto e non ti insulterei mai.

A me fa paura che le persone giudichino qualcuno in questo modo. Che sia erede, fidanzata o raccomandata (cosa che mi preme dirlo non sappiamo) dovrebbe fregare poco in questo momento. E se lei serve perché se ne parli, perché uno qualsiasi là fuori lo senta, be' è la benvenuta. Uno in più è sempre uno in più, se ha più attenzione mediatica ancora meglio.

Comunque è grazie alla lotta di classe col pugno alzato che Rifondazione è sparita nel nulla ne 2008. La sinistra dovrebbe liberarsi di vecchi modelli o quantomeno aggiornarli per cambiare con il cambiamento del mondo.
Ricco non vuol dire bastardo. E i nemici non sono più quelli vestiti in giacca e cravatta.

DIFFORME ha detto...

la nostra generazione l'ha preso nel culo perchè i "nemici" se li è fatti indicare dell'"alto" come la "sinistra"(?) di governo che indicava come nemico berlusconi e poi portava avanti le stesse politiche... sì un pò di sano estremismo fa sempre bene, mette almeno un pò di apprensione a chi si appresta a mettertelo nel culo...

FoC ha detto...

"un pò di sano estremismo fa sempre bene"???
Diciamo che dai alla parola "estremismo" un significato molto diverso dal mio, va.

:A: ha detto...

Harlock: ti capisco, senz'altro è un limite mio.
Poi in realtà sono il primo a dire che se i preti scendono in piazza contro le leggi sull'immigrazione di questo governo, bisogna scendere in piazza con loro, per poi fare loro il culo su altre questioni (dalle ingerenze politiche alla quantità spropositata di denaro che dalle nostre tasse finisce nelle tasche della chiesa, come documentato ne "La questua" di Maltese).
Ma concedimi un po' di risentimento piccolo-borghese.

@Ale: ricchi non significa sempre potenti, ma sempre lì siamo: l'odio razziale fomentato da questo governo e in particolare dalla Lega nasconde il fatto che se tagli la torta etnicamente, le differenze di classe sono meno evidenti.
Insomma, il povero (economicamente) italiano se la prende col povero (economicamente) immigrato, senza capire che è contro chi è al potere che dovrebbe schierarsi
Che poi il referente della sinistra non sia più solo la classe operaia, sono il primo a dirlo (anche se la classe operaia ce la siamo persa tutta per la Lega).
OGGI PIU' CHE MAI i nemici portano la giacca e la cravatta.
I veri criminali sono gli speculatori finanziari, gli evasori fiscali, i corrotti e i corruttori, ecc, quelli- in definitiva- che non vanno mai in galera. E oggi giacca e cravatta la indossano anche i mafiosi, che oggi sono laureati, non più gente da pizzini.

DIFFORME ha detto...

estremismo vuol dire avere delle idee chiare e difenderle, tutto qui, razingher è un estremista per dire

FoC ha detto...

@DIFFORME: ma manco per sogno, leggiti la definizione in un qualunque dizionario.
Estremismo significa appunto avere idee ESTREME; avere idee chiare in testa e la capacità di difenderle è sinonimo solamente di una testa sulle spalle.

Planetary ha detto...

Ho resistito due minuti, sembrava un esame universitario.

DIFFORME ha detto...

"estremismo" in politica vuol dire essere agli estremi dell'arco parlamentare, estrema sinistra vuol dire semplicemente sinistra sinistra e man mano che vai verso il centro centro-sinistra e poi centro, e così per la destra... quanto a me per estremismo intendo appunto idee chiare, anche forza italia è estremista, la lega non ne parliamo...

RRobe ha detto...

Il "chi" al posto del "cosa" e il "cosa" trattato come una amenità.
Brividi.

DIFFORME ha detto...

"idee estreme" è solo una definizione borghese per dire idee lontane dal pensiero dominante appunto borghese

:A: ha detto...

A me i brividi vengono se hai avuto bisogno della Borromeo per sapere che in RAI c'è censura, Roberto...

DIFFORME ha detto...

roberto anche papi silvio a volte dice cose giuste, succede a tutti, ma non per questo viene citato da tutta l'intelighenzia di sinistra...

RRobe ha detto...

:A: la libertà d'espressione (o la mancanza della stessa) non dovrebbe mai essere data per scontata.
Il cinimo d'accatto ha francamente rotto i coglioni.

FoC ha detto...

@DIFFORME: no, in politica significa avere idee politiche estreme

estremismo
[e-stre-mì-ʃmo]
s.m.
Atteggiamento di chi segue e propugna idee, tendenze e metodi intransigenti ed estremi, spec. in politica

AQ FERRARI ha detto...

@Adriano: secondo me il discorso non è che uno ha bisogno della Borromeo, la Borromeo è un veicolo per trasmettere un'informazione. Se ne parlano perché si chiama Borromeo tanto meglio, diamine. Il messaggio è quello che conta.

@Difforme: ti sbagli, più di una volta Veltroni prima e Franceschini poi hanno apprezzato alcune scelte del governo.

:A: ha detto...

Vabbè, se partiamo con gli insulti gratuiti, siamo a posto.

FoC ha detto...

...eh?

RRobe ha detto...

Non era un insulto a te. era un insulto all'atteggiamento.

rae ha detto...

saranno cose sapute e la Borromeo non sarà un campione identificativo dell italiano medio (nel senso non dispregiativo del termine) ma non vedo per quale motivo non sia cosa giusta ripeterle.

Avion ha detto...

Può dire il cazzo che vuole, ma detto da una sciacquetta che del giornalista non ha nulla perde di significato.
Come fai a dire che censurano l'informazione sei non sei uno che fa informazione? Se non per il fatto che ti sei fatta chiavare da un vecchio che in cambio t'ha fatto togliere la soddisfazione di giocare a fare la giornalista - un po' lo stesso che si dice sempre di Berlusconi con le donne che si candidano col PdL, ma nel caso della piccola, povera Bea non vale usare un argomento denigratorio, mh?

[Mr.BEAST] ha detto...

Avion, le prove?

E poi che cazzo vuol dire "come fai a dire che censurano l'informazione se non fai informazione?"
Ognuno ha il DIRITTO di dire la sua SOPRATTUTTO se il FATTO di censura SUSSISTE.

Comunque classico dell'italia, c'è un FATTO su cui discutere e tutti a fermarsi al CHI. Sempre. Sempre. Sempre. E in base a quel CHI si decide se una cosa sia giusta, sbagliata, confrontabile.

Complimenti.

DIFFORME ha detto...

beast ma che stai dicendo?! in italia ogni idiota che si sveglia la mattina se ha le conoscenze spara sentenze a destra e a manca in tv, sui giornali, alla radio! bisogna tornare alla credibilità, altrchè, e quella si conquista solo sul campo, con i fatti

[Mr.BEAST] ha detto...

E qui si apre un'altra questione, i fatti ci sarebbero già per detronizzare certi personaggi. Per "scendere in campo" che intendi? La credibilità? Con un Lancillotto al potere che manipola a destra e manca, come si recupera? Come lo si "combatte"?
...

DIFFORME ha detto...

tornando alla politica attiva invece d'indignarsi solo in rete, per giunta tra persone che la pensano più o meno allo stesso modo, tra l'altro una delle più grandi colpe dei vecchi compagni disillusi è proprio l'aver allontanato dalla politica le nuove generazioni...

-harlock- ha detto...

Complimenti per la profondità della tua analisi, Avion.
Mi hai convinto.
Di avere dei problemi seri come dice il rrobe, o di essere un pirla.
O tutt'e due.

[Mr.BEAST] ha detto...

Allora su quello mi trovi d'accordo, diffo.

:A: ha detto...

Mr. Beast, personalmente credo alla micropolitica: politica fatta in contesti non politici, fosse anche la macchinetta del caffè, e intervenendo su contesti locali (anche molto ristretti), per esempio collaborando con circoli Arci o associazioni volontarie. E non rimanendo a casa quando si manifesta in piazza, dicendo che non serve a niente.
Ed è chiaro che così non cambi le cose dall'oggi al domani. Ma i risultati grossi li ottieni un piccolo pezzo alla volta.

Luigi Siviero ha detto...

Se le cose che ha detto alla Bignardi sono pallose e stantie come quelle che ripete a memoria nei primi due minuti del video (di più non ho retto) non c'è da lamentarsi che l'intervista non sia andata in onda.

Luigi Siviero ha detto...

Avete ragione, il CHI c'entra solo quando una modella viene scelta per meriti misteriosi da un politico o giornalista di destra...

[Mr.BEAST] ha detto...

Non mi sembra di avere mai sentito "modelle" di destra dire cosa sensate, se ne è sempre parlato di, ma sentirle parlare è tutta un'altra cosa. Quando una Carlucci dirà cose sensate, penserò al COSA senza pensare al CHI.

Marco ha detto...

Boh...non riesco a capire il senso di certi commenti.
Se censurano chi vi sta sulle balle, allora va tutto bene?

E soprattutto cosa c'entra il paragone con le modelle candidate?
Qualcuno le ha invitate da qualche parte, censurando il pezzo di trasmissione che le riguardava?

Boh.

Marco ha detto...

Ma poi tra l'altro stava raccontando il suo punto di vista in merito a un episodio di censura che l'ha vista protagonista.
Anche solo per dovere di cronaca, è giusto ascoltarla.

Come doveva raccontare la sua esperienza?
Ballando con le maracas in topless, così vi sembrava più briosa?


Per intenderci: liberissimi di considerare antipatico chi vi pare.
Ma non stiamo parlando di una censura di cui VOI siete stati protagonisti.

Marco ha detto...

Se la libertà di espressione viene considerato non un diritto di tutti, ma un privilegio dei simpatici, di quelli che pur essendo di famiglia ricca non indossano il chiodo, di quelli che quando parlano non vi fanno addormentare, di quelli che non sono biondi, o che hanno la forma del naso che più vi aggrada...


Beh, allora in questo paese non sta succedendo nulla, non c'è motivo di preoccuparsi per nulla e faremmo meglio a procedere spediti verso il nuovo miracolo italiano, invece che borbottare.

Greg ha detto...

Rrobe se postavi la Borromeo nuda ingroppata dal fidanzato come la Anderson, Noelia e, sicuramente nei prossimi mesi, la Borromeo stessa, passava molta meno gente di qua.

Comunque mi sono incuriosito e stasera darò sicuramente un'occhiata.

Purtroppo partirò prevenuto dal fatto che questa ragazzina, della quale non sono mai riuscito ad individuare altri pregi se non l'aspetto fisico e una discreta memoria letterale, non mi sembra proprio il CHI giusto dalla quale prendere appunti quando parla relativamente alla qualsivoglia COSA.
E' unicamente un mio parere...

Certo che se ti dice che l'hanno CENSURAta assieme a VAURO per colpa di BERLUSCONI che è FASCISTA (unite le maiuscole ed otterrete la formula magica che la controllatissima stampa italiana, tutta, anche quella bloggara, visto che si vuol dare autonomia e risalto a tutti, ti propina dai periodi di Metal Gear Solid 1) il diritto di informarci se lo arroga a voti pieni.
Perchè è giusto che si sappia, anche per bocca sua se ce ne fosse bisogno, che effettivamente c'è qualcosa che non va nei meccanismi del giornalismo o della politica o nelle persone che li compongono.
E' giusto che chiunque ne rimanga stritolato denunci, informi, diffonda.
Anche quando non ti viene a spiegare che i diritti di par condicio non consentono un assalto televisivo a senso unico, senza controparte, verso qualsiasi entità politica rilevante, durante il periodo elettorale.

Lo vorrei vedere questo fantomatico sketch dell'era glaciale, per capire fino in fondo quanto ci stanno controllando oppure quanto ci si possa scordare che aldilà dei torti subiti bisogna sempre e comunque seguire regole, metodi e stili ogni volta che si parla alla massa. Gli stili e i metodi soprattutto, si apprendono con tanti anni di esperienza e discrete dosi di talento.
E subito dopo tornerò a guardare questo filmato, di cui tutt'ora non so nulla senonchè mi denuncerà la stretta censura che l'attuale governo, nelle veci del premier, impone alle voci poco gradite.

E meno male che Beatrice ce lo dice.



Dimenticavo: è stato annunciato per domani un video di Veronica Maya che ci spiega come ottenere l'acqua calda!

FoC ha detto...

Si, direi che si vede che sei partito prevenuto, considerando il wot che hai scritto contro il video SENZA averlo visto.

sraule ha detto...

ma il vecchio "difenderò la libertà di espressione del mio nemico fino alla morte" è così passato di moda?

sraule ha detto...

ah, e il fatto che si tratti di un VECCHIO discorso, non rende solo più grave il fatto che continui ad essercene bisogno?

Marco ha detto...

Scusami se quoto solo questa parte, Greg:

>vorrei vedere questo fantomatico >sketch dell'era glaciale, per >capire fino in fondo quanto ci >stanno controllando oppure quanto >ci si possa scordare che aldilà >dei torti subiti bisogna sempre e >comunque seguire regole, metodi e >stili ogni volta che si parla >alla massa.

Ma in questo caso, il fatto di seguire le regole, i metodi, e lo stile, in cosa consisterebbe?
Nell'astenersi dal testimoniare, in base al proprio punto di vista, che c'erano problemi e pressioni su Annozero?
Se il punto della discussione è questo, allora, senza stare a scomodare i manuali di bon ton, io parlerei di censura.
Che poi un giornalista debba dimostrare determinate qualità sul campo siamo d'accordo, ma è un discorso che esula un po' dal consentire a questo giornalista i mezzi per diffondere la sua opinione.






>Gli stili e i metodi soprattutto, >si apprendono con tanti anni di >esperienza e discrete dosi di >talento.

E va bene.
Ma questo non c'entra nulla col fatto che abbiano tagliato parte del programma alla Bignardi, specie in base a presunte "norme di par condicio" di cui non si è mai capito limiti o campi di applicazione.
In un paese democratico non puoi dirmi che mi censuri, e che lo fai in base alla legge "supercazzola".
Devi motivare il fatto che esistano ragioni per privare dei liberi cittadini di dire la propria, diritto sancito costituzionalmente, e non certo dai direttori Rai.
Tra l'altro consentimi di dire che la polemica sulle qualità di chi dice una determinata cosa mi sembra pretestuosa.
Se tu fossi invitato a un dibattito, e volessi dire la tua in merito a determinate questioni, il mio dovere primario in quanto ascoltatore è ascoltare e ribattere alle tue argomentazioni.
Non certo prenderti in giro mentre parli per come sei vestito, o per la cravatta che indossi, o in base al nome dei tuoi genitori.
Questa si chiama, al mio paese, prevaricazione.




>E meno male che Beatrice ce lo >dice.

Sì. Lei come chiunque altro.
Potrei dirlo io, per esempio.
La chiamo libertà di espressione e di critica, anche se per qualcun'altro si chiama "ovvietà".
Faccio un paragone: se nel mio quartiere tutti sanno che arrivano i mafiosi a chiedere il pizzo, denunciare la cosa ai giornali diventa un'inutile ovvietà?
Non mi pare.

Avion ha detto...

Mr. Beast, le prove che le donne del PdL son lì solo per averlo succhiato a Berlusconi dove sono?
O tutti o nessuno. Gli anti-Silvio non hanno il monopolio delle accuse infondate usate come base unica per attaccare e screditare.

Faust VIII ha detto...

Beh capisco chi dice che lei, per estrazione sociale non è credibile a fare la compagna, ma in un Italia in cui gli operai votano Lega, tutto è possibile...Comunque, vedendo Annozero mi sono reso conto che sa esporre il suo punto di vista senza farsi mettere sotto, come una Bignardi qualsiasi. Poi, sappiamo troppo bene che in Rai c'è la censura, ma come dice la Borromeo nel video, i giornalisti(e i cittadini, aggiungo io) devono sempre far notare le derive autoritarie e opporvisi con ogni mezzo. E' stato il lassismo di una sinistra troppo moderata come faceva capire Difforme a portare Berlusconi a questo punto.

DIFFORME ha detto...

mi sembrava evidente che avessi preso spunto dal post per parlare di tutt'altro che di libertà di espressione, che per me è sacra (laicamente parlando) e inviolabile, ma tant'è, internet per i dibattiti è quel che è...

Slum King ha detto...

Avion
mi sa che ti manca l'intercettazione dove la Carfagna diceva che al vecchio non gli si rizzava

Armaduk ha detto...

Francamente a me non importa una beata mazza di chi lo succhia a berlusconi. Quello che mi fa girare le balle è essere governato da una persona EVIDENTEMENTE ritardata che non sa mettere due parole in fila. Qualcuno mi spieghi che cazzo ci fa questa gente al governo.

Greg ha detto...

Sicuro che il 90% di voi non ha visto l'intervista e il restante 10% se n'è fatto un'idea pressochè indipendente dal contenuto.
Perdonatemi ma la penso così.

Quindi ecco una sintesi, vi prego di leggere con attenzione.

minuto 0 --> min 3
Beatrice parla di Berlusconi, fa un best of delle cazzate del nano. le sappiamo già bene TUTTE, a memoria.
riporta la domanda della Bignardi che era: "cosa ne pensi della puntata di anno zero?"

min 3 e qualcosa --> "Noemi era minorenne qualche anno fa, quando andava a trovare il premier..."
(Grande acume e spirito critico, questa tizia farà carriera... scusate non ho potuto resistere)

min 4: difende la dignità di annozero: "dell'utri è mafioso, lo sappiamo grazie a Santoro."
Inoltre la Bignardi è riferita screditare certe affermazioni vere sulla scarsa libertà di stampa in Italia fatte da Beatrice con la retorica "...ma è sempre la solita vecchia storia".

min 5: riporta altri problemi di censura verso anno zero, episodio sui preti pedofili etc.
"c'erano pressioni, era un inferno"
Critica il pachetto sicurezza della lega sull'immigrazione ("un'idiozia") e sottolinea che a Marano questo non è piaciuto.

min 6: al termine della trasmissione Marano mi corre incontro agitato insultandomi e minacciando di censurarmi. Un'isterico pazzo.
si fanno riferimenti al decreto sulla par condicio (che vi invito tutti a consultare). Daria Bignardi a quanto pare è un'automa, non reagisce alla mozione di censura, "eppure le domande su berlusconi ce le ha fatte lei...". Rimane impassibile alla scena e incassa la minaccia con tranquillità.
eppure "Il ministro leghista Zaia ha parlato poco prima pontificando. Nemmeno lui ha rispettato la par condicio."

min 8: INTERVISTATORE "le bugie peggiori hai letto sui giornali relativamente all'accaduto?"
"...più che bugie ho letto cose offensive verso chi vuole un'informazione libera, il punto non è l'intervista a me o a Vauro..."

min 9: INT"ma Marano la manderà in onda dopo le elezioni..."
"non c'entra... a me è stato chiesto se avevo visto la puntata di annozero (fa anche riferimento al libro con travaglio) e io ho risposto, si doveva mettere daccordo prima con la bignardi..."
rileggetevi i primi minuti dove spiega la sua risposta...

min 10: censura assurda etc etc "annozero mi ha insegnato a reagire a queste cose o siamo fottuti"


Allora, aldilà dell'antipatia che provo per questi episodi e per chi adora ricamarci le polemiche, oggettivamente il contenuto di questo video è chiaro e oggettivamente valutabile.

All'era glaciale è successa una schifezza, in un modo o nell'altro. Non credo personalmente nella figura della Bignardi che obbedisce zitta zitta tanto quanto credo fermamente che Beatrice dica ASSOLUTAMENTE LA VERITA' quando ci RIPORTA I FATTI dell'intervista(senza ironia, giuro). Così come credo che ci abbia messo del suo charme e delle sue capacità oratorie per far imbestialire sto Marano (che se conta tanto chissà che ci faceva proprio lì in quel momento)... e che quindi anche Marano si possa essere comportato alla peggio possibile.


Ma sono convinto che la borromeo abbia fatto la bambina rompicazzo e non la giornalista, e che si stia lamentando perchè qualcun altro se n'è riempito i testicoli all'orlo.

@Marco: IL PROFESSIONISMO, ecco qual'è la differenza tra le wannabe che "dibattono e denunciano" e chi fa informazione con metodo!

Difendere ora la Borromeo non significa difendere la libertà di comunicazione.

Roberta ha detto...

Oh mio diooooo!!!! Ma siete fuori???
Concordo con harlock. Chiaro, garbato, educato, ma soprattutto lucido!
"Aprite gli occhi che a chiuderli non ci vuole niente!"

rae ha detto...

avion, io non credo che l unico merito delle donne del Pdl sia essere quello di succhiare il cazzo del padrone. Credo pero' che il criterio con cui vengano scelte sia troppo spesso quello della bellezza e dell appariscenza anche televisiva e questo mi fa storcere il naso. COme mi ha fatto storcere il naso vedere per la prima volta la Borromeo con santoro. Ma dato che non sono un coglione coi paraocchi e una cattiva educazione (manchevole inmolti aspetti, primo fra tutti quello della sessualità) mi sono reso conto che la borromeo non s arà forse la piu' meritevole a stare dove sta, ma almeno un minimo di cultura e di cognizione di causa lo dimostra. Come lo dimostrano anche donne del centrodestra come la PRestigiacomo, per citarne una. Come NON lo dimostrano invece mezze figure come la Brambilla e la Carlucci.

FoC ha detto...

Grazie tante che la pensi così, Greg.
Questo perché TU ti sei fatto un'idea del video prima di guardarlo e quindi ti viene naturale pensare che tutti abbiano fatto così.

sraule ha detto...

IL PROFESSIONISMO, ecco qual'è la differenza tra le wannabe che "dibattono e denunciano" e chi fa informazione con metodo!

Difendere ora la Borromeo non significa difendere la libertà di comunicazione.


perché, scusa?
perché siccome non è una "professionista" non ha diritto di parlare?

a nessuno è venuto in mente che quando viene censurata una baronessina bianca e ricca vuol dire che i negri poveri e magari immigrati non hanno più neanche una chance?

Luigi Siviero ha detto...

Il direttore di Raidue ha detto che l'intervista non può essere trasmessa perché viola la legge elettorale ed è stata semplicemente rinviata a giugno.

Credo si riferisca all'art. 2, c. 2:
http://www2.agcom.it/L_naz/L_220200_28.htm
"È assicurata parità di condizioni nell'esposizione di opinioni e posizioni politiche nelle tribune politiche, nei dibattiti, nelle tavole rotonde, nelle presentazioni in contraddittorio di programmi politici, nei confronti, nelle interviste e in ogni altra trasmissione nella quale assuma carattere rilevante l'esposizione di opinioni e valutazioni politiche."

In pratica la contessa modella si lamenta perché la Rai non le ha permesso di violare una legge.
Poi è ridicola quando dice che è stata la Bignardi a fare domande sulla politica. Chi se ne frega di chi ha tirato fuori la politica?? L'unica cosa che conta è che si è parlato di quell'argomento, non chi ha iniziato a parlarne.

Su Noemi Letizia: "La Bignardi ci ha tenuto a specificare che sono soltanto illazioni e che non ci sono nessune prove, e quindi sarebbe sbagliato in teoria parlare di questa vicenda. Io ho tenuto a dire che non è una vicenda privata poiché è pubblica, ha una rilevanza anche pubblica dal mio punto di vista."

Quando non ripete a memoria le solite storielle se ne esce con queste cazzate.
La trattate con i guanti di velluto perché è di sinistra. Se tutta questa montagna di stronzate arrivava da Mara Carfagna la mettevate in croce.

RRobe ha detto...

Ma l'intervista l'avete vista?

Francesco_Imp ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Francesco_Imp ha detto...

La carfagna non la censura nessuno, però.
I punto non è se la borromeo sia la miglior giornalista del mondo o lultima sciacquetta, il punto, è che se la inviti a parlare di un argomento poi non la censuri se dice qualcosa che non ti piace.

Marco ha detto...

>Quando non ripete a memoria le >solite storielle se ne esce con >queste cazzate.
>La trattate con i guanti di velluto >perché è di sinistra. Se tutta >questa montagna di stronzate >arrivava da Mara Carfagna la >mettevate in croce.

Quante certezze.
Prima di tutto, ti sei chiesto se io sono di sinistra?
Difendere la libertà di espressione è una cosa "di sinistra"?

E da quando? La corte costituzionale è stata informata della cosa?


Per quanto MI riguarda, io non ho mai messo in croce nessun aspirante politico, qualunque fosse il suo passato.
Ci sono donne esponenti di partiti politici, anche di destra, che hanno dimostrato con anni e anni di militanza il proprio impegno.
Ci sono invece esponenti recenti che spuntano da chissà dove, e che millantano unicamente partecipazioni a fiction o comparsate varie in tv.
Siccome di tv ne vedo pure poca, fermo restando che non ho mai messo in discussione il diritto di candidarsi anche per queste persone, è mio sacrosanto diritto pensare: "Ma da dove cavolo arrivano queste?".
Ma le mie perplessità sono affari personali, non ho né il potere di "licenziare" candidate politiche, né di censurare nessuno, e non lo userei neppure per le cose che reputo più stupide. La natura mi ha dotato di tutti gli strumenti per ignorare ciò che non mi convince, senza doverlo per forza imporre al prossimo.



Riguardo al resto delle cose che dici e che non ho quotato, non esiste nessuna legge che impedisca a una persona di rispondere a una DOMANDA.
Alla ragazza è stata inizialmente chiesta un'opinione sul divorzio Berlusconi (vicenda presente tranquillamente sui giornali e sui discorsi di mezza Italia), e l'ha espressa.
Punto.
Non si trattava di un confronto elettorale, quindi non capisco che c'entri la legge a cui ti riferisci.
Il fatto che le cose dette dalla ragazza (con l'aggiunta, per me preziosa, della sua singola esperienza ad Annozero) siano per la maggior parte argomenti di pubblico dominio, mi rende ancora meno comprensibile il tuo discorso.

Planetary ha detto...

Veramente una testata giornalistica, ha tutto il diritto di decidere chi, cosa e come pubblicare. O non pubblicare.
Succede sempre, è sempre successo da che esiste il giornalismo, qui e in tutti i paesi del mondo.
Censura? Tecnicamente sì.
Attentato alla libertà? Manco p'a' capa.

Greg ha detto...

@sraule: TUTTI hanno il diritto di parlare, I GIORNALISTI hanno il diritto e il dovere morale di fare informazioni, I VIGNETTISTI/COMICI/ARTISTI etc etc hanno la facoltà di fornire chiavi di lettura della realtà ma NESSUNO dovrebbe permettersi di violare una legge e la decenza di un programma tv e poi fare una piazzata simile quando ti rispediscono a casa a calci nel sedere.

Nessuno. Ma siccome NON SIAMO IN UN PAESE LIBERO (forse no e forse sì) c'è qualcuno che lo fa e altri che, in odore di antiberlusconismo, gli si mettono pure dietro a fare il corteo.

su questo mi piacerebbe che ad ogni tanto si aprisse gli occhi.

sraule ha detto...

ah, right.
non temere greg, presto non li inviteranno neanche più, alle trasmissioni, questi rompipalle.
ci penserà il ministero della verità.

Design270 ha detto...

Raga scusate, non sto capendo.

Essere umano viene chiamato a fare un'intervista, ad essere umano vengono fatte domande, essere umano risponde, essere umano viene censurato e insultato.

Forse sto banalizzando ma se leggete dal blog della Bignardi http://bignardi.style.it/ forse vi fate un idea di quello che ha detto una delle parti in causa e vi sarà, certamente, più chiaro in che paese viviamo.

Se la parcondicio è valsa per lei doveva valere anche per Berlusconi da Vespa (quella sera per fortuna sono uscito a ubriacarmi) e per Zaia nell'intervista precedente.

Svalutare l'ospite di una trasmissione, solo perché "secondo VOI" è una scemetta senza esperienza è talmente Snob che quasi vi snobbo e vado altrove. :-) Oltre che Snob è poco utile. Rrobbe ha lanciato un sasso, va preso al volo.

L'indignazione non è un sentimento banale, approfittiamone.

Trovo che sia più ridicola questa disinvoltura ad appellarsi alla parcondicio o al senso del PUDORE nel parlare di "fatti privati del Presidente del Consigli". I fatti privati del Nano, sono fatti nostri visto che è stato sgamato con le mani nella marmellata più volte. Le intercettazioni con SACCà non sono abbastanza eloquenti? Oppure abbiamo bisogno di andare a scomodare quelle con Dell Utri?
Lo so che queste cose le conosciamo tutti e che vi siete già stufati di sentirle ripetere ma io non riesco a capacitarmene e concedetemi il beneficio di indignarmi.

Nel frattempo Borromeo e Lario hanno la mia solidarietà.

Grazie Rrobbe, d'ora in avanti dirotto il mio canone rai sul tuo Blog.

Capitan Ambù ha detto...

Censura? Tecnicamente sì.
Attentato alla libertà? Manco p'a' capa.

???

Il delirio.

Scusate ma io la vasellina non me la metto, poi fate come volete.
Io ho guardato il filmato, non è una questione di destra o sinistra e nemmeno di chi espone i problemi, quello che conta è che in Italia c'è qualcosa che non funziona e va peggiorando.

Invece di focalizzare il discorso sul fatto censorio di una rete pubblica e sui motivi che portano all'impossibilità di discutere certi argomenti, ci si sofferma sulla simpatia o antipatia delle persone che denunciano.
In altri Stati questi comportamenti se diventano di pubblico dominio si scatena l'inverosimile.
Abbiamo un Presidente del Consiglio che ha dichiarato che l'Italia non diventerà mai un paese multietnico (e io mi chiedo dove cavolo vive) e troviamo la Borromeo urticante?

Poveri contro ricchi? Mi pare invece di vedere una bella lotta di poveri contro poveri.

DIFFORME ha detto...

greg è chiaro che si sta discutendo di questa ragazza perchè comunque genera un dibattito, è "significativa", spero non la vorrai mettere al livello di una velina indottrinata con 3 giorni di corso di retorica da piazzista di pubblitalia...

Greg ha detto...

@sraule: accetto la schiacciata a rete con un inchino.

@Difforme: non mi permetto di accostarla o compararla ad altri fenomeni odierni della upper class italiana. Anzi. Sono già abbastanza incazzato così.

Nessuno si accorge dello scarsissimo valore che ha il contributo di questa ragazza? Daccordo, se anzichè il dito guardiamo la luna il problema è fottutamente grave; ma c'è davvero bisogno oggi dell'unghia smaltata della Borromeo?
Perchè non mi viene da ridacchiare se queste cose, di dominio non pubblico ma universale, me le sottolinea un giornalista vero?

Ragazzi andiamo... questa fa la sciocchina in tv, la cazziano e noi ci stiamo anche a preoccupare...

FecciaX ha detto...

Allora, innanzitutto la signorina non ha affatto usato un italiano encomiabile.
Poi la signorina è parte del problema siccome il fatto che in TV ci vadano in primo luogo i raccomandati come lei è già una forma di censura, perchè se lavora lei in RAI non lavora un altro con più gavetta ma senza lo zio vescovo.

DIFFORME ha detto...

ambù si la trovo urticante perchè trovo urticante che per fare la co-conduttrice di una trasmissione in prima serata a 20 anni "di sinistra" per giunta devi avere il pedigree della suddetta, per le altre o palazzo grazioli o il precariato. riguardo alle "denunce" del video trovi da settimane tutto sul 50% dei miei amici di facebook, per dire...

DIFFORME ha detto...

i baroni ve li meritate cazzo

Planetary ha detto...

@Ambu:
"Censura? Tecnicamente sì.
Attentato alla libertà? Manco p'a' capa."

???

Il delirio.

Ambu ha mai frequentato una redazione di giornale?
Bene, il giornalista porta il pezzo, il direttore decide se pubblicarlo o meno. Fine.
Non da oggi, non da quando c'è B.
E' censura? Sì, tecnicamente e letteralmente lo è. Ed è nel pieno diritto di chi dirige quella testata.

ShinFuzo ha detto...

Il fatto che vi stia sulle palle perchè è bionda, bella e non è una vera giornalista:ma chissenefrega! Ha un cervello.Lo usa. Dice le cose che tutti gli italiani di buon senso pensano. Cerchiamo di non farci fregare dai pregiudizi:"E' figa, nipote di principi o simili, quindi non capisce un cazzo"
Ok, non sarà una del popolo, sarà una fighetta viziata e tutto quello che volete, ma dice le cose come stanno, cazzo.

ShinFuzo ha detto...

Scusate , non avevo visto il commento di Harlock...dice praticamente le mie stesse cose ma in modo più elegante :) sorry

"una sciacquetta che del giornalista non ha nulla" O_O
Era al liceo con te?L'ha data a tutta la scuola? Boh, offende la mia sensibilità sentire chiamare una ragazza 'sciacquetta' solo perchè bionda e carina, ma sarò io che ho dei problemi...

Luigi Siviero ha detto...

"Cerchiamo di non farci fregare dai pregiudizi:"E' figa, nipote di principi o simili, quindi non capisce un cazzo"
Ok, non sarà una del popolo, sarà una fighetta viziata e tutto quello che volete"

Veramente io e altri abbiamo dato diverse altre motivazioni, non solo questa.

Capitan Ambù ha detto...

La censura è un diritto? Invece la critica e la denuncia non lo sono?

In parecchie delle critiche che rivolgete alla Borromeo, tramite questo blog, ci leggo invidia, lotta di classe e semplice antipatia.

Quello che però non si è affrontato è il fatto che un personaggio, che come dite voi, ha tutto questo appoggio di potere, sia stato censurato.

Una censura che non ha un effettivo motivo se non di evitare discussioni a favore di un potere politico.

Io non ho mai frequentato un redazione di un giornale, ma se la censura è un diritto dell'informazione (nell'Italia dei giornalisti incapaci) penso che ci starò ben distante dal frequentarla.

Io ho un'idea di giornalisti come Biagi o Montanelli, vorrei credere ancora che possano esistere esseri pensanti e con le palle, non esclusivamente lacchè e servi del potere.
Il giornalista è un mestiere che richiede una certa indipendenza e carattere, in Italia sono parecchi a non averlo.

La Borromeo non è una giornalista, è figlia di una classe sociale privilegiata ed è stata una stronza a denunciare una censura, che era legittima visto che è arrivata dal direttore della trasmissione ed è stata motivata con una Par Condicio che deve rispettare solo una parte politica, ora mi chiedo dov'è la coerenza in questo discorso?

Marco ha detto...

>Ambu ha mai frequentato una >redazione di giornale?
>Bene, il giornalista porta il >pezzo, il direttore decide se >pubblicarlo o meno. Fine.
>Non da oggi, non da quando c'è B.
>E' censura? Sì, tecnicamente e >letteralmente lo è. Ed è nel pieno >diritto di chi dirige quella >testata.

Tecnicamente il direttore di una testata giornalistica è nel pieno potere di censurare non solo le notizie o gli articoli, ma perfino intere interviste non gradite al "capo".
Il fatto che sia giusto farlo è totalmente un altro discorso.
L'etica giornalistica impone di non censurare nessuna dichiarazione o opinione.
In ogni caso qui non stiamo neppure parlando di redazioni o di articoli cassati.
Stiamo parlando di una persona che viene invitata per parlare ed esprimersi liberamente, e che poi viene tagliata in base unicamente al criterio "non si esprimono pareri negativi nei confronti del premier".
Se intervisti qualcuno per il tuo giornale, stai soltanto riportando la sua opinione.
E' lui che deve assumersi le conseguenze di ciò che dice, non tu.

Marco ha detto...

Questi discorsi mi paiono sempre più surreali, comunque.
Provate a dirigere un giornale, e a mandare i vostri giornalisti in giro, a caccia di interviste, avvertendo però gli ipotetici intervistati che pubblicherete soltanto le parole e le frasi che vi sembrano più graziose, o che non esprimono punti di vista antipatici e incompatibili col vostro credo politico.

keison ha detto...

quando il saggio indica la luna, l'idiota guarda il dito.

antuana ha detto...

Corona che bacia Travaglio e gli fa leggere gli SMS a Tetris. Questa tipa, che se uno fa una semplicissima ricerca in google potrebbe sapere chi è e da dove viene, fa la moralista (ma sciaquarsi la bocca prima di parlare???).

Siamo il paese degli ipocriti. Berlusconi ne è il simbolo ed è per questo che fino a quando non schiatta governerà l'Italia.

Debris ha detto...

Con franchezza...non ho ancora capito perchè ci si ferma sul cognome e non si guarda alla concretezza della situazione,proprio non lo ho capito.

Eriguardo alla "Censura della Rai"...bhè guardate che qui non è questione di censura elettorale,oramai non è più censura pre-elettorale o di un direttore che non sà più che pesci pigliare perchè vuol rimanere al suo posto....

Riguardopoi al "ci voleva lei" bhè,ci vuole sempre qualcuno che dica: il re è ignudo....

Non sempre è una persona simpatica.

Luigi Siviero ha detto...

"Io ho guardato il filmato, non è una questione di destra o sinistra e nemmeno di chi espone i problemi, quello che conta è che in Italia c'è qualcosa che non funziona e va peggiorando."

Sì, c'è qualcosa che non va se la prima che capita si lamenta perché non può violare una legge (una legge che fa comodo ai partiti minori, non a Berlusconi) e la sinistra la tratta come una martire.

A proposito di rispettare le leggi... La sinistra rompe i coglioni due volte al giorno inventando attentati alla costituzione da parte di Berlusconi.
Però la costituzione garantisce a chiunque di partecipare attivamente alla vita politica, veline comprese.
Spiegatemi perché alla sinistra a cui sta tanto a cuore la costituzione non va bene che delle troie si candidino alle elezioni. Anche in questa intervista la contessina rompe le palle perché Berlusconi ha candidato Barbara Matera.

Come fate a dare credito a una contessina modella che esordisce dicendo che Berlusconi dovrebbe dimettersi perché ha candidato Barbara Matera?
Ha candidato Barbara Matera? E chi se ne frega? Non ne avete pieni i coglioni dei politici del centrosinistra che blaterano di dimissioni per ogni minima cazzata?

Capitan Ambù ha detto...

Comunisti!!!

Mamma mia, ma Joseph McCarthy non era defunto ormai?

Inventando attentati?
Sta rinascendo quello spirito collettivo di un tempo, tutti ad adorare lo sfigato (nano di 70 anni pelato con i tacchi, che va dietro alle ragazzine a colpi di viagra e che la moglie descrive come malato) che urla di più.
E poi tutti a piazzale Loreto a prendere a calci i cadaveri, perchè le palle in Italia scarseggiano. Beeee Beeee

Queste discussioni sono interessanti, sono uno specchio per comprendere il motivo di questa mediocrità tutta italiana, un servilismo di cui si è orgogliosi.

Meno male che ancora ci sono persone che hanno spirito analitico e hanno un quadro onesto e intelligente della società che si sta formando, e si ostinano a parlare.
Io in una nazione di pecoroni dementi non ci voglio vivere, anche se purtroppo mi sembra gia di farlo.

Scusate il linguaggio, ma se si tace sempre sembra quasi che viviamo in Idiocracy.

Marco ha detto...

>Non ne avete pieni i coglioni dei >politici del centrosinistra che >blaterano di dimissioni per ogni >minima cazzata?

La costituzione e i diritti riconosciuti per ogni cittadino non sono una cosa di sinistra, né di destra.
Sono tuoi e miei... di tutti.
E a volte capita di doverli difendere anche quando è minacciato chi ti sta antipatico, velina o contessina, chissenefrega.
E inoltre continui a sviare il discorso e a fare esempi che non calzano: dire che la candidatura di una persona ti lascia perplesso è una cosa ben diversa dal censurare a priori chi parla.

Luigi Siviero ha detto...

La tipa NON è stata censurata... L'intervista andrà in onda dopo le elezioni.

RRobe ha detto...

hahahhahahhHHAHAHAHHAHAHAHHAHAHAH

Luigi Siviero ha detto...

Questa è vera censura.

Capitan Ambù ha detto...

Se ne sei a conoscenza pure tu non è censura.
Vabbè, mi è finito il sapone.

Luigi Siviero ha detto...

Come faccio ad avere visto le foto se Obama ha vietato di pubblicarle????

Invece la Borromeo non è stata censurata: fra un mese si potrà ascoltare la sua fondamentale intervista e nell'immediato ha già potuto anticipare un po' di cazzate su youtube.

Greg ha detto...

dai luigi non fare così

perchè interessarsi dei diritti umani quando puoi difendere una biondina mestruata su iutub?!?!?!?!

Marco ha detto...

Roberto, scusami se torno sul caso della censura alla Borromeo dopo tanto tempo, ma volevo segnalare, dal blog di Travaglio:

"Ps. Un mese fa, con la scusa della par condicio, Daria Bignardi tagliò l’intervista a Vauro e a Beatrice Borromeo, ma giurò di trasmetterla nell’ultima puntata dell’Era glaciale: infatti, nell’ultima puntata, ha intervistato il giornalista Calabresi, il cantante Morgan, il velista Malingri e lo scrittore Lolli. Vergogniamoci per lei."


Ora, so benissimo che c'era da aspettarselo, però era per rispondere a Siviero in questa parte:


"...Invece la Borromeo non è stata censurata: fra un mese si potrà ascoltare la sua fondamentale intervista e nell'immediato ha già potuto anticipare un po' di cazzate su youtube".

E anche per recuperare un filo di memoria storica a breve termine, che non guasta mai.